mercoledì 23 gennaio 2019

Recensione: "Il rumore della pioggia" (Cronache da Gotham #1) by Gigi Paoli.

Titolo: Il rumore della pioggia
Serie: Cronache da Gotham #1
Autore: Gigi Paoli
Editore: Giunti
Pagine: 256
Prezzo: 10,00€ (8,50€ Amazon - ebook gratis con Kindle Unlimited)

Sono ormai alcuni giorni che Firenze è sferzata da una pioggia battente e, come se non bastasse, la visita del presidente israeliano ha completamente paralizzato la città. Carlo Alberto Marchi è intrappolato nella sua auto che da casa lo porta al Palazzo di Giustizia, quando apprende una notizia davvero ghiotta per un cronista di giudiziaria a corto di esclusive: all'alba, in un antico palazzo di via Maggio, la prestigiosa strada degli antiquari, viene trovato morto con ventitré coltellate l'anziano commesso del negozio di antichità religiose più rinomato di Firenze. Un caso molto interessante anche perché il palazzo è di proprietà della Curia e sopra al negozio ha sede l'Economato. Marchi si mette come un mastino alle calcagna dei magistrati nella speranza di tirar fuori uno scoop e chiudere finalmente la bocca al direttore del Nuovo Giornale. Sempre correndo come un pazzo, intendiamoci, perché a casa c'è Donata, la figlia di dieci anni che inizia a lanciare i primi segnali di un'adolescenza decisamente in anticipo. Ma stavolta conciliare il ruolo di padre single con quello di reporter d'assalto sembra davvero un'impresa disperata: sì, perché c'è tutto un mondo che ruota intorno al delitto di via Maggio e le ipotesi che si affacciano sono sempre più inquietanti. Su tutte, l'ombra della massoneria, che in città è prospera e granitica da secoli. E l'inchiesta corre veloce in una Firenze improvvisamente gotica e oscura.


Non tutti sapete, o forse sì, che sono innamorata dei gialli. Mia cugina mi chiama "Signora Fletcher" mica per niente. Mi vergogno ad ammettere che ignoravo completamente chi fosse quest'autore e l'esistenza di questo libro, primo di una serie che ci fa seguire Carlo Alberto Marchi, un giornalista del "Nuovo Giornale" di Firenze. 
Il libro si apre facendoci seguire un uomo di cui non sappiamo niente, se non che lavora in un negozio di antiquariato religioso, sotto la pioggia incessante che tormenta Firenze. La nostra visuale poi ci fa seguire, per qualche momento Padre Bruno, che lavora per l'Economato della Curia, che ha gli uffici proprio sopra il negozio citato prima. Padre Bruno è un mito. Lo incontriamo per pochissimi minuti, ma fin da subito ci racconta in breve il suo passato e immediatamente capiamo quanto sia non un classico prete. 

"Ti rendi conto figliolo" era stato il botto finale "che la Curia ha i suoi uffici
nel palazzo di una puttana?"

Dopo questa frase ho avuto bisogno di un momento per riprendermi. Stava per scattare l'applauso. 
Padre Bruno vuole parlare con l'antiquario per avvisarlo della visita di un cardinale molto importante, così che possa esporre i vessilli rossi per l'occasione. Certo non immagina di trovarsi davanti un cadavere, accoltellato più e più volte.

 Padre Bruno attraversò la stanza traboccante di immagini che ritraevano
l'infinita bontà del Signore. Infinita fino a un certo punto, 
pensò non appena entrò nel piccolo locale sul retro. 
Perchè il Signore si era fermato un po' prima, quella mattina. 


