giovedì 2 giugno 2011

Recensione: Beastly.

Eccomi qui ancora.
Oggi sono in vena di recensioni, il libro di cui parlerò l'ho letto un paio di mesi fa, ma me lo ricordo come se fosse ora.


Titolo: Beastly
Autrice: Alex Flinn
Editore: Giunti
Pagine: 380
Prezzo: 15.00 €


Kyle Kingsbury è ricco, bello e popolare. A scuola è considerato quasi un dio, è abituato a prendersi gioco di tutti e quando arriva Kendra, una ragazza bruttina ed emarginata, decide di farle un terribile scherzo. Non può sapere che lei, una strega sotto mentite spoglie, lo maledirà per la sua crudeltà, tramutandolo in una bestia. Orribilmente deturpato, Kyle è costretto a vivere isolato nell’appartamento-prigione in cui il padre l’ha confinat per nasconderlo. Due anni: questo il tempo che Kyle ha per spezzare l’incantesimo, e l’unico modo è innamorarsi ed essere riamato. Altrimenti rimarrà così per sempre. 


RECENSIONE
Tutti conosciamo la storia della Bella e la Bestia. Lui era troppo egoista ed egocentrico e una strega, per fargli capire quanto sia brutto all'interno, gli lancia una maledizione trasformandolo  nella creatura più brutta che si possa mai aver visto, in una vera e propria bestia, dicendogli che ha solo un anno di tempo per trovare qualcuno che gli dica che lo ama, altrimenti non riavrà mai il suo vero aspetto. Ovviamente lungo il cammino decisamente sofferto, Kyle (questo è il nome del bel giovane trasformato) incontra Lindy, che già conosceva ma che non aveva mai degnato di uno sguardo e nemmeno della parola quasi. Deve riuscire a farsi amare per tornare quello che era, ma potrà riuscirci proprio lui che prima della maledizione prendeva in giro chiunque non avesse un aspetto perfetto?


Sarà che "La bella e la bestia" era ed è il mio cartone Disney preferito. Sarà che è la favola che più ho amato da bambina e amo anche ora. Sarà che in tutto il libro ci sono rifacimenti a sonetti di Shakespeare e a libri della letteratura classica, che personalmente adoro. Sarà che Alex Flinn ha un modo di scrivere che mi piace; ma questo libro si merita tutte e 5 le stelline. Ovviamente la trama è già sentita, l'originalità non era sicuramente fra gli obiettivi dello scrittore; eppure è riuscito a dare un volto nuovo e fresco alla classica favola.
p.s. Ho letto in altre recensioni che molti si sono lamentati per il fatto che nel libro spesso i problemi vengano risolti dai soldi e dalle carte di credito del protagonista. Vorrei ricordarvi che anche nella favola la Bestia viveva in un castello ed era molto ricco. Vogliamo dimenticarci dei divertenti domestici del cartone animato?

Voto: 10/10.


Charlie.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)