giovedì 24 gennaio 2013

Recensione & Giveaway: Implosion.

Implosion
M.J. Heron

Casa editrice: DeAgostini
Pagine: 382
Prezzo: €9.90

Non è affatto un giorno come un altro. Il destino ha premuto il tasto on. Quando Katherine incontra Armand per la prima volta non sa che dietro le sembianze del bello e dannato si cela uno dei più potenti generali dell’Antica Stirpe dei Kurann. Non può immaginare che sarà proprio lui la sua salvezza, o la sua rovina. Armand ha un piano crudele, spietato, oscuro come le tenebre. Non è l'unico a nascondere la minaccia di un segreto inconfessabile o gli echi di un passato maledetto. Una verità agghiacciante sta per essere svelata. Nessuno può permettersi di fallire. nessuno è più al sicuro. Una sola certezza: quando supera se stesso, l'amore può uccidere. Se nulla è come sembra, come fai a scegliere la strada giusta? Un paranormal fantasy, dark e romantico al tempo stesso, in cui gli eventi si susseguono al ritmo di un thriller che tiene inchiodati fino all'ultima pagina.

«Per una volta, voleva essere egoista e felice. Desiderava accogliere ogni singolo respiro che lei gli avesse regalato. Ogni singola emozione. Sarebbero stati i primi e gli ultimi attimi di felicità della sua lunga vita».

Katherine Evans è una ragazza di diciannove anni che vive a Firenze e frequenta il secondo anno alla facoltà di Lettere e Filosofia. Irriverente e bellissima ragazza dai magnetici occhi blu, Katherine nasconde il tormento e la continua sofferenza per la morte di suo fratello Thomas, avvenuta cinque anni prima e causa del trasferimento di lei e famiglia dall'America all'Italia. Figlia di un prestigioso neurochirurgo e con un fastidiosissimo quanto possessivo ex ragazzo, Alessio, la vita di Katherine scorre piuttosto tranquillamente, alternata tra la famiglia, la deliziosa compagnia dell'amica Elena, e le lezioni universitarie.
Le vicende hanno inizio con l'incontro tra Kate ed Armand Castelli, tenebroso assistente della professoressa di Storia dell'Arte, dal fascino mediterraneo e i modi impeccabili. 
Incontro che avviene proprio il giorno della misteriosa morte di Sebastian Della Rocca, caro amico di suo padre nonchè padre stesso di Alessio, dalla cui relazione Kathrine voleva allontanarsi il più velocemente possibile.
Ambientato sullo sfondo di una suggestiva Firenze, patria dell'Arte per eccelenza, Implosion è una miscela di amore e magia, bugie e segreti.
Una protagonista che scopre se stessa e i terribili poteri che possiede, un protagonista maschile appartenente alla prestigiosa stirpe dei kurann, esseri leggendari dotati di straordinarie facoltà, loschi affari che rischiano di distruggere non solo il nostro mondo, ma anche quello a noi nascosto. 
Insomma, gli elementi in possesso di Implosion sono promettenti, vincenti, eppure il romanzo non ha saputo conquistarmi completamente. L'autrice non ha sfruttato adeguatamente le differenti atmosfere che l'intreccio proponeva, mostrandoci una Firenze paradossalmente piatta e incolore, e per quanto concerne i kurann, non abbastanza nebbie e tenebre da far loro cornice.
Tuttavia, la Heron dimostra maestria nello scrivere, con frasi breve e dirette, uno stile abbastanza impersonale ma sicuramente fluido e leggibile.
Pecca, come ho già detto, nelle ambientazioni e nel contesto che potevano essere sviluppati meglio, rendendo il romanzo intriso di quel non-so-chè che la presenza della magia e forze oscure concede sempre.
L'idea di fondo si basa su ottimi presupposti che spero verranno sfruttati meglio nel secondo volume della serie, riuscendo a conferire maggiore caratterizzazione ai personaggi e alle relazioni che intrattengono.
Katherine, una protagonista sicuramente matura per la sua età, si scopre capace di gesti inimmaginabili, poteri che la terrorizzano e che sono scaturiti dal cambio repentino e in negativo delle sue emozioni. Come il titolo suggerisce, il potere di Katherine consiste nel far implodere ciò che la circonda, concetto che non analizzerò poichè uno dei punti chiavi del romanzo.
La questione di Armand risulta più complessa: appartenente all'Antica Stirpe, esercita capacità davvero particolari, dissolvendo le molecole grazie alla krotomateria, ma l'autrice non si sofferma sul delucidarci cosa siano effettivamente i kurann, poichè potrebbero benissimo essere vampiri quanto demoni.
I vari cambi di pov sono una cosa che ho davvero apprezzato, poichè permettono al lettore di spostare la sua attenzione dall'intreccio amoroso a ciò che accade esternamente, in particolare all'antagonista della storia, esplorando in parte anche i motivi che lo animano e le forti insicurezze, il bisogno di accettazione e i suoi turbamenti, velati da uno strato di malcelata follia.
Il personaggio che più ho apprezzato è sicuramente Shamnos, kurann cinico e affascinante, col quale spero non spunti un triangolo amoroso, come gli ultimi capitoli del romanzo fanno quasi intendere.
In definitiva un romanzo sicuramente gradevole, con un'intensa e passionale storia d'amore, molti misteri, alcuni svelati ed altri no, e sicuramente grandi potenzialità per un successivo volume che riesca a conquistare realmente e totalmente i lettori.