Photo by partedeloquemedebes
La nostra attenzione è immediatamente spostata su Carlo Alberto Marchi e la narrazione passa in prima persona. Carlo è un personaggio assurdo e allo stesso tempo intrigante. E' un giornalista di uno dei giornali più importanti di Firenze, è un padre single e vuole sempre dare l'impressione di non sapere quello che fa. 
A volte finge di fare lo scemo, altre volte invece lo è per davvero. E per quanto faccia di tutto per farci capire che non gliene va mai una giusta, i fatti mostrano che spesso ha delle vere e proprie botte di fortuna. 
E' un uomo che, per quanto considerato fastidioso poichè giornalista, ha molti amici. Sa come farsi volersi bene e sa come farsi raccontare le cose che non vorresti dirgli. Fa sempre quello che vuole, tranne con sua figlia di dieci anni, a casa comanda lei. 

Ebbi la conferma che una figlia femmina fosse la vendetta di Dio sull'uomo. Perchè avrebbe potuto incontrare uno come eri tu alla sua età.

Carlo è un giornalista di giudiziaria, segue quindi i processi che si svolgono al Palazzo di Giustizia (o Gotham, come gli piace chiamare quell'orribile costruzione che deturpa l'antichità dei palazzi fiorentini). Un giorno, per caso, un collega lo chiama per sapere se un magistrato suo amico è per caso in tribunale, così da potersi dare informazioni sul caso di omicidio di via Maggio, dove un antiquario è stato ucciso in maniera orripilante. 
Carlo si trova quindi invischiato in un caso di nera e, curioso com'è, non può lasciar perdere. Insieme ai suoi colleghi e alle notizie date dai suoi amici/informatori fa di tutto per riuscire a districare la matassa.


Questo era il problema ad avere un direttore che ce l'ha con te. 
Potevo anche camminare sulle acque. 
Lui avrebbe detto che non sapevo nuotare.

E' un caso affascinante, che trascina Carlo Alberto Marchi su diverse piste e noi lo seguiamo più che volentieri dietro ognuna di esse. 
E' un'indagine assolutamente interessante e ogni pista sembra essere quella giusta, così come in ogni indagine. Forse la pista giusta è quella ancora da percorrere? Oppure su una già percorsa ti sei lasciato sfuggire qualcosa di fondamentale?
Questo libro l'ho adorato, letteralmente. Questo è un libro giallo diverso da quello a cui sono abituata. Niente frasi tetre e ambientazioni misteriose. Siamo a Firenze, una delle città più belle del mondo e l'unico elemento creepy è la pioggia costante e che sembra non voler mai finire. Ci fanno compagnia Palazzo Pitti, le vie meravigliose e storiche di questa città piena di opere di autori che hanno fatto la storia dell'arte. 
E poi ci sono i dialoghi e i pensieri di Carlo, che sembrano stati inseriti in un libro sbagliato: battute comiche a raffica in un giallo. Mai visto. E mi è piaciuto, da morire. 

Di fatto stavo applicando nella vita vera il teorema del conte Mascetti: la supercazzola.
E come al cinema, incredibilmente, funzionò.

Ammetto che inizialmente, prima ancora di aprire il libro, la mia fiducia in questo volume era pari a zero. Non credevo mi sarebbe piaciuto, perchè la trama mi preannunciava qualcosa di calmo, avevo paura fosse noioso. Questo libro è tutto fuorché noioso, è un lampo in un cielo scuro, un arcobaleno alla fine della pioggia. 
Di solito prediligo libri di questo genere che hanno colpi di scena continui, che ti fanno tremare il petto e avere il cuore in gola dall'inizio alla fine. Se è quello che cercate, lasciate perdere. Se volete leggere un giallo diverso dagli altri, bingo, l'avete trovato.


"Non importa quanto in fondo sei sceso: se resti vivo, primo o poi torni a galla."

Sì, come forse si è capito mi è piaciuto molto questo volume. Non so perchè non ho dato cinque stelle, forse perchè essendo il primo volume immagino che i seguiti saranno ancora meglio.
Voto: 4 stelle e mezzo.

lunedì 21 gennaio 2019

Recensione: "Aurora nel buio" (Aurora Salviati #1) by Barbara Baraldi.

