venerdì 3 febbraio 2012

Recensione: Firelight di Sophie Jordan.

Titolo: Firelight. La Ribelle
Autore: Sophie Jordan
Editore: Piemme
Pagine: 280
Prezzo: € 9,90


Discendono dai draghi. Sono dei mutaforma che hanno sviluppato la capacità di apparire umani per sfuggire ai cacciatori. Vivono nascosti nelle foreste remote, volando solo di notte, dispiegando le ali quando nessuno può vederli. Sono i draki. Jacinda è il tesoro del suo branco, l’unica capace di soffi are ancora fuoco. Ma dopo aver infranto per l’ennesima volta le regole che proteggono la vita della sua comunità, Jacinda viene esiliata con la madre e la sorella. Sepolta in una anonima cittadina, costretta a mantenere l’aspetto umano con il rischio di dimenticare la sua vera natura, la bellissima draki si ritroverà proprio nella stessa scuola del suo giovane e affascinante cacciatore. È possibile una simile coincidenza? Oppure il cacciatore non è quello che la sua famiglia vorrebbe far credere? 

Recensione.
"Firelight. La ribelle" è il primo romanzo di una trilogia Young Adult scritto da Sophie Jordan, romanzo che ha avuto grande successo in molti paesi e sono già stati venduti i diritti per farne un film e, mentre aspettiamo di sapere qualcosa sulla trasposizione cinematografica vi mostro due booktrailer, uno della casa editrice Harper Teen e uno della Piemme.




"Una volta che abbiate conosciuto il volo, 
camminerete sulla terra guardando il cielo, 
perché là siete stati e là desidererete tornare."
Leonardo Da Vinci.

Abbiamo Jacinda, una bellissima sedicenne dai capelli rossi e gli occhi verdi, l'animo selvaggio e ribelle, con la passione per il volo, una passione che però la mette nei guai. Jacinda infatti ha trasgredito ad una delle regole fondamentali del suo clan, quella più importante: "Volare soltanto protetti dal buio". Jacinda infatti si è manifestata e ha volato dopo il coprifuoco, per questo il capo del suo clan deve punirla; perchè ha rischiato di svelare la loro esistenza, quella dei Draki. I Draki sono i discendenti dei draghi e degli umani, hanno quest'ultima forma, ma a loro piacimento o quando sono particolarmente arrabbiati o eccitati possono assumere forma di Drako. I Draki non sono tutti uguali, esistono Draki dalle caratteristiche comuni come quelli Onice o quelli d'acqua e Draki dai poteri eccezionali e rari, come Nidia, che crea la nebbia attorno al villaggio o come Jacinda stessa. Sì, perchè Jacinda è l'unica sputafuoco del suo clan da generazioni e quindi è molto preziosa; tanto preziosa che è stata promessa come sposa al futuro Re del clan, Cassian. Cassian, che sembra molto interessato a lei, ma Jacinda non ha lo spirito giusto per essere usata solo per figliare, inoltre non vuole far soffrire la sua gemella Tamra, che già è esclusa dal clan poichè è un Draki defunto; Tamra infatti non potrà mai manifestarsi, è semplicemente un'essere umana. 
Jacinda ha commesso un errore, ha trasgredito al dogma più grande di tutti e per questo sua madre per proteggerla, decide di fuggire lontano dal clan, in un posto dove il Drako che è in Jacinda potrà morire velocemente. La ragazza però non vuole perdere ciò che è, perché sa che se perdesse la sua natura di Drako non le rimarrebbe niente, sarebbe come un guscio vuoto. Jacinda però ha altro a cui pensare, infatti durante il suo volo ha avuto a che fare con i cacciatori, i nemici naturali dei Draki, coloro che li uccidono e vendono la loro carne e la loro pelle al mercato nero. Eppure Jacinda si è trovata di fronte ad un cacciatore e, nonostante fosse sola e circondata, il cacciatore, Will, non ha rivelato la sua presenza, anzi, a lei è parso di sentire uscire dalle sue labbra la parola "Bellissima".
 Destino vuole che questo bel cacciatore abiti con la sua famiglia proprio nella cittadina in cui la famiglia di Jacinda si è trasferita e sempre il destino fa sì che il Draki di Jacinda si senta vivo quando Will è nelle vicinanze. Jacinda farà morire la sua natura e così il suo amore per il volo stando lontano dal cacciatore oppure si avvicinerà a lui per far prendere una boccata d'aria al suo Drako?

Firelight è un romanzo che vi farà palpitare il cuore, spaventare e anche sognare. L'autrice è molto brava a narrare il rapporto fra Jacinda e Will; se come me avete già passato i sedici anni da un po' e avete già vissuto il vostro primo amore vi farà molto piacere leggere questo romanzo per rivivere le emozioni che abbiamo provato in passato. Se siete ragazze a cui vengono gli occhi a cuoricino leggendo storie d'amore, beh, questo è un libro fatto per voi. Nonostante la storia romantica non viene affatto trascurato il lato fantasy, come spesso accade in altri romanzi. 
Devo ammettere però che ho notato somiglianze con altri fantasy che ho avuto occasione di leggere (Nightshade e Twilight soprattutto, di cui una citazione sembra proprio quasi copiata da quest'ultimo romanzo) e questo mi ha un po' deluso. Anche il finale non mi ha convinto pienamente, mi ha lasciato con un senso di vuoto; probabilmente era ciò che desiderava l'autrice visto che a questo romanzo ne seguiranno altri due; non è stato come è finito il libro che mi ha lasciato dubbiosa, ma il modo in cui è stato scritto. 
Voto: 7/8

Charlie.

2 commenti:

  1. intendi la citazione del cacciatore vero?! me la sono segnata a questo scopo xD

    RispondiElimina
  2. Sì, proprio quella. Cioè quando l'ho letta credevo di avere le visioni ahah

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)