domenica 20 gennaio 2013

Recensione: Crossed

 Crossed
Ally Condie
 
Serie: Matched #2
Traduzione: Silvia Pellegrini
Editore: Fazi/Lain
Prezzo: 14,90
Pagine: 341

La Società sceglie tutto per te. I libri che leggi. La musica che ascolti. La persona che ami. Ma per Cassia Reyes le regole del gioco sono cambiate. Solo poco tempo prima la Società aveva scelto come suo promesso sposo Xander, il suo migliore amico: doveva essere il suo compagno perfetto, ma una macchina non può comandare il cuore. Il ragazzo che ama non è lui ma è Ky, una Aberrazione, un individuo che la Società considera pericoloso e indegno di essere promesso a qualcuno. Un errore che proietta Cassia in una nuova dimensione di verità e conoscenza dove può vedere con chiarezza le mancanze e i difetti del Sistema.

"Spero di vedere in volto il mio Pilota
quando traversata avrò la duna sommersa"

In Matched abbiamo conosciuto il mondo distopico di Cassia, governato dalla Società che preclude da ogni genere di scelta. Cassia Reyes era una ragazza di diciassette anni che viveva in un mondo apparentemente perfetto: l'unica cosa di cui doveva preoccuparsi era la totale assenza di preoccupazioni.
La vita di Cassia era composta da un'amorevole famiglia, una bella casa, ogni genere di confort, un eterogeneo gruppo di amici, un brillante futuro assicurato, un marito sicuro e naturalmente predisposto ad una serena e gioiosa vita insieme a lei. Tutte cose che lei non aveva guadagnato, dato che la Società stessa si occupava di stabilire cosa mangiasse e chi dovesse sposare, in tutta tranquillità.
E Cassia desiderava ciò finchè il suo sentimento per Ky è divenuto così intenso da essere pericoloso.
Pressata dalla scelta della Società, quella che aveva visto Xander, il migliore amico da sempre, come suo compagno, Cassia aveva deciso di attuare una sua scelta che prevedeva la presenza di Ky al suo fianco. Purtroppo però, Ky è un aberrazione, figlio di un uomo i cui comportamenti avevano danneggiato la società, e per questo condannato a una vita senza diritti, una vita umile e solitaria.
In questo mondo ovattato che la copertina del libro descrive come una bellissima sfera di vetro, Cassia riesce a scorgere crepe di ingiustizia e incertezza e, dunque, forse per la prima volta in vita sua, sceglie di rompere quella stessa sfera che è stata la sua esistenza fino a quel momento.
Lo scenario in Crossed è totalmente capovolto: dalla città e la verdeggiante collina che ci ha accolti in Matched, ci ritroviamo catapultati in deserti aridi, canyon e terreno bruno e roccioso, una realtà misera quanto vividamente impressa nelle nostre menti.
Lo stile narrativo si scinde e segue al presente i punti di vista di Cassia e Ky, la prima nel disperato tentativo di raggiungere il ragazzo di cui è innamorata, rischiando e decidendo di infrangere ogni regola possibile, il secondo a contatto con una realtà terribile, la dura guerra nelle Provincie Esterne contro un Nemico non ancora a noi ben definito.
L'incontro tra Ky e Cassia tarderà ad arrivare, riempendo di aspettative e crescente ansia lo stato d'animo del lettore.

Cover terzo volume.
Ho apprezzato moltissimo questo volume della serie. Cassia diviene straordinariamente attiva, per una ragazza come lei, abituata a un certo tenore di vita, e agisce in modo deciso seppur sconsiderato, affrontando miriadi di pericoli. Ky, dall'altra parte, incornicia lo scenario con un particolare mix di dolcezza e crude verità, vivendo la guerra in un duplice modo, quello contro il nemico e quello contro i suoi fantasmi del passato, contro se stesso e con il ricordo di Cassia perennemente nel cuore.
Degno di merito è un personaggio che ho molto amato, Vick, non l'unico comparso in questo romanzo ma sicuramente quello che è riuscito a lasciare un'impronta indelebile nei miei ricordi.
Probabilmente meno introspettivo del primo, in Crossed l'autrice non perde lo stile che la contraddistingue, pacato e molto riflessivo, concentrandosi non solo sull'ambiente esterno ai protagonisti ma anche su ciò che li anima e li caratterizza.
L'amore di Cassia e Ky non necessita di parole ma solo di sguardi, di gesti, di frasi non dette, e a volte il lettore può rimanere interdetto dinnanzi alle loro azioni e reazioni essendo uno spettatore esterno del loro sentimento.
Abolisco definitivamente la teoria sul trinangolo amoroso, infondatissima, con cui hanno presentato il primo romanzo perchè, per quanto riguarda me e Giav, la scelta di Cassia è più che chiara.
Un romanzo che ho atteso a lungo e che non ha deluso le mie aspettative, decisamente alte considerando il mio amore per il primo volume.
Una lettura intensa e imperdibile, un bellissimo romanzo che si colora di sentimenti e molta poesia.

voto 4 stelline e mezzo.




effy

1 commento:

  1. Bella recensione! Io devo leggere matched, che è il primo di questa saga ed ero indecisa se comprare o no il secondo ma a questo punto mi incuriosisce proprio. Divento follower ;)
    Ti lascio il mio blog se ti va di passare: http://smell-ofbooks.blogspot.it/

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)