Titolo: Aurora nel buio
Serie: Aurora Scalviati #1
Autrice: Barbara Baraldi
Editore: Giunti Editore
Pagine: 528
Prezzo: 16,90€ (hardback) o 10,00€ (paperback) - Amazon

Aurora Scalviati era la migliore, fino al giorno di quel conflitto a fuoco, quando quel proiettile ha raggiunto la sua testa. Da allora, la più brava profiler della polizia italiana soffre di un disturbo bipolare che cerca di dominare attraverso i farmaci e le sedute clandestine di una terapia da molti considerata barbara: l'elettroshock. Quando per motivi disciplinari Aurora viene trasferita in una tranquilla cittadina dell'Emilia, si trova di fronte a uno scenario diverso da come lo immaginava. Una donna viene uccisa proprio la notte del suo arrivo, il marito è scomparso e l'assassino ha rapito la loro bambina, Aprile, di nove anni. Su una parete della casa, una scritta tracciata col sangue della vittima: "Tu non farai alcun male". Aurora è certa che si tratti dell'opera di un killer che ha già ucciso in passato e che quella scritta sia un indizio che può condurre alla bimba, una specie di ultimatum. Ma nessuno la ascolta. Presto Aurora capirà di essere costretta ad agire al di fuori delle regole, perché solo fidandosi del proprio intuito potrà dissipare la coltre di nebbia che avvolge ogni cosa. Solo affrontando i demoni della propria mente potrà salvare la piccola Aprile ed evitare nuove morti...


Adoro Barbara Baraldi e quando ho saputo che aveva scritto un thriller non ho potuto fare altro che inserirlo in wishlist. La fortuna ha voluto che, quando ho deciso di provare Kindle Unlimited (di cui troverete un post a breve), questo titolo fosse fra gli ebook gratuiti.
E' un libro particolare, con pregi e difetti.
Aurora Scalviati è un vice ispettore di polizia e torna al lavoro dopo una vicenda che ha cambiato completamente la sua vita. Un proiettile le è entrato nel cervello e questo ha dato inizio a ciò che lei più temeva: il disturbo bipolare. Il terrore di ciò che ha provato però non è forte quanto la sua voglia di scoprire la verità, di tornare a svolgere il lavoro che più ama. 
Da Torino viene trasferita in Emilia, in un posto dove non accade niente di brutto da almeno vent'anni.
La sfortuna vuole che la sera del suo arrivo si trovi nel bel mezzo di una scena del crimine: una donna è stata assassinata in maniera crudele, con chiodi conficcati nella carne e un messaggio inquietante scritto sul muro "Tu non farai alcun male". Come se non fosse abbastanza, la figlia della vittima, Aprile, è scomparsa. 
Aurora si ritrova invischiata nelle indagini ancora prima di entrare ufficialmente in servizio. Lei sa che quello non è un delitto passionale, un delitto d'istinto, ma qualcosa di premeditato e malvagio. C'è qualcos'altro oltre ciò che si vede al primo sguardo. 

In certi luoghi il male si annida come un ospite indesiderato. 
Come un predatore silenzioso.


Photo by catastrophepins
Aurora è costretta ad immergersi nel male più puro, entrare nella mente dell'assassino e capire quale sarà la sua prossima mossa. E' importante cercare di capire le motivazioni, cosa spinge l'assassino a compiere quei gesti pieni di orrore, così da poterlo anticipare e scovarlo prima che qualcun altro muoia. 

Ma se l'assassino fosse un passo avanti a te? 
E se avesse messo gli occhi su di te?
Di chi puoi fidarti quando non conosci nessuno


A volte niente è più liberatorio che raccontare a un perfetto sconosciuto qualcosa che faticheresti a dire a te stesso.

