domenica 15 aprile 2012

Anteprima Garzanti: "Soldaten"


Descrizione: Descrizione: C:\Users\FusMic\Documents\Simboli Garzanti\Garzanti Scritta per SK.jpg

LIBRO SHOCK SUI NAZISTI:
PER LA PRIMA VOLTA DAGLI ARCHIVI DEI SERVIZI SEGRETI INGLESI E AMERICANI,
LE SCONVOLGENTI CONVERSAZIONI DEI SOLDATI DEL FÜRHER

Considerato dalla stampa internazionale il libro nero dell’umanità

«I racconti shock dei nazisti. “Che gioia uccidere gli Italiani”»
La Repubblica.
Da corrispondente Andrea Tarquini per l’uscita del libro in Germania

«Una scoperta sensazionale, destinata a cambiare la
nostra visione della seconda guerra mondiale.»
Der Spiegel

SOLDATEN
di
SÖNKE NEITZEL - HARALD WELZER
Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\FusMic\Desktop\Neitzel Welzer-Soldaten2.jpg
»Collezione Storica Garzanti« Pagine 464 – Euro 24,50

«In Italia, in ogni posto dove arrivavamo, il tenente diceva sempre: “Per prima cosa facciamone fuori qualcuno! Fatene fuori venti, così avremo un po’ di calma, che non si facciano strane idee!”.»
Da una conversazione del 19 dicembre 1944

Nel corso della seconda guerra mondiale, gli inglesi e gli americani intercettarono sistematicamente le conversazioni di migliaia di prigionieri tedeschi. Registrarono su vinile i passi più interessanti e redassero copie a stampa riempiendo oltre 150 mila pagine di verbali. Questi verbali sono rimasti custoditi per decenni negli archivi di stato a Londra e a Washington e sono stati scoperti e presi in esame per la prima volta da uno storico, Sönke Neitzel, e da uno psicologo, Harald Welzer, solo a partire dalla fine degli anni Novanta. È una documentazione unica nel suo genere, sia per la qualità dei contenuti sia per l’enorme quantità di materiale, e offre una chiave di lettura inedita e sconvolgente della guerra, dei suoi orrori e dell’animo di chi è chiamato a combatterla.

«Un libro scioccante.»
«The Independent»

«Un saggio rivelazione.»
«BBC News»


Luna

1 commento:

  1. Ciao! Volevo avvisarti che c'è un premio per te sul mio blog (: http://readbelieve.blogspot.it/2012/04/premio-dardos.html

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)