mercoledì 9 maggio 2012

Novità Garzanti


Date uno sguardo alle proposte firmate Garzanti, mai banali o superficiali.

Elena Guerrini ci parla del “No Diet day”.


Il 6 maggio le londinesi si riuniranno a Hide Park per rivendicare il diritto ad amare il proprio corpo anche se non corrisponde agli imperativi imposti dal mito della magrezza.
Ce ne parla Elena Guerrini, autrice per Garzanti di  Bella tutta! I miei grassi giorni felici,
disponibile su cartaceo e in e-book.

Descrizione: Guerrini-Bella tutta

Mary Evans Young si era stufata di sentire le colleghe parlare di diete nella pausa caffè, di sentirsi rispondere “Caffè senza zucchero, grazie”, di vedersi rifiutare i biscotti che portava in ufficio dalle colleghe che rispondevano: “No grazie, sono a dieta”. Così nel 1992 ha dichiarato guerra all'industria delle diete, per renderci più consapevoli dei rischi dell'anoressia, della bulimia e dei disordini alimentari causati dalle diete.
Per celebrare il “No Diet Day”, Mary Evans Young ha scelto il 6 maggio, poco prima della temuta prova costume, organizzando un picnic a Hyde Park.

“No Diet Day” non vuol dire abbuffarsi. Vuol dire amarsi così come siamo nei nostri bellissimi corpi imperfetti almeno per un giorno. Significa festeggiare simbolicamente una volta l'anno l'accettazione del proprio corpo e della diversità fisica. Significa essere consapevoli dei pericoli di alcune diete, soprattutto se improvvisate, copiate dai giornali o passate da un'amica, tipo quella del minestrone che ci faceva perdere massa muscolare a causa della totale mancanza di proteine.
Alternare periodi di diete strette ad abbuffate non è salutare né per il corpo né per la mente. Imparare ad amare il nostro corpo e sentirci belle tutte senza per forza dover entrare in una taglia 40 vuol dire volerci davvero bene.
Ogni anno ci ossessionano con una diversa e nuova tortura: Montignac, Zona, Ducan… Invece di fare diete inutili, concentratevi sulla bellezza e sull'unicità del vostro corpo. Ogni corpo è bello se è sano, qualunque taglia indossi.
Ogni donna è Bella Tutta. Se si piace e se non rincorre modelli estetici irreali e imposti, e se l'abito che provate vi va stretto, chiedete una taglia in più. E in quel momento non pensate che siete voi ad avere troppa pancia, è li che c'è poca stoffa!
Allora il 6 maggio attaccate alla camicia un fiocchetto azzurro e mangiate con gusto ciò che più vi piace. E almeno per un giorno, lasciate perdere qualsiasi dieta dimagrante e frustrante.
Elena Guerrini

PUNTARE SUI GIOVANI PER USCIRE DALLA CRISI

In libreria a maggio le  proposte di Paul Krugman (Premio Nobel per l’Economia) e Roger Abravanel (Director Emeritus McKinsey)


Descrizione: Krugman-Fuori da ques#4B5BC
FUORI DA QUESTA CRISI, ADESSO!
IL PREMIO NOBEL PER L’ECONOMIA CI INVITA AD AGIRE PER USCIRE DALLA GRANDE RECESSIONE.
di
PAUL KRUGMAN

Con l’abituale lucidità e forza polemica, il Premio Nobel per l’Economia individua le origini della crisi finanziaria, economica e politica che stiamo attraversando. E spiega quale strada dobbiamo intraprendere per superare le attuali difficoltà. 
Fuori da questa crisi, adesso! si rivolge prima di tutto a chi sta soffrendo di più: a chi ha perso il lavoro e a chi non lo trova, soprattutto i giovani – che rischiano di pagare più di tutti, oggi e nel futuro.



ITALIA, CRESCI O ESCI!
MERITOCRAZIA E REGOLE PER DARE UN FUTURO AI GIOVANI
di
ROGER ABRAVANEL E LUCA D’AGNESE

Un «manifesto per la crescita», con proposte concrete e spesso radicali su lavoro, tasse, giustizia civile, scuola, spesa pubblica… Italia, cresci o esci! è rivolto a tutti gli italiani, e soprattutto a chi ha meno di trent’anni, perché sono i giovani le vere vittime della mancata crescita: lavori precari, pensioni da pagare per i loro genitori, una scuola che non dà loro le necessarie competenze della vita.

Giav
Descrizione: Abravanel-Italia cresci o esci!

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)