Questo libro l'ho divorato. La narrazione comincia entrando immediatamente nel vivo, senza tanti preamboli. Siamo subito immersi nel giallo, con un misto di ansia, paura e inquietudine. Riusciamo a sentire il cuore di Aurora che batte ad un ritmo sempre più serrato, sia per l'eccitazione e l'emergenza di risolvere il caso, sia per la sua paura di non riuscire più ad essere come prima. 
Aurora, come spiegato all'inizio, ha avuto un "piccolo" problema: una pallottola nel cervello. Questo non significa che anche prima di quell'avvenimento tutto le fosse sempre andato bene. E, ovviamente, quando qualcosa può andare male, andrà sicuramente peggio di come ci siamo immaginati. 
Aurora (che rinominerei "mai una gioia") ha avuto tutte le sfortune del mondo e, per quanto sia un personaggio forte e decisa delle sue convinzioni, mi è sembrata troppo. Non fraintendetemi, è una bella protagonista, mi è piaciuta molto. Il suo background è invece quasi troppo costruito: è un personaggio quasi teatrale. La sua psicologia e il suo carattere sono stati ben raccontati e costruiti, ma il suo passato è troppo finto. 
Vogliamo parlare dell'amore nato dopo (ad esagerare) 48 ore? I due personaggi coinvolti non sono male insieme, ma è stato tutto troppo veloce e mi è davvero dispiaciuto. Capisco che per tempistiche precise (la storia comprende poche giornate in totale) non si sia potuto fare diversamente, ma anche qui, troppo finto.
Molto veritiero, invece, ho trovato il contorno: l'Emilia, con i suoi paesini e la sua gente. Io sono romagnola e ho sentito estremamente reale le leggende e le persone. Qui la superstizione regna sovrana, soprattutto nella gente più anziana. Ti è successa una cosa bella? La sera, senza che nessuno ti veda, butta del sale fuori dalla porta, così che l'invidia altrui non ti raggiunga. Storia vera, vita vissuta. E superstizioni del genere in paesini molto piccoli continuano ad avere la loro forza e la loro credibilità.

"Non credo ai detti popolari" disse Aurora, facendo ruggire il motore. 
"Ma credo nella cattiveria degli uomini. E' quella che uccide, non la superstizione"

Sicuramente Barbara Baraldi sa come si scrive un thriller. Sotto quel punto di vista non ho trovato nessun difetto. Certo, il finale è un colpo di scena dopo l'altro. Seguendo il ragionamento di Aurora riusciamo a capire chi possa essere il killer, ma di certo non ci si aspettava la rivelazione finale che chiude completamente il cerchio sul Lupo Cattivo
Non mi è dispiaciuta la doppia linea temporale, quella di Aurora nel presente e dell'inquisitore nel passato, ma anche senza quest'ultimo il filo del romanzo sarebbe stato lo stesso, secondo me. 

Non aver paura di affrontare i tuoi fantasmi. Sarai sempre più forte di loro. 
Devi solo ricordarti chi sei."


Cos'altro dire? Non vedo l'ora di leggere "Osservatore oscuro" e vedere come proseguirà la vita in Emilia di Aurora. Riuscirà a trovare un po' di pace? 
Voto: 4 stelle

domenica 20 gennaio 2019

Kindle Unlimited: come funziona?

Buongiorno lettori!
Oggi voglio parlarvi di Kindle Unlimited, un'opzione di Amazon che ho testato gratuitamente per 30 giorni e a cui, poi, mi sono abbonata.



Kindle Unlimited è un'opzione che permette di leggere una moltitudine di titoli in maniera totalmente gratuita. Ci sono libri molto interessanti e di diverso genere: dal thriller mozzafiato ai classici, dai libri narrativi ai romanzi rosa. Vogliamo forse dimenticarci dei fantasy? Certo che no!
E' possibile provare questo servizio in maniera totalmente gratuita per i primi 30 giorni e solo dopo verrà a costare 9,99€ al mese. Se non siete soddisfatti del servizio (anche durante la prova) basterà eliminare l'iscrizione e l'abbonamento verrà cancellato. 

Per chiarire di cosa si tratta, vi copio e incollo alcune delle domande frequenti, con annessa risposta, direttamente dal sito di Amazon.