voto 3 stelline:



-------------------------------------

Ora passiamo alle cose davvero interessanti!
Considerando che il romanzo, nonostante la mia opinione, è una miniera di passione e intrighi, io e le mie colleghe abbiamo deciso di organizzarne un Giveaway, così da divulgare anche a voi le parole di questa giovane scrittrice italiana.

Giveaway Implosion:
Regole:
- Essere followers del blog e seguirci anche sulla pagina Facebook qui
- Lasciare un commento ispirante, rispondendo alla domanda posta ai lettori dalla copertina stessa: "Tu chi sceglieresti tra chi ti ha dato la vita e chi potrebbe togliertela?"
- Indicare la vostra mail, ove volete essere contattati in caso di vittoria e pubblicizzate l'evento il più possibile (copiando i link nel commento, che saranno valutati nell'assegnazione di punti extra).
Il GA chiude giorno 15 Febbraio. Good Luck!

effy.

11 commenti:

  1. Uhm..è una scelta davvero ardua per me. Sono indecisa se scegliere una persona che mi può dare sicurezza e felicità e l'altra che mi può dare rischi e una vita affatto facile.
    Credo sceglierò la seconda. Nella vita non ho mai scelto le strade più scorrevoli e limpide, ma quelle tortuose che implicavano sudore ed impegno. Ho sempre faticato per ottenere ciò che desideravo e la scelta mi rispecchia moltissimo.

    veronicamills@live.it
    ho condiviso su Facebook come Veronica Mills; su Twitter come @ronnieOTR :))

    RispondiElimina
  2. Tu chi sceglieresti tra chi ti ha dato la vita e chi potrebbe togliertela?

    Se tu hai al tuo fianco qualcuno che ti dona la sua vita ogni giorno, sarai la persona più felice dalla terra, se anche tu ricambi allo stesso modo. Se ciò non dovesse accadere, condurrai un'esistenza infelice.
    Allo stesso modo, se vivi con qualcuno che ti tiene sempre sul chi va là, non sarai felice se quello che cerchi sono certezze. Devi saperti mettere alla prova, ogni giorno.
    Credo che questo possa essere più stimolante, ma per come sono io, vorrei al mio fianco una persona che mi faccia sentire al sicuro, che mi tratti come l'unica donna esistente al mondo. E io lo ricambierei allo stesso modo. Non è che questo voglia dire condurre un'esistenza priva di picchi di pazzia. Se la pazzia è vissuta assieme alla persona che ami, allora sì, sarai felice per il resto della tua vita.

