giovedì 22 settembre 2011

Recensione in anteprima: Nightshade.

Buon pomeriggio a tutti!
Nell'ultima puntata di "In my mailbox" vi ho mostrato che avevo ricevuto una copia di un romanzo che attendevo da molto tempo e che è uscito nelle librerie italiane oggi, 22 settembre 2011. Di cosa si tratta? Di "Nightshade" di Andrea Cremer, un fantasy che ha avuto molto successo oltre oceano. Iniziamo con i dati principali di questo libro.


Titolo: Nightshade
Titolo originale: Nightshade
Autrice: Andrea Cremer
Data di uscita: 22 settembre
Casa editrice: DeAgostini
Prezzo: €16.90
Pagine: 544



Ha il pieno controllo del branco, 
ma non del suo cuore.


Tutte le diciassettenni sognano di incontrare il vero amore. Tutte tranne Calla Tor. Nella sua testa c'è un solo costante pensiero: squarciare la gola dei suoi nemici. Calla è la femmina Alfa di una delle più potenti famiglie di Guardiani che vivono in America, creature magiche capaci di trasformarsi in lupi, e responsabili della protezione dei luoghi sacri. Ma Calla, destinata al maschio Alfa del branco vicino, sceglierà una strada diversa, semplicemente salvando un escursionista, un ragazzo della sua stessa età ferito da un orso. Da quel momento niente sarà più come prima, perché Shay - l'irresistibile umano - custodisce un segreto che potrebbe cambiare le sorti del mondo e far vacillare il cuore saldo di Calla.



La nuova saga paranormale bestseller in America e Francia
a settembre in libreria anche in Italia.



La Recensione
Per prima cosa vi lascio con il breve commento di Becca Fitzpatrick, autrice famosa.



Seducente e appassionante, Nightshade mi ha tenuto sveglia fino all’alba,
trascinata nell’intrigante e bizzarro mondo di Andrea Cremer,
dove gli umani sono ostaggio di un potente branco di lupi mannari
e niente è come sembra.