Cos'è Kindle Unlimited? Kindle Unlimited è un servizio che ti permette di leggere quanto vuoi, scegliendo tra oltre un milione di titoli, tra cui più di 30.000 in lingua italiana. Esplora liberamente nuovi autori, libri e generi, tra cui narrativa, romanzi rosa, gialli e thriller e molto altro. Puoi scaricare fino ad un massimo di 10 titoli per volta e leggerli su tutti i dispositivi Kindle e su telefoni o tablet Android, iPad, iPhone, PC e Mac attraverso le applicazioni di lettura Kindle gratuite. Kindle Unlimited è disponibile a 9,99 EUR al mese. L'iscrizione a Kindle Unlimited si rinnova automaticamente ogni mese. Alla scadenza del periodo di prova, l'iscrizione viene convertita in abbonamento a pagamento. Puoi cancellarti in qualsiasi momento. Provalo gratuitamente per 30 giorni.
Come posso trovare i titoli della selezione Kindle Unlimited?I titoli della selezione Kindle Unlimited sono disponibili nel Kindle Store insieme agli altri eBook Kindle. Cerca l'icona di Kindle Unlimited e clicca sul bottone "Leggi gratis con Kindle Unlimited" sulle pagine prodotto degli eBook Kindle per iniziare la lettura.
Ho bisogno di un dispositivo Kindle per usufruire di Kindle Unlimited? No. Puoi leggere i titoli della selezione Kindle Unlimited sul tuo dispositivo Kindle o sul tuo smartphone, tablet o pc attraverso le applicazioni di lettura Kindle gratuite.
Come posso iscrivermi a Kindle Unlimited dal mio dispositivo iOS?Per iscriverti a Kindle Unlimited sul tuo iPhone o iPad. Puoi trovare e scaricare i titoli Kindle Unlimited dal tuo browser nello stesso modo in cui acquisti gli eBook nel Kindle Store e leggerli con le applicazioni di lettura Kindle gratuite.
Kindle Unlimited è disponibile per i clienti non residenti in Italia?Kindle Unlimited è attualmente disponibile negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Spagna, in Francia e in Germania ma abbiamo in programma di estendere questo servizio in altri Paesi.
Se siete interessati, non vi rimane che cliccare sul banner in alto al post.

La mia opinione?
Trovo Kindle Unlimited un servizio ottimo, ma con qualche difetto. Alcuni titoli proposti sono ormai gratuiti ovunque e altri titoli interessanti non sono compresi. 
L'opportunità di usufruire di un mese gratuito è geniale: potrete così valutare se il servizio vada bene per voi. 
Vi ricordo che potrete scaricare gratuitamente un massimo di 10 titoli e, prima di scaricarne un altro dovrete necessariamente restituirne uno. 
Io mi sto trovando molto bene. 

Esempi di ebook gratuiti che si possono trovare:

  • Serie Lux di Jennifer L. Armentrout
  • "Aurora nel buio" di Barbara Baraldi
  • "La battaglia delle tre corone" di Kendare Blake
  • "Animali Fantastici e dove trovarli: Screenplay Original"
  • molti libri di Karin Slaughter
  • Serie Hyperversum di Cecilia Randall
  • Serie "The Worldwalker" di Josephine Angelini
  • molti libri di Brandon Sanderson
  • Serie di "Harry Potter"
Qualcuno di voi ha altre esperienze da riportare? Pensate di usufruire di questo periodo di prova gratuita?

venerdì 18 gennaio 2019

Recensione: "Millennio di fuoco. Seija" (Millennio di fuoco #1) by Cecilia Randall

Titolo: Millennio di fuoco. Seija
Serie: Millennio di fuoco #1
Autrice: Cecilia Randall
Editore: Mondadori
Pagine: 415
Prezzo: 9,90€ (Amazon)

