sabato 10 dicembre 2011

Dialogo sulla Tempesta: parliamo di "Tempest" di Julie Cross

Buonasera a tutti!
Oggi io - Giav - e Charlie abbiamo scelto di fare qualcosa di diverso: dato che entrambe abbiamo letto lo stesso libro, più o meno contemporaneamente, abbiamo deciso di farvi conoscere, senza censure, tutti i nostri pareri, presentandoveli sotto forma di dialogo. Diteci che ne pensate, sia del libro che del nostro modus operandi!


Titolo: Tempest
Autore: Julie Cross
Editore: Fanucci
Pagine: 393
Prezzo: 9.90€
Data di uscita: 3/11/2011

Manhattan, 2009. Il diciannovenne Jackson Meyer è dotato della facoltà di viaggiare nel tempo. Una mattina, due uomini fanno irruzione nella camera della sua fidanzata Holly e le sparano; Jackson assiste impotente alla scena e, in preda al panico, salta nel tempo, ma si ritrova bloccato nel 2007, senza più riuscire a tornare nel presente. Così decide di rivivere il passato per cambiarlo, in modo che Holly non sia più in pericolo. Tornando ancora più indietro negli anni, Jackson scopre importanti segreti su di sé e la sua famiglia: le persone che ritiene più vicine sono in realtà pericolosamente diverse da quello che sembrano... Ma non è tutto: Jackson effettua due viaggi in un futuro non meglio precisato, in cui una misteriosa bambina di nome Emily gli mostra una New York totalmente devastata, mentre Manhattan sembra galleggiare in una dimensione surreale e perfetta. Jackson sarà costretto a prendere decisioni sconvolgenti che potranno compromettere per sempre la sua vita e quella di chi ama profondamente...

Julie Cross è una giovane scrittrice e blogger statunitense. Ama i film di Stephen King, la saga di Twilight e tutti i libri di HarryPotter. Tempest è il suo primo romanzo, in corso di pubblicazione in Francia, Germania, Regno Unito, Portogallo, Russia e Thailandia. La casa di produzione Summit Entertainment, che ha prodotto la saga di Twilight, ha acquisito i diritti cinematografici per Tempest per un prossimo film.




I nostri pensieri:


Cosa faresti se potessi viaggiare nel tempo, ma tutto ciò che desideri è tornare al presente? Cosa faresti se fossi bloccato in un tempo troppo lontano dal presente in cui la tua ragazza è stata appena colpita da un proiettile? Cosa faresti se scoprissi che il tuo caro padre non è altro che un agente della CIA? Cosa faresti se una serie di tizi misteriosi e sconosciuti venissero a darti la caccia all'improvviso rincorrendoti attraverso passato, presente e futuro? Cosa faresti se potessi tornare indietro per dare un addio dignitoso alla sorella gemella morta a cui non hai avuto il coraggio di dire addio? Cosa faresti se avessi la possibilità di scoprire il tuo vere passato, le tue vere origini, e il tempo di preparati per il tuo nuovo presente?


Giav: Tempest mi è piaicuto perchè è intrigante, sorprendente e divertente. E finalmente conosciamo l'amore dal punto di vista maschile, prospettiva abbastanza rara di questi tempi, e lasciandoci affascinare dal simpaticissimo protagonista. A te?

Charlie: Vedere un libro scritto da una donna che vede l'amore e la vita dal punto di vista maschile è.. strano, ma l'autrice secondo me è stata brava, mi è piaciuto e la trama era originale: non è la solita solfa dei viaggi nel tempo e poi Jackson sembra così figo!

Giav: Anche secondo me la Cross è stata brava, capace di mettersi nei panni di un ragazzo che apparentemente ha tutto..

Charlie: Ultimamente nella maggior parte dei libri i protagonisti sono poveri, hanno un lavoro oltre alla scuola perché non riescono a vivere (praticamente), invece Jackson è ricco ed è diverso quindi dal solito, però il fatto che con i suoi soldi riesca a "risolvere buona parte dei suoi guai" forse potrebbe sembrare scontato.


Giav: I soldi risolvono molti dei suoi guai, è vero, e gli permettono anche di fare un po' quello che vuole. Però la sua esperienza ci fa comprendere che i soldi non sono tutto nella vita, che non possono risolvere ogni problema: non possono riportare in vita la sorellina o la madre morta, non possono svelargli il suo passato...

Charlie: Concordo sulla questione dei soldi e sul fatto che non riescono a risolvere tutto, infatti ciò che realmente Jackson vuole non può averlo. Il finale poi mi ha lasciato a bocca aperta, non me lo aspettavo proprio che terminasse così, però mi ha lasciato anche con un po' di domande.. ci sarà un seguito?

Giav: Già, nemmeno io mi aspettavo un finale del genere, almeno non come primo libro, ma questo incentiva di più la nostra voglia di leggerne un seguito, che sicuramente ci sarà, infatti sarà una trilogia!


Charlie: La storia d'amore, poi, è una delle cose che più ho apprezzato.

Giav: Anche se il racconto della loro storia d'amore parte in media res, ci vengono descritti tutti i momenti salienti necessari per comprenderla a fondo, viverla e apprezzarla. C'è amore e anche la giusta dose di passione, secondo me, elemento che spesso non si sa dosare: o niente o troppo. In ogni caso i protagonisti mi sono piaciuto molto, i cattivi quasi per niente: banali, stereotipati e poco caratterizzati.

Charlie: Concordo, i cattivi mi stavano più antipatici non per il fatto di essere gli antagonisti, ma per il fatto che proprio la descrizione come era stata fatta te li rendeva tale..

Giav: Sì infatti. Ci sono molti scrittori che sono capaci anche di farteli adorare i cattivi anche in quanto tali. Secondo me, la bellezza di un cattivo sta nel suo fascino, nella sua ambiguità, nei suoi dissidi interiori o nelle sue radicate convinzioni. La Cross ti costringe a condividere la sua opinione di antipatia nei confronti dei Nemici Del Tempo (e del protagonista), mostrandoti ben poco di quello che hanno dentro.

Charlie: Poi il padre, inizialmente l'ho odiato profondamente, poi però l'ho rivalutato.

Giav: Per il padre ho provato sentimenti contrastanti, ma una volta comprese le sue ragioni non ho potuto non giustificarlo.

Charlie: E lo stile? A mio parere aveva qualche problema e ho notato molti refusi.

Giav: Non mi ha colpito particolarmente, a parte i vari refusi. In ogni caso, per lo stile semplice e il rapido susseguirsi di eventi vedrei molto questo libro come film, tu che ne pensi?

Charlie: Concordo, poi non so se hai notato ma ogni personaggio importante (Jackson, Holly, il padre, ecc.) è stato descritto come possessore di una particolare bellezza, quindi direi che è perfetto per essere un film.

Giav: Infatti guarda cosa ho trovato! http://hollywoodcrush.mtv.com/2010/10/06/tempest-summit/
Io sceglierei Logan Lerman, fra le proposte, anche se non è esattamente l'ideale.

Charlie: Già, è il più somigliante a Jackson per come è descritto nei libri. Ora, voto? Io gli darei un 7.5.

Giav: Io dico 7+.

4 commenti:

  1. Bella questa recensione!!! Complimenti! E' davvero carina e originale! Bravissime! =)

    Elena

    RispondiElimina
  2. davvero carina questa recensione con dialogo a due

    RispondiElimina
  3. recenzione molto originale.. questo è un blog ricco di sorprese, decisamente da seguire!!! Complimenti ;)

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)