Becca Fitzpatrick


Per seconda cosa devo avvertirvi che questo libro è il primo di una trilogia (se volete saperne di più andate su questo sito). Sì, so che visto la Legge Levi iniziare una saga ora non è una buona idea, perché ce ne sono già tante in giro, ma se i due libri successivi sono come Nightshade, devo alzare le mani e arrendermi.
Partiamo dalla parte visiva: la copertina è sensazionale, sui toni del viola e del bianco, che fanno risaltare gli occhi della ragazza, di un dorato intenso. Un'altra cosa della grafica, che però non fa riferimento alla copertina, bensì all'interno del libro, è la prima pagina di ogni capitolo: per esempio, la prima in assoluto è totalmente grigia. No, non mi sono ammattita; andando avanti con i capitoli, ogni prima pagina (sempre grigia) si scopre una parte di luna, abbiamo prima la luna crescente e poi quella calante, per poi ritornare ad una notte senza luna. Semplicemente stupendo e innovativo, ma ciò non implica che questo renda un libro interessante ed intrigante.
Eppure questo libro è così, ma ora veniamo alla storia.
Nel primo capitolo scopriamo già che la protagonista, Calla Tor è una diciassettenne licantropo; infatti si descrive come un enorme lupo bianco, intento a lottare, a combattere, la cosa che più adora. Sì, perché lei, Calla, è una guerriera, figlia del capo alfa del branco dei Nightshade e quindi a sua volta alfa del suo piccolo gruppo di giovani licantropi. E' nel bel mezzo del perlustramento insieme al suo braccio destro Bryn, nonché sua migliore amica, quando vede un umano aggredito da un orso; sa che non dovrebbe intromettersi, eppure lo fa e riesce a far scappare il predatore, dopo averlo azzannato un paio di volte. Sa anche che non dovrebbe aiutare l'umano che se non riceverà cure immediate morirà dissanguato in fretta, eppure lo fa infrangendo un'altra regola: si trasforma in umana davanti a lui per poi fargli bere un po' del suo sangue per facilitare la sua guarigione. Il sangue dei licantropi è più forte di quello umano, infatti dopo pochi secondi le ferite del ragazzo, che ha più o meno la stessa età di Calla, sembrano non essere mai esistite. Lei gli dice di andarsene e non farsi più vedere su quella montagna, ma lui la ferma e Calla senza pensarci due volte lo stende con un pugno per poi portarlo alla sua macchina e scomparire nella foresta. 
Calla sa che ciò che ha fatto è proibito e sa che se venisse scoperta per lei sarebbero guai molto grossi. Quando arriva a casa e vede la sua Custode crede che per lei sia la fine, ma invece Lucine è lì per parlare dell'unione, un matrimonio combinato. Sì, perché Calla il 31 di ottobre di quell'anno (circa un mese dopo) avrebbe compiuto diciotto anni e quella stessa notte sarebbe diventata la moglie del figlio di un alfa di un altro branco: Renier Laroche del clan dei Bane.
Andando avanti scopriamo che Renier, Ren per tutti, è un bel ragazzo dagli occhi neri che fa tremare le gambe e il cuore di tutte le ragazze della scuola Mountain, quella che tutti i licantropi della zona frequentano insieme a figli di umani importanti. Calla ogni volta che i suoi occhi dorati si posano su di lui sente le farfalle nello stomaco, ma conosce la natura di Ren, che oltre ad essere un playboy è anche un alfa, quindi portato naturalmente alla caccia (e non mi riferisco a quella degli animali). Eppure lui sembra felice dell'unione che è stata scelta dai loro Custodi, infatti fa di tutto per provocare Calla, prendendola in giro chiamandola affettuosamente e scherzosamente "Lily" e provandoci davanti a tutti, ma lei deve rimanere pura fino all'unione e lui questo lo sa, ma Ren non è abituato ad aspettare.
Sembra tutto trascorrere tranquillo finché non viene presentato un nuovo studente Seamus "Shey" Doran e Calla nonostante non sapesse il suo nome lo conosce molto bene. Si tratta del ragazzo escursionista che lei ha salvato dall'orso. Credeva di non rivederlo mai più, eppure era lì in piedi davanti a lei e una strana sensazione la assale oltre la paura, l'attrazione. Eppure Calla sa che lei appartiene a Ren e niente o nessuno potrà cambiare le cose.
Questa però non è solo una storia d'amore; infatti fuori da un locale mondano lei e Shay vengono attaccati dai Cercatori. Dopo averne ucciso uno e catturato un altro, lei racconta a Shay tutta la storia su ciò che è e le regole del suo mondo, anche se sa che anche in quel momento sta trasgredendo alle regole. Ogni volta che lei e il ragazzo umano si incontrano una delle ferree leggi che a Calla e agli altri Guardiani (perché è ciò che sono i licantropi in questo romanzo) sono state imposte viene trasgredita; anche la regola più importante. 
Questo fantasy mi ha rapita (letteralmente, infatti l'ho letto tutto questa notte) e il finale lascia chiaramente intendere che ci sarà un seguito e sinceramente non vedo l'ora che arrivi in Italia. Andrea Cremer sa descrivere perfettamente i sentimenti contrastanti e i comportamenti di una diciassettenne e ha inventato una storia e delle regole nuove, che finora non erano ancora state proposte nei clan. 
Consiglio il romanzo? Assolutamente sì. 
Voto: 10.

Ragazzi, se deciderete di acquistare e leggere questo libro ditemi cosa ne pensate. In ogni caso restate sintonizzati, ci saranno degli speciali su questo fantasy.
Charlie.

3 commenti:

  1. lo voglio!!! e questo Ren m'intriga un sacco, per non parlare di Shey!!! *_____*

    RispondiElimina
  2. Lo voglio, lo voglio! Cavoli che lo prendo! :)

    RispondiElimina
  3. Affascinante, molto affascinante. Non sono proprio indirizzata verso questo genere ma questo ha un non so che di interessante. Lo leggerò. ^^

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)