mercoledì 13 marzo 2013

Recensione: Uno splendido disastro

Uno spendido disastro
Jamie McGuire

Titolo originale: Beautiful Disaster
Pagine: 400
Prezzo: 16.00 euro ca.
Data di pubblicazione 28 febbraio 2013

Camicetta immacolata e coda di cavallo. Abby Abernathy sembra la classica ragazza timida e studiosa. Ma in realtà è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University per il primo anno di università, ha tutta l’intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo. Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una compagna diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. Dietro di sé ha una scia di adoratrici disposte a tutto per un suo bacio. C’è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato. Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano quelli profondi di lui e sente uno strano nodo allo stomaco: Travis rappresenta tutto ciò da cui ha solennemente giurato di stare lontana. Ma lei no, non ci cadrà come tutte, lei sa quello che deve fare, quel ragazzo porta solo guai. Ma quando, a causa di una scommessa fatta per gioco, i due si ritrovano a dover condividere lo stesso tetto per trenta giorni, Travis dimostra un’inaspettata mistura di dolcezza e passionalità. Solo lui è in grado di leggere fino in fondo all’anima tormentata di Abby e capire cosa si nasconde dietro i suoi silenzi. Solo lui è in grado di dare una casa al cuore sempre in fuga della ragazza. Ma Abby ha troppa paura di affidargli la chiave per il suo ultimo e più profondo segreto…


*Davvero non riesco a trovare una frase degna della presentazione*


Gente, è mia consuetudine iniziare la recensione riassumendo l'intro del romanzo, ma la Garzanti ci ha appioppato una trama così lunga che davvero non ne vedo l'utilità!
Ad ogni modo: Abby ha diciotto anni - lo scrivo perchè quando l'ho scoperto mi sono momentaneamente congelata sul posto - e si è appena trasferita al college con la sua migliore amica, la spumeggiante quanto tarda America. Abby vuole solo lasciarsi il passato alle spalle, tormentata dal suo "profondo segreto", e Travis Maddox incarna esattamente tutto ciò da cui Abby vuole fuggire. E' sconsiderato, impulsivo, si guadagna da vivere grazie a incontri clandestini di boxe e probabilmente avrà contratto una quindicina di malattie veneree a causa della sua fissa con le donne per una-notte-e-via.
Come ogni libro che si rispetti, questi due individui non possono che innamorarsi, inevitabile! E tutto ciò accade perchè Shepley, il fidanzato di America, è cugino e coinquilino di Travis ma, soprattutto, perchè, a causa di una serie di motivi aggiunti alla trama col semplice scopo di allungare le pagine del libro, Abby si ritroverà a dover condividere lo stesso appartamento di Travis e lo stesso letto.
Sì, e lei ha diciotto anni.
La mia età.
Ve lo dico perchè avrei potuto benissimo immedesimarmi nella cosa, data questa "vicinanza" con la protagonista.
Ma andiamo per gradi.
Ultimamente sono irritante e ironica come mai.
Ho scroccato questo libro in giro poichè mi avevano assicurato fosse una bellissima storia d'amore e con le varie 5 stelline in giro ho pensato che meritasse un'occhiata.
Inizio col dire che Uno splendido disastro non è come Wagner: non c'è nessuno redenzione attraverso l'amore. La storia è un inutile tira-e-molla di due ragazzi con seri problemi mentali.
Travis è un ragazzo instabile, lunatico, violento, aggressivo e certamente pericoloso. Non ci volevo credere quando ho letto le diverse recensioni negative, ma purtroppo è così. Al termine della lettura non solo mi sono trovata totally agree con loro ma ho constatato che, al contrario di quello che ogni sacrosanto personaggio dovrebbe fare in un libro, Travis non cresce ma attua una speciