mercoledì 15 febbraio 2012

Teaser tuesdays #18

Buongiorno a tutti!

Ogni martedì in questo blog ha luogo una rubrica proveniente dal blog d'oltreoceano Should Be Reading. E' un gioco davvero bello e può ispirarvi a leggere nuovi libri. La rubrica consiste nei seguenti punti:
  • Prendi il libro che stai leggendo
  • Aprilo a una pagina a caso
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina ("Teaser")
  • Fai attenzione a non scrivere spoilers!
  • Riporta anche il titolo e l'autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto.


Questa settimana il teaser è slittato causa neve. So perfettamente che non è una scusa valida ma spero che voi mi giustificherete lo stesso eheh. Ultimamente sono impegnata con la rilettura de Il bacio dell'angelo caduto, libro che amo e da cui prelevo il mio teaser.
 
 
 

Gli occhi di Patch, attenti, intimidatori, scavavano nei miei. Soppesavano ogni mia parola, ogni mio gesto.
- Mi spieghi quei capelli?
Mi strappai la parrucca e la lanciai sul ripiano.
 - Mi spieghi dove sei finito? Hai saltato gli ultimi due giorni di scuola. 
Ero quasi certa che Patch non mi avrebbe raccontato i fatti suoi, invece disse: - A giocare a paintball. Che stavi facendo al bar?
- Parlavo con il barista. È un reato? -. Con una mano sul
ripiano per tenermi in equilibrio, alzai il piede per slacciarmi il cinturino della scarpa. Nel chinarmi, il foglietto con la lista di domande che avevo infilato nella scollatura cadde a terra.
Mi inginocchiai per raccoglierlo, ma Patch fu più svelto. Lo prese e lo tenne in alto, sopra la testa, mentre io saltellavo per riuscire ad acchiapparlo.
- Ridammelo! - dissi.
- Patch ha mai avuto un
ordine restrittivo? - lesse. - Patch è un criminale?
- Ridammelo subito! - sibilai furiosa.
Rise sommessamente. Capii che aveva letto la domanda successiva. - Patch ha
una ragazza?
Si mise il foglietto nella tasca dei pantaloni. Fui molto tentata di prenderlo, nonostante il punto in cui si trovava. Si appoggiò di schiena al ripiano e portò gli occhi alla stessa altezza dei miei. - Invece di andare in giro a chiedere informazioni sul mio conto, preferirei che chiedessi le cose direttamente a me.
- Quelle domande - dissi, indicando con un cenno della mano il posto in cui le aveva nascoste - erano uno scherzo. Le ha scritte Vee - aggiunsi grazie a un'ispirazione improvvisa. - E' tutta colpa sua.
 
 
 
 
 Ecco il nostro teaser, e qual è il vostro?

effy

2 commenti:

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)