domenica 14 agosto 2011

Rubrica XXO #2.

Ciao a tutti!
Stasera ho l'onore di occuparmi della nuova rubrica di questo piccolo blog che ha tanta voglia di crescere e fame di novità. Vi parlerò di Euterphe XXO, rubrica settimanale ideata da Lady Earnshaw, amministratrice del blog The Hungry Wolf, che vale la pena di visitare.



Non sapete di che si tratta? Ve lo spiego io in due parole, o qualcosina in più. Consiste semplicemente nell'associare una canzone a un libro, a patto che ne riprenda le tematiche fondamentali o che abbia qualcosa in comune con il libro in questione.

Il libro che ho scelto è:
"Delirium" di Lauren Oliver
Piemme Freeway


-Vuoi ballare?- Mi prende in giro.
-Dai!- Lo allontano con uno schiaffetto. Sembra strano parlare ad alta voce in un posto così silenzioso. La voce di Hana ci torna alle orecchie echeggiando, sembra lontana, e mi chiedo quanto sia grande questa casa, quante stanze ci siano, tutte ricoperte dallo stretto fitto strato di polvere, tutte avvolte nell'ombra.
-Sto dicendo sul serio- mi fa lui. Allarga le braccia. -E' il posto perfetto per farlo.-
Siamo in piedi al centro di quello che un tempo doveva essere uno splendido soggiorno, E' gigantesco, più grande dell'intero pianterreno dell'appartamento di Carol e zio William. Il soffitto si allunga nell'oscurità e un enorme lampadario

penzola sopra di noi, scintillando debolmente nei pochi raggi di luce che s'insinuano attraverso le finestre schermate. Se si tende l'orecchio, si sentono i topi che sgattaiolano nelle pareti, ma per qualche motivo non è disgustoso o spaventoso. In un certo senso lo trovo gradevole e mi fa pensare ai boschi e ai cicli infiniti di crescita e morte e rinascita, come se quello che stiamo sentendo in realtà fosse la casa che si ripiega su di noi, centimetro dopo centimetro.
-Non c'è musica- gli faccio notare.
Lui scrolla le spalle, mi fa l'occhiolino, mi tende la mano. -La musica è sopravvalutata- commenta.
Io lascio che mi avvicini a sé e ci troviamo petto contro petto. E' talmente più alto di me che la mia testa gli arriva a malapena alla spalla e sento il cuore che gli batte nel petto. E' tutto il ritmo di cui abbiamo bisogno.
Per quanto non mi piaccia il personaggio, non posso non ammettere che la sua canzone sia adatta a rappresentare questo libro, almeno per quanto riguarda la prima strofa e il ritornello. Non solo riprende questa scena o forse è meglio dire che è questa scena a riprenderlo, anche se di certo non appositamente.


I remember when we kissed
I still feel it on my lips
The time that you danced with me
With no music playing



Ma ci sono anche altri dettagli in comune. A Lena infatti piace scattare foto istantanee che catturino l'attimo, che poi torna a rimirare quando è sola.

I look at your photograph
all the time

Beh, sono soprattutto foto di lei e Alex, il ragazzo che le cambia la vita, le fa comprendere che nulla al mondo è come lei è stata abituata a credere. Se ne innamora, anche se non dovrebbe, anche se l'amore è illegale, è una malattia. Ma lei non riesce a pensare più ad altro, Alex diventail suo primo ed unico pensiero appena sveglia.

I could honestly say
You've been on my mind
Since i woke up today

E che dire del titolo? Non voglio fare troppi spoiler. Allora eccovi il video con la traduzione di

"Goodbye" di Miley Cirus





Anche Charlie ha avuto la sua intuizione!

Il suo libro è:
"Rebel" di Alexandra Adornetto
Nord


Durante la lettura, nel momento in cui i tre angeli arrivano sulla terra si sentono strani e si guardano attorno perchè la Terra è così colorata, così vivace. Oltretutto un ragazzino li vede e capisce che in loro qualcosa è diverso. Ha immaginato che questo ragazzo avesse visto la loro anima e è venuta in mente "Halo" di Beyoncè.
Ecco il video:


Giav

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)