lunedì 12 settembre 2011

"CITTA' DEGLI ANGELI CADUTI" di Cassandra Clare: COVER ITALIANA, che ne pensate?

Salve a tutti!
Stamattina ho visto la cover italiana del quarto libro della saga di Cassandra Clare "The Mortal Instruments"/"Shadowhunters", che in Italia uscirà il 25 Ottobre.
Nonostante preferisca le cover americane, pienamente coerenti con la storia e molto più intriganti e vivaci, devo dire che non sono rimasta poi troppo delusa. Ormai mi sono abituata ai cappucci neri e ai graffi colorati in viso, che non sono affatto un segno di riconoscimento degli Shadowhunters, ma solo l'idea fantasiosa di qualche grafico o che so io. Ovviamente ormai era certo che le copertine sarebbero rimaste su questa linea per coerenza e infatti questa sembra la versione speculare al femminile della copertina di "Città di Vetro" dove ritroviamo uno pseudo Jace. Il senso di mettere proprio una pseudo Clary in questa copertina non lo trovo, dato che è stato molto più protagonista Simon, ma non voglio essere troppo matelica!
E in copertina, per dimostrare la grande cultura della nostra Cassandra, una citazione direttamente dal "Cantico dei Cantici":

Mettimi come un sigillo sul tuo cuore, come un sigillo sul tuo braccio; perché l’amore è forte come la morte, la gelosia è dura come il soggiorno de’ morti. I suoi ardori sono ardori di fuoco, fiamma dell’Eterno.

Voi che ne pensate? Eccola:


Vi ricordo che potete trovare la mia recensione in anteprima italiana qui!
Fateci sapere tutto ciò che vi passa per la mente!

Giav


4 commenti:

  1. ..sinceramente non mi piace più di tanto..potevano scegliere meglio..

    RispondiElimina
  2. la cover originale era molto più carina, però d'altronde questa ha coerenza con le altre pubblicate, ma soprattutto nella versione economica, perché ricordo che i primi 2 libri rilegati erano usciti con la cover originale e poi la Mondadori ha deciso di cambiarle a partire dal terzo libro e ha pubblicato anche il primo e secondo libro nella collana oscar con la nuova veste grafica.

    RispondiElimina
  3. Anche io preferisco di gran lunga le copertine americane, queste per me non hanno senso, però mi aspettavo di peggio sinceramente. Vedere il bicchiere sempre mezzo vuoto spesso mi aiuta. Sara, hai ragione, la Mondadori dice che il cambio di cover li ha fatto vendere molto di più... contenti loro! Tanto io ho la versione cartacea con la copertina americana direttamente da New York, in caso la metto di sopra a quella italiana xD

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)