sabato 16 marzo 2013

My book boyfriend #11: Will Herondale.


Ma sì, facciamolo! Mi sono detta oggi.
E' da molto che avevo in mente di onorare la stirpe degli Herondale profondendo squisite parole sul loro conto in questa rubrica, ideata dal blog The unread reader, e finalmente mi sono decisa.
Meglio tardi che mai. E soprattutto, meglio adesso che ci troviamo ad appena tre giorni dall'uscita americana di Clockwork Princess, il terzo ed ultimo volume della saga sugli Shadowhunter ambientata nella Londra ottocentesca.
Oggi si parlerà perciò -partendo dalle Origini- dell'affascinante, attraente, misterioso, sarcastico, arrogante, sbruffone, coraggioso, valoroso, pieno di sentimenti (per favore fermatemi) 

Will Herondale di Shadowhunters - le Origini- 

Nome completo: William Owen Herondale
Età:
17
Occupazione: 
Shadowhunter

Caratteristiche fisiche: "Capelli neri, occhi azzurri, zigomi armoniosi, folte ciglia scure, bocca piena; sarebbe sembrato quasi effeminato, se non fosse stato così alto e muscoloso. Lei aveva accarezzato quelle braccia. Sapeva com'erano al tatto: d'acciaio, percorse da muscoli duri. E le sue mani, quando le aveva preso la nuca, sottili e flessuose ma ruvide di calli..." (Clockwork Prince)


- Continuano a osservarlo - disse Tessa sottovoce.
Magnus annuì. - Certo che lo osservano. – Mentre esaminavano la stanza i suoi occhi riflettevano la luce come quelli dei gatti. - Guardalo. Il viso di un angelo cattivo e gli occhi come il cielo notturno all'Inferno. È molto bello, e ai vampiri questo piace. Non posso dire che non piaccia anche a me. - Magnus sorrise. - Capelli neri e occhi azzurri sono la mia combinazione prefetta.


- Stai insinuando che i brandelli della mia reputazione sono rimasti intatti? - chiese Will con finto orrore. - Devo aver fatto qualcosa di sbagliato. O non aver fatto qualcosa di sbagliato, a seconda del caso. - Diede una manata sul fianco della carrozza. - Thomas, andiamo quanto prima al più vicino bordello! Cerco scandalo e infima compagnia.



Mandi i piedi troppo in fuori quando cammini- disse Will. Occupato a lucidare una mela sul davanti della camicia, sembrava non accorgersi che Tessa lo stava fissando. - Camille cammina con delicatezza, come un fauno nei boschi. Non come un'anatra.
- Io non cammino come un' anatra.

- Mi piacciono le anatre - osservò Jem con diplomazia. - Soprattutto quelle di Hyde Park. - Lanciò un'occhiata di traverso a Will i due ragazzi sedevano sull'orlo dell'alto tavolo, con le gambe penzoloni. - Ricordi quando hai provato a convincermi a dare da mangiare un pasticcio di volatili ai germani reali del parco per vedere se riuscivi ad allevare una razza di anatre cannibali?

- E loro l'hanno mangiato - rammentò Will. - Piccole bestie assetate di sangue. Mai fidarsi di un'anatra.




Quando Will vuole davvero qualcosa, quando è evidente che prova qualcosa, può spezzarti il cuore.



Mancò poco che Tessa facesse un salto. - Will...
- Tess... Che cosa vuoi da me? - Le stava ancora accarezzando l'interno del polso, provocandole deliziose sensazioni sulla pelle e nei nervi.

Tessa parlò con voce tremante. - Io... io voglio capirti.

Lui la guardò da sotto in su, attraverso le ciglia. - È davvero necessario?

- Non lo so. Non sono sicura che qualcuno ti capisca davvero, tranne Jem, forse.

- Jem non mi capisce - disse Will. - Mi vuole bene... come potrebbe volermene un fratello. Non è la stessa cosa.

- Non vuoi che ti capisca?
- Santo cielo, no. Che bisogno avrebbe di sapere le ragioni che mi spingono a vivere la mia vita così come faccio?
- Forse vuole semplicemente sapere che c'è una ragione.
- Ha importanza? - chiese piano Will, e le sfilò del tutto il guanto brivido le percorse tutto il corpo, come se a un tratto si fosse ritrovata al gelo, nuda.
- Che importanza hanno le ragioni quando non si può fare nulla per cambiare le cose?
Tessa cercò una risposta, e non ne trovò nessuna. Era scossa da brividi quasi troppo forti per poter parlare.
- Hai freddo? - Allacciando le proprie dita alle sue, Will le prese la mano e se la premette contro la guancia. La ragazza fu sorpresa del calore febbricitante della sua pelle. - Tess... - disse Will, con voce roca e sommessa per il desiderio. 


Spero che queste citazioni vi abbiano incuriosito e attratto, facendovi comprendere il perché di tanto amore da parte mia e di tutti i fan di Cassandra Clare. Quanto a chi ha già letto le avventure a cui prende parte questo gran pezzo di... personaggio maschile, spero apprezzerà la scelta di

Joshua Anthony Brand
Fatemi sapere cosa ne pensate delle citazioni, del personaggio in sé, dell'attore e della saga!

Giav

3 commenti:

  1. Io credo che sia il mio uomo ideale (uno dei tanti xD). Comunque trovo perfetto persino l'attore che hai scelto per lui. La saga mi piace tantissimo e niente, mi piace tutto di lui, come si comporta, com'è strutturato. E hai scelto delle citazioni perfette. *^*

    RispondiElimina
  2. Joshua Anthony Brand che interpreta Will Herondale sarebbe la perfezione, c'è poco da dire.
    comunque questo personaggio mi sa proprio un figo, aspetto però Clockwork Princess per dare il verdetto finale.

    RispondiElimina
  3. Ahahah ragazze, ci troviamo pienamente d'accordo allora! Anche se Jace rimane sempre il primo amore <3 anche io sono in attesa (che dico, non vedo l'ora!!!) di leggere Clockwork Princess: non per niente la Clare, insieme alla Collins, è sul mio altarino sacro.

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)