Baviera 1999 d.C. 
Mille anni sono trascorsi da quando il demoniaco popolo vaivar è apparso in Europa, muovendo dalle lande desolate oltre il Volga per reclamare il possesso delle terre abitate dagli umani e cambiare la Storia per sempre. Da allora una guerra infinita strazia il continente ormai condannato a un eterno medioevo, in cui i regni nati dalle ceneri dell'antico Sacro Impero sopravvivono a fatica tra alleanze precarie, rovesciamenti di fronte ed epidemie. I vaivar avanzano con armate di creature innaturali e spaventose, i manvar: la loro marcia procede inesorabile e sono giunti ormai nel cuore della Baviera. Ed è qui che troviamo Seija, giovane coraggiosa e tenace, l'erede di un'antica stirpe di guerrieri pagani, cacciati dalle terre di Kaleva proprio in seguito all'invasione dei vaivar. Adesso il suo popolo, decimato e nomade, sopravvive offrendo ai cristiani la propria abilità militare in cambio di cibo e di un luogo sicuro in cui piantare le tende. Seija è pronta alla lotta contro l'esercito vaivar comandato dal più grande nemico degli umani: Raivo, il Traditore dalla Mano Insanguinata, stratega temibile, condottiero spietato e unico uomo a essersi venduto anima e corpo ad Ananta, l'immortale regina dei vaivar, per farsi trasformare in un demone plurisecolare e sterminare quella che una volta era la sua specie. Ma quando Seija è costretta ad affrontare il Traditore nel pieno della battaglia, il fantasma di un antico segreto cambia per sempre il suo destino.



E' il 1999, ma ci troviamo in una realtà ancora medievale. L'umanità combatte da quasi un millennio i demoni. Gli uomini hanno messo da parte le loro divergenze e si sono uniti contro le forze del male.
Cristiani e pagani insieme. Cavalieri di Roma insieme al popolo saahavi. Tutto il popolo d'Europa unito contro le forze demoniache. 
Seija, la protagonista, è a capo del popolo saahavi, insieme al fratello, ed è un'ottima guerriera. Il suo popolo non fa distinzioni fra uomo e donna, tutti possono combattere se ben addestrati, e lei ne è la prova. E' una ragazza forte, dai principi nobili, che farebbe di tutto per fermare l'avanzata demoniaca, anche rischiare la propria vita.
Dall'altra parte del campo di battaglia abbiamo Raivo, meglio conosciuto come il Traditore dalla Mano Insanguinata, colui che ha voltato le spalle a tutto ciò che era per diventare un demone. L'Eroe degli umani ha consapevolmente rinunciato ai suoi principi per passare dalla parte del nemico. Pericoloso, letale, invincibile. La Mano Insanguinata che regge la spada ha ucciso migliaia e migliaia di umani, senza mai risparmiarne nessuno. 
Cosa succede se Seija, disposta a sacrificare la sua vita, incontra Raivo, che non ha alcuno scrupolo? 

"Se non ci fosse paura, non ci sarebbe coraggio, solo incoscienza" replicò Seija.

Conoscevo Cecilia Randall solo per la trilogia "Hyperversum": avevo iniziato il primo romanzo, ma non ero riuscita a terminarlo. Con questo libro avevo paura che finisse allo stesso modo, anche perchè il fantasy epico non è proprio il mio genere. 
Per mia fortuna non mi lascio scoraggiare facilmente. Inizialmente è lento a partire, ma dopo i primi capitoli la storia ti ingloba e non ti lascia più andare. 
Seija è un personaggio forte e determinato, una donna diversa da tutte quelle attorno a lei. Il suo popolo è pagano a differenza di quasi tutto il resto dell'Europa. Il suo popolo addestra le donne come farebbe con gli uomini, nel resto del mondo invece le donne sono buone solo a fare le mogli e le madri. 
Seija nemmeno ci ha mai pensato a diventare una moglie o una madre: pensa alla battaglia e al bene del suo popolo. Vuole eliminare i demoni per la sicurezza di tutta l'umanità e trovare un luogo dove poter far vivere in maniera stabile la sua gente, che oramai è diventata una tribù nomade. 
Seija ha paura, ma non permette che questa la blocchi o la allontani dal suo obiettivo. Ha più coraggio, forza e dedizione di tutti gli altri personaggi presenti nel romanzo.
Raivo è il villain di questo romanzo e lo capiamo immediatamente, fin dal primo capitolo. E' un essere malvagio, senza cuore, che non vuole fare altro che sterminare l'umanità. La sua Mano Insanguinata è stata più e più volte coperta dal sangue delle sue vittime. 
Il suo obiettivo è quello di vedere sul campo di battaglia i corpi di tutti gli uomini d'Europa, con daghe piantate nel ventre, con la testa decapitata o con spade infilzate nella schiena. 
Raivo è un personaggio intrigante, che inizialmente non puoi fare a meno di odiare per le oscenità che commette, ma, prima di accorgermene è diventato il mio personaggio preferito. E' un personaggio complesso, che non svela mai completamente le sue carte.