    saronkia@gmail.com

    Condivisioni:
    https://plus.google.com/107767861365053728032/posts/VZum79hmHuM
    https://twitter.com/saronkia/status/295254588142010368

    RispondiElimina
  3. In effetti... bella domanda è!
    Mi hai messo in crisi xD

    Beh cmq credo che la risposta più sensata sia la scelta di chi ha dato la vita, però io non la penso così.
    Qunad' è che è che la vita è così semplice, quand'è che fila tutto lisco? Penso mai...
    Insomma magari chi ti ha dato la vita non è detto che ti ami davvero, o magari non come chi te la potrebbe togliere.

    Condivido qui: http://www.facebook.com/shaiiibella?ref=tn_tnmn

    Email: fox_face@hotmail.it

    RispondiElimina
  4. Mmmmm... ahahaha okey questa è una domanda difficile...
    è complicato rispondere, se chi ti ha creato ti ama così come chi te la vuole togliere io sceglierei chi me l'ha data. Però non lo so, dovrei trovarmi nella situazione per poter dare una risposta attendibile (sono una persona abbastanza indecisa)

    Ti seguo si Fb: Sofia Panzera
    ho condiviso: http://www.facebook.com/sofia.panzera/posts/319117401533526

    https://twitter.com/Libri_da_favola/status/295553538409496576

    RispondiElimina
  5. Direi che è una domanda non semplice, chiaramente e la risposta lo è altrettanto. Ci sono momenti di odio e di amore verso chi ci ha dato la vita, quindi potrebbe presentarsi la tentazione di tendere verso chi potrebbe togliercela ma in ogni caso... ci sarebbe sempre il rischio che questa si riveli molto più pericolosa di quel che già sembrava. Sono sincera: non so dare una risposta per il semplice motivo che se interferisse l'amore con colui che potrebbe uccidermi, non saprei, potrei protendere la mia scelta dalla sua parte ma anche alla fin fine scegliere la mia famiglia e colore che mi hanno dato la vita.
    ...
    Scegliendo (a casaccio) dico chi potrebbe uccidermi, sono una romanticona e scelgo l'idea del possibile amore! :)

    RispondiElimina
  6. "Tu chi sceglieresti tra chi ti ha dato la vita e chi potrebbe togliertela?"

    Chi sceglierei? Sceglierei chi potrebbe togliermela. L'idea dell'impossibile mi attrae, non ci posso fare nulla. Qualcosa di imprevedibile è di certo quello che mi servirebbe, sarà che le cose perfette non mi sono mai piaciute, sarà che io come persona ho bisogno di essere consumata ma, sceglierei proprio chi potrebbe togliermi la vita. Sceglierei la persona che più di tutte avrebbe in mano la mia vita, che può scegliere cosa fare di me ma che, per amore, decide di lasciarmi la scelta. È come una lotta, dove io e la controparte cerchiamo di far funzionare tutto. Imprevedibile e dinamico, un amore che non sta mai fermo, perché muta, in base alle reazioni di entrambi. Un amore impossibile, un amore che divora dentro e scava dentro l’anima delle due persone, le corrode e le unisce. Ecco perché sceglierei chi può togliermi la vita perché mi sentirei più legata a lui. Mi darebbe il senso di avventura, di brivido che con qualcosa di certo non avrei mai. Mi da l’incertezza, l’incertezza che mi farebbe lottare per questa persona, per questo amore proibito ma di vitale importanza per me, perché se davvero amo, mi distruggerebbe non poter stare al suo fianco, mi ucciderebbe questo, non lui. L'instabilità, la lotta, il rischio, il pericolo, questo per me è amore. Ecco perchè senza ombra di dubbio scelgo chi potrebbe togliermi la vita, perchè è anche chi mi farebbe davvero sentire libera di compiere le mie scelte, sarebbe chi mi farebbe mettere totalmente in gioco.



