martedì 1 novembre 2011

Intervista, Recensione e Estrazione Giveaway: "Licantropi" di Simonetta Santamaria e Luigi Boccia

Salve a tutti,
ecco la prima recensione post Halloween in tema. In più una fantastica sorpresa: un'intervista a una degli autori del libro, Simonetta Santamaria.


Casa Editrice: Gremese
Pagine:192 Prezzo: 19.50
Data di pubblicazione. 7 Ottobre 2011
ISBN 978-88-8440-665-1

Dalla storia alle leggende, dal folklore alla letteratura, al cinema e alla musica: una guida completa in ogni suo aspetto in 192 pagine con più di 150 illustrazioni, notizie documentate e curiosità provenienti da tutto il mondo, che intende fornire una ricostruzione approfondita e dettagliata del fenomeno della licantropia

Il licantropo è generalmente considerato un essere spaventoso, dotato di una forza soprannaturale e di un istinto predatorio, che assume il suo aspetto ferino nelle notti di luna piena. Ma come è nata questa credenza? E in che modo è giunta fino a noi? Un testo che parte dalle risposte a queste domande per proporre una ricostruzione approfondita e dettagliata del fenomeno della licantropia, analizzato anche nei suoi aspetti meno noti. Dall’origine del mito del lupo mannaro alla sua rivisitazione cinematografica, dall’uomo-lupo nella letteratura mondiale alle leggende che lo circondano, un’inedita presentazione di una delle creature fantastiche più popolari di tutti i tempi.

Recensione

Siete attratti dal buio e dall'oscurità e da tutto ciò che vi si nasconde? Siete incuriositi da tutto ciò che deraglia dai binari della quotidianità? Siete sempre stati intrigati dall'arcana battaglia fra affascinanti vampiri e misteriosi uomini lupo? Non siete riusciti a rimanere neutrali come la Svizzera e avete dovuto obbligatoriamente schierarvi? Ma da quale parte?
Sia che vogliate semplicemente conoscere meglio il nemico, sia che il branco e gli ululati notturni v'intrighino più di uomini pipistrello con problemi di dentatura, ecco quello che fa per voi.

Questo saggio si propone e, a mio parere, riesce pienamente a esaurire qualunque dubbio su questi esseri tanto citati e poco realmente conosciuti, dando loro allo stesso tempo una dignità nuova, sfatando tutti i falsi (e spesso ridicoli) miti e raccontando quelli reali e molto più interessanti.

Conoscerete le origini di questo mostro sacro nel folklore di culture antichissime e come queste credenze si siano tramandate ed evolute nel tempo e nello spazio e spesso rimarrete meravigliati.
Leggerete molti casi realmente accaduti che non vi faranno dormire la notte, testimonianze e documenti alla mano.
Scoprirete le varie spiegazioni scientifiche che sono state date nei secoli (come ad esempio ipertricosi o porfiria) e i vari rimedi, naturali o meno, che sono stati sperimentati.
Vedrete come il nostro misterioso, affascinante, vigoroso e fiero animale sia stato "musa" della letteratura, del cinema, della musica e perfino di fumetti e di giochi, più o meno recenti.

Il tutto è presentato con estrema chiarezza e ordine, in un edizione davvero molto curata, piena di illustrazioni, curiosità e citazioni, con una copertina rigida davvero affascinante. Insomma, un'interessantissima "Enciclopedia del licantropo" che riesce a delineare perfettamente una popolare figura che non ha mutato "pelle" per seguire le mode, come ha fatto ad esempio il vampiro in smoking, sbrilluccicante e vegetariano, perché non ne ha mai avuto bisogno. Come si legge nell'introduzione: "A noi piace questo suo modo di essere selvatico. (...) Ci piace perché è riuscito a non piegarsi alle mode della società consumistica, a restare immutato in attesa del prossimo plenilunio e della prossima vittima da sbranare"




Intervista a Simonetta Santamaria

- Cosa ti ha spinto a scegliere proprio il licantropo come protagonista del tuo saggio? Cos'è che ti affascina maggiormente di questa figura?
Luigi Boccia e io lo abbiamo scelto perché era da molto che non si scriveva nulla sul mondo mannaro, vittima della propagazione vampirica su ogni fronte e in ogni salsa. Al contrario, il licantropo non ha subito alcuna mutazione: non è riuscita ad addomesticarlo l’industria cinematografica hollywoodiana e neppure la letteratura mainsteam, e oggi è ciò che era all’inizio del mito: l’animale selvaggio per eccellenza relegato ai confini del sottobosco folklorico. Ecco cosa ci piace tanto di lui.