Quante leggende tenebrose erano arrivate dall'Est dell'Europa, 
leggende che raccontavano di uomini che si trasformavano
in bestie o in mostri assetati di vite umane dopo il morso di creature analoghe?
Nessuno aveva mai creduto a quelle storie finchè non era stato troppo tardi
per arginare il moltiplicarsi di quei demoni venuti dal freddo. 

I personaggi secondari sono molteplici, ma tutti davvero interessanti. Sarei curiosa di vedere approfondite le storie di Ari (fratello di Seija) e di Kaz (il braccio destro di Raivo), perchè credo che sarebbero davvero storie fantastiche.
Il mondo creato dalla Randall è fantastico e assolutamente realistico e, nonostante le descrizioni dettagliate dei diversi luoghi, mai noioso. L'unica cosa che mi ha fatto abbassare la valutazione è il mondo confusionario in cui viene spiegata la creazione dei diversi tipi di demone: è spiegata la differenziazione fra vaivar, manvar e altre tipologie.
Ho trovato questo primo libro della duologia assolutamente fantastico, tanto che l'autrice è riuscita a farmi piacere un genere al quale solitamente nemmeno mi avvicino.
Voto: 4 stelle e mezzo.

giovedì 17 gennaio 2019

Cover Reveal: "Time vampires. Codice Agatha" by Therry Romano.

Titolo: Time vampires. Codice Agatha
Autrice: Therry Romano
Editore: Astro Edizioni
Prezzo: 16,90€
Dove acquistarlo: qui

Ti porteranno via la cosa più preziosa. Non è il tuo sangue, ma il tuo tempo. Stanno arrivando… sei sicura di essere pronta?


Kira, un’agente di una squadra “fantasma” assoldata da un’organizzazione privata, indaga sulla strana morte del professor Krainager, amico di Max, suo capo e tutore. Dopo essere approdata a Memphis sulle tracce di un sospettato, incontra Damien, un uomo misterioso che scambia per un militare.
Al loro primo contatto fisico, Kira riceve una strana scossa e una sensazione sgradevole che la destabilizza e le fa comprendere che quell’uomo non è ciò che appare. Proseguendo nelle sue indagini, scopre che Damien nasconde un segreto e l’incontro con il suo discepolo, Jamal, solleverà il velo su una dimensione sconosciuta e affascinante, che cancella tutte le razionali certezze della ragazza.
Kira viene così catapultata nel mondo di esseri antichi, che appartengono a una élite di predatori. Simili a “vampiri”, sottraggono al genere umano una cosa di vitale importanza: il tempo.

L'AUTRICE
Therry Romano, laureata in Scienze dell’Amministrazione, lavora in una PA e sostiene progetti di volontariato. Sposata, due figli che adora e che la supportano.
Ha pubblicato alcuni racconti brevi come: Questioni di carta e di pizzo, Il matrimonio della cugina, Diario di una fan; una favola paranormal, Kissmet, baci dal passato, un gothic romance Un graffio al cuore, uno YA dolcissimo Una fairy per gli Scream e un fantasy Angel Down.
Il prequel di Time Vampires, uscito come episodio pilota, ha raccolto l’approvazione dei lettori, dando la possibilità al romanzo di venire alla luce.