giovedì 5 aprile 2012

Rubrica XXO #11.


Salve a tutti e buongiorno. Oggi voglio scatenarmi con una rubrica da me mai sperimentata ma che mi ha sempre affascinato. Sto parlando della Euterphe XXO, indetta da Lady Earnshaw sul suo blog, The Hungry Wolf.

In cosa consiste? In pratica è necessario associare una canzone a un libro, purché ne riprenda le tematiche fondamentali o che abbia qualcosa in comune con il libro in questione.

Il libro da me scelto è Shiver, è in particolare mi concentrerò sulla relazione che intercorre tra Sam e Grace.
Prima di tutto alcune piccole info:



Titolo: Shiver
Autrice: 
Maggie Stiefvater 
Saga: The wolves of Mercy Falls
Editore: 
Rizzoli
Pagine: 402 ca
Prezzo: 17.00 (disponibile anche in forma tascabile)

Grace e Sam non si sono mai parlati, ma da sempre si prendono cura l'una dell'altro. Non si conoscono, eppure lei rischierebbe la vita per lui, e lui per lei. Perché Grace, fin da piccola, sorveglia i lupi che vivono nel bosco dietro casa sua, e in particolare uno dotato di magnetici occhi gialli, che negli anni è diventato il suo lupo. E perché Sam da quando era un bambino vive una doppia vita: lupo d'inverno, umano d'estate. Il caldo gli regala pochi preziosissi­mi mesi da essere umano prima che il freddo lo trasformi di nuovo. Grace e Sam ancora non si conoscono, ma tutto è destinato a cambiare: un ragazzo è stato ucciso, proprio dai lupi, e nella piccola città in cui vive Grace monta il panico, e si scatena la caccia al branco. Grace corre nel bosco per salvare il suo lupo e trova un ra­gazzo solo, ferito, smarrito, con due magne­tici occhi gialli. Non ha dubbi su chi sia, né su ciò che deve fare. Perché Grace e Sam da sempre si prendono cura l'una dell'altro, e adesso hanno una sola, breve stagione per stare insieme prima che il gelo torni e si porti via Sam un'altra volta. Forse per sempre.


Definire questo romanzo 'una storia di licantropi' sarebbe un errore madornale. Maggie Stiefvater è riuscita a piegare l'idea generale del lupo mannaro conferendogli nuove valenze, nuove potenzialità, nuovi poteri e fragilità. Sam è un uomo ma è anche un lupo che non assume sembianza animali con la luna piena bensì con l'arrivo dell'inverno. Il corpo di Sam reagisce al freddo in modo differente, il virus, il veleno di lupo nel suo sangue lo costringe a mutare. Sam ricorda poco in forma di lupo, ricorda a stento nomi e volti, ma le emozioni che queste semplici cose gli hanno procurato persistono anche in minima parte.
Come un brivido.
Sam perde Sam attraverso un brivido.
Quello che tiene legato un lupo alla sua paradossale umanità è racchiuso in Grace, la ragazza dell'estate, e in quei semplici ma potenti sentimenti che li legano, prova che l'amore sconfigge ogni cosa, ogni razza e ogni ostacolo.
Il problema sta proprio nel fatto che Grace abbia trovato Sam sotto le fattezze di un ragazzo, mentre quando era Sam a cercarla si trattava di un lupo. E se prima per Sam era importante restare uomo più a lungo possibile, ora diviene fondamentale perchè abbandonando la sua pelle potrebbe non ritrovarla mai più.

Rise. «Ti concedo indulgenza, dato che avrei dovuto chiudere le tende.» Poi un lungo silenzio, denso di mille taciti messaggi. Riuscivo a sentire il nervosismo che la sua pelle irradiava e il pulsare rapido del suo cuore che attraverso il materasso si trasmetteva fino alle mie orecchie. Sarebbe stato così facile attraversare con le labbra i centimetri che separavano le nostre bocche. Nei battiti del suo cuore mi sembrava di sentire pulsare la speranza: baciami baciami baciami. Di solito ero abile nell'avvertire i sentimenti degli altri, ma con Grace tutto ciò che credevo di sapere veniva annebbiato da quello che volevo.


Dopo ciò non posso non associare Sam e Grace ad  Heartbeat dei The Fray




O anche a Can't let you go di Adam Lambert




Profondamente indecisa ho scelto di metterle entrambe. E voi? Condividete? Vi lascio col booktrailer di Shiver.

effy




Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)