    Condiviso su:

    -Twitter: @Masquerade_92
    - Facebook: http://www.facebook.com/ylenia.valdesturli.7?fref=ts
    -Google: https://plus.google.com/u/0/108597773891570057281/posts

    La mail a cui potete contattarmi è: yle_vld_92@hotmail.it

    Vi seguo sulla pagina Facebook come Ylenia Valdesturli e vi seguo qui.

    RispondiElimina
  7. Di primo impatto sceglierei senz'altro chi mi ha dato la vita, perchè non c'è cosa più preziosa al mondo! Cosa c'è di più bello di donare la vita a qualcun'altro?! Tuttavia, se esiste qualcosa al mondo in grado di scombussolare l'esistenza di chiunque, bè quella cosa è proprio l'Amore! è una forza imprevedibile che può sconvolgerti, farti soffrire, farti impazzire...ma anche farti innamorare! Motivo per cui non potrei mai rinunciarci, anche se questo significherebbe avere a che fare con qualcuno che potrebbe mettere in pericolo la mia vita!
    Vi seguo qui e su fb e ho condiviso l'iniziativa qui(https://www.facebook.com/jessica.maione)
    La mia mail è jessy90pr@hotmail.it
    Grazieee per questa opportunità! :D

    RispondiElimina
  8. Complimenti per la recensione! Beh che dire da inguaribile romantica e amante delle storie tragiche credo che sceglierei chi potrebbe togliermela. Ma questo solo esclusivamente se fossi la protagonista di un libro! Nella vita reale sceglierei chi mi ha donato la vita, amo troppo mia madre per preferirla a qualcuno che molto probabilmente mi ucciderebbe!

    gfc sofi97
    fb angela marrazzo

    http://lavitaunlibro-sofi97.blogspot.it/2013/02/who-is-charlie-recensione-giveaway.html

    http://www.facebook.com/angela.marrazzo.12/posts/336804783091898

    https://twitter.com/sofi973/status/298345907915722752

    RispondiElimina
  9. Che domande certo che sceglierei tra chi può togliermela!!!! io sono un'inguaribile romantica alla Romeo e Giulietta, dove tutto deve essere logorante e struggenti per essere vissuto a pieno!!!!
    Mi piace questo libro, perchè il genere paranormal-fantasy è tra i miei preferiti quindi incrocio le dita!!!
    minicicciola
    happysmile@live.it
    https://www.facebook.com/valeria.costarelli.7/posts/10200454544076271

    RispondiElimina
  10. Ciao, ho deciso di partecipare solo adesso perchè all'inizio non sapevo come rispondere alla domanda!
    Nel senso, come posso scegliere tra chi mi ha dato la vita e chi mi darà la morte: la testa sceglierebbe chi mi ha dato la vita, è la situazione più logica; il cuore mi direbbe chi mi darà la morte (se mi trovassi nella stessa situazione del libro). Il mio problema è che sono una persona terribilmente indecisa, cado spesso in tentazione sulle scelte semplici, e vado sul sicuro nelle altre, ma questa domanda mi manderebbe totalmente in crisi! Per cui come mio solito, quando non so che fare, non scelgo nessuno dei due, entrambi mi faranno soffrire, ma almeno non seguirò uno con il rimpianto dell'altro! Certo è un ragionamento contorto e sicuramente mi farei cmq tanti film in testa su come sarebbe potuta andare a finire nell'uno o nell'altro caso, ma alla fine sarebbe la scelta migliore per la mia sanità mentale e per il mio cuore!

    https://twitter.com/girlpower86/status/300632870748311552
    https://www.facebook.com/MySweetBook/posts/336913893086539

    email: mysweetbook@hotmail.it

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)