sabato 2 marzo 2013

My book boyfriend #9: Christian Ozera.


Buona giornata a tutti.
A dispetto della settimana scorso, ove la mia assenza si è ripercorsa anche sulla mia amatissima rubrica, torno questo sabato sempre prontissima a trattare dei nostri cari uomini letterari, le figure maschili che ci fanno battere il cuore e struggere d'amore.
E ritenetemi anche melodrammatica.
Ricordo sempre i crediti alla geniale mente di Missie del blog The unread reader.
Il baldo giovane di cui mi occupo today è:

Christian Ozera de L'accademia dei vampiri.

Dovete sapere che Christian è una new entry nel vasto panorama che è il mio cuore palpitante! Non è da molto, infatti, che la saga della Mead mi ha catturata come una mosca in una ragnatela, e posso dirvi miserabilmente che sono settimane che campo solo dei suoi romanzi.
I personaggi de L'accademia sono numerosi e tutti degni di nota poichè caratterizzati in ogni particolare, e tra i bei maschioni presenti il mio preferito è e resterà Christian, probabilmente secondo cui quella diceria sulle donne che, spinte da un certo istinto materno, tendono a raccogliere sotto la propria ala i ragazzi più complessi, tormentati o, sempliemente, sfortunati della situazione.
Christian Ozera, dunque, è un Moroi, un vampiro di sangue reale specializzato nell'elemento del fuoco e nelle battutine sarcastiche. Il repertorio ne vanta innumerevoli, come probabile unica arma all'incomprensione generale. Sì, perchè nonostante lui sia di nobile stirpe, Christian è un reietto, un emarginato a causa della decisione dei suoi genitori di divenire Strogoi, vampiri immortali privi, essenzialmente, d'anima. (O potremmo definirli vampiri tradizionali)
Davvero non mi va di svelarvi altro perchè mi sono molto affezionata alla saga della Mead e ho intenzione di scrivere un articolo a riguardo, tentando di integrarlo con le ultime news che ci pervengono dal film, nei nostri cinema nel 2014.

Nome Completo: Christian Ozera
Età: 17 - 18 anni
Occupazione: Studente della St. Vladimir, Moroi.
Caratteristiche fisiche: "Un attimo dopo, una sagoma emerse da dietro una pila di casse, appena al di fuori del suo campo visivo. La figura fece un passo avanti, e in quella misera luce ecco materializzarsi delle sembianze familiari. Un groviglio di capelli neri. Occhi di un azzurro pallido. Un sorrisetto perpetuamente sardonico."


Poi una voce si levò dall'oscurità.
«Puoi tenerti l'Accademia, ma non il posto sotto la vetrata.»
Lei balzò in piedi, il cuore che le martellava. Condivisi la sua angoscia, e anche il mio battito accelerò. «Chi è?»
[...]
Christian Ozera.
«Non preoccuparti» disse. «Non ti morderò. Be', almeno non nel modo che temi.»
Rise della sua stessa battuta.


«Lui mi piace.»
«Ti piace o ti piace
«Oh, c'è qualche differenza?»
«Sì. Piacere è quando si esce con un grosso, biondo cretino e si ride alle sue battute.»
Poi, senza il minimo preavviso, si chinò e la baciò. Fu rovente e rapido e impetuoso, un assaggio della rabbia e della passione e del desiderio che Christian racchiudeva in sé. Lissa non era mai stata baciata così, e la sentii rispondere, rispondergli: quanto la faceva sentire infinitamente più viva rispetto a come la facevano sentire Aaron e chiunque altro.
Christian si sottrasse al bacio ma tenne il viso vicino al suo.
«Questo è ciò che si fa con qualcuno che ti piace
Il cuore di Lissa martellava di rabbia e desiderio. «Be', a me tu non piaci né piaci. E penso che sia tu che Mia stiate mentendo su Andre. Aaron non si sarebbe mai inventato niente del genere.»
«Questo perché Aaron non dice mai niente che abbia bisogno di parole composte da più di una sillaba.»


«Lo so» bofonchiò lui, con lo sguardo fisso dall’altra parte della stanza, ma senza focalizzare niente in particolare. «Non è questo il problema.»
«E allora perché…» Lasciai in sospeso la frase, folgorata da un’altra rivelazione. «Sei geloso di Adrian.»
Christian spostò i suoi occhi azzurro ghiaccio su di me, e io capii che avevo centrato il bersaglio.
«Non sono geloso. Sono soltanto…»
«… preoccupato che la tua ragazza passi un sacco di tempo con un tipo piuttosto attraente e pieno di grana che potrebbe intrigarla. O, in altri termini, geloso.»
Lui si voltò con l’aria chiaramente seccata. «La luna di miele potrebbe essere finita fra di noi, Rose. Cazzo. Ma perché questa gente ci mette tanto?»


Guai a toccarmi Christian perchè è un personaggio che io adoro, totalmente.
Ringrazio il prestavolto, quel gran bel pezzo di

Tom Sturridge

effy.

4 commenti:

  1. Di L'accademia dei vampiri ho letto solo il primo romanzo, spero di leggere presto gli altri!
    Bella rubrica!
    Il personaggio di Christian mi piace troppo! :D
    Belle citazioni <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OOh *-*
      devi assolutamente leggere gli altri!
      Il primo romanzo è il più grezzon e quello introduttivo, ma poi la storia si evolve appassionandoti sempre di più!

      Elimina
  2. Uhhh!anche io adoro Christian!
    Era il mio preferito,fin quando non è arrivato quel gran pezzo di Adrian :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto ancora aspettando che qualche baldo giovane che fuma sigarette che puzzano di chiodi di garofano mi stalkeri v.v

      Elimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)