- Qual è stata la parte più complessa da realizzare? E quale la più divertente e interessante? Realizzarlo è stato anche per te una scoperta?
Non c’è dubbio che la parte storica è stata la più vasta e articolata, specie nella ricerca dei documenti e delle fonti; da una cosa ne veniva fuori un’altra, come le scatole cinesi. Mentre la più divertente è stata la ricerca musicale; mi sono resa conto di quanto assurda possa diventare una canzone traducendone il testo: molto meglio ascoltarla in lingua originale. Anche la ricerca delle immagini è risultata molto piacevole. Come per Vampiri – da Dracula a Twilight, il mio precedente saggio per la Gremese, con Licantropi ho imparato tanto di più sui mannari: questi libri sono una vera e propria miniera di notizie.

- Quanto tempo e quanta fatica ci sono voluti per portare a termine questo lavoro?
Sette mesi lavorando in due, tutti i giorni. Una gran fatica, ve lo assicuro!

- Perché e a chi in particolare consiglieresti di leggere il vostro saggio?
A chiunque sia spinto dalla curiosità e dalla sete di conoscenza. Essendo un saggio illustrato non ha né la boria né il peso inevitabile di un saggio classico; il nostro libro si legge che è un piacere.

- Pensi che ti dedicherai nuovamente alla realizzazione di un saggio dal tema simile?
Se è vero che non c’è due senza tre allora me ne toccherebbe un altro. Ma per il momento no, mi voglio disintossicare dalla saggistica. E comunque, se lo dovessi fare, solo e soltanto con la Gremese, ancora per la collana Saggi Illustrati. Io scrivo per passione, prima di tutto.

- Stai lavorando a qualcosa in questo momento? Se sì, puoi svelarci qualcosa o è top secret?
Romanzi. È dal 2008 che non ne pubblico uno, scelta legata all’insoddisfazione per una casa editrice con scarsa distribuzione. Ora sono in volo verso la grande editoria: se mai arriverò dall’altra parte sarete i primi a saperlo! Intanto godetevi questo affascinante viaggio attraverso l’oscuro mondo dei licantropi; e niente paura, noi vi terremo per mano. ;)

Allora auguriamo un grandissimo in bocca al lupo alla nostra carissima e disponibilissima Simonetta, speriamo di poter leggere presto un tuo nuovo romanzo!

Simonetta Santamaria, giornalista e scrittrice, vive e lavora a Napoli. Tra le poche autrici italiane specializzate nel genere horror, è stata definita dal quotidiano «la Repubblica» “una delle signore della suspense made in Naples”. Per Gremese ha pubblicato il volume Vampiri – Da Dracula a Twilight.

www.simonettasantamaria.net


Luigi Boccia, scrittore, sceneggiatore e regista, ha lavorato per diverse case di produzione cinematografiche, tra le quali la Eagle Pictures. Appassionato di folklore, è attualmente direttore della rivista americana di racconti «Weird Tales».


Estrazione giveaway

Abbiamo assegnato un punto in più a Stefania per la sua risposta. Ecco l'estrazione:

There were 16 items in your list. Here they are in random order:

  1. laddy91
  2. Aliena
  3. Rosa C.
  4. susina
  5. Sharon
  6. L557
  7. micia
  8. Martina
  9. mammasuperabile
  10. Stefania
  11. federica.dequino
  12. Stefania
  13. sofi97
  14. Carmen
  15. Fata Fatata
  16. tortorina89

Timestamp: 2011-11-01 12:27:00 UTC

Complimenti Laddy91!!! Manda una mail con i tuoi dati a giulyblack93@hotmail.it


Giav



3 commenti:

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)