venerdì 6 gennaio 2012

Friday Finds #3.

Buonasera a tutti!
Oggi riprende la rubrica settimanale Friday Finds, ideata dalla blogger dell'americano Should Be Reading. Consiste nel presentarvi i libri scoperti durante la settimana, nuovi o vecchi, di qualunque genere, basta che siano riusciti ad interessarci o colpirci in qualche modo. Saranno perciò più che gradite le vostre opinioni se avete già letto i libri in questione o se anche avete qualcosa da aggiungere.
Dopo un sacco di tempo ho il piacere di proporvi io qualcosa e oggi i libri da me scelti sono fortunatamente già tradotti e da poco usciti.

Questo primo libro è stato pubblicato nel mese di Ottobre dalla Mondadori al costo di 17,00 euro. Mi ha complito soprattutto la trama e il fatto che oltre al fantasy si intreccia l'investigativo e il thriller. Certamente i misteri da svelare non mancheranno
 Trama
Elizabeth è una ragazza bella e ricca che  ha appena festeggiato i diciotto anni con i suoi migliori amici sullo yacht di famiglia. Durante la notte qualcosa la sveglia. Colpi sullo scafo, da fuori, a pelo d’acqua. Qualcosa batte sulla fiancata dello yacht. Quando finalmente riesce a trovare la fonte di quel suono si sporge sull’acqua e vede in mare un cadavere . Il suo. Mentre si osserva galleggiare con un senso di straniamento e vertigine, la raggiunge Alex, un suo compagno di scuola morto un anno prima. Insieme, i due cercano di capire perché non sono andati “oltre”, perché vagano sulla Terra senza poter comunicare con nessuno eppure vedendo e ascoltando tutto, e per colpa di chi sono morti. Elizabeth assiste così alle indagini sul suo omicidio, e scoprirà che tutti, a cominciare dai suoi genitori, sua sorella e il suo fidanzato, nascondono dei segreti. Che forse sarebbe stato meglio non svelare…








Secondo volume proposto è un libro che non ha nulla a che vedere col fantasy. La storia toccante e intrigante di una donna, un intreccio di misteri e pericoli. Libro che, sono certe, sarà capace di tenere il lettore sulle spine sino alla fine. Firmato anch'esso Mondadori.

Trama                                                      
Mentre cammina per le strade di Parigi, Alex, una giovane donna di trent'anni, viene seguita da uno sconosciuto che, dopo averla aggredita e picchiata selvaggiamente, la carica su un anonimo furgone bianco facendo perdere le sue tracce. Portata in un magazzino abbandonato, la ragazza viene rinchiusa in una gabbia di legno appesa a due metri da terra.
Per lei non c'è via d'uscita: non sa dove si trova, né cosa voglia quell'uomo che non le rivolge mai la parola. I giorni passano tra mille sofferenze. Piegata dentro quella gabbia che non le permette il minimo movimento, in quel luogo umido e buio, Alex sente che il suo destino è segnato e che nessuno verrà a soccorrerla. Ha una sola certezza: il suo rapitore vuole vederla morire.
C'è però un testimone che ha assistito al rapimento, e grazie alla sua segnalazione il comandante di polizia Camille Verhoeven, un uomo fuori dal comune, con un tragico trascorso personale e modi formidabili, inizia a indagare sulla vicenda. Chi è il sequestratore? Perché ha architettato tutto questo? E, soprattutto, chi è davvero Alex?
Quando l'aguzzino viene finalmente identificato e la polizia fa irruzione nel luogo del sequestro, la gabbia è vuota. La ragazza si è volatilizzata. Da questo momento l'enigma di Alex e del suo passato terrà il lettore con il fiato sospeso fino alla fine, trascinandolo in un vortice diabolico che non lascia scampo.






 E voi? Avete scoperto qualcosa di interessante? Se così segnalatecelo.

effy

2 commenti:

  1. Ha intrigato moltissimo anche me. Spero non deluda, dalla trama sembra davvero promettente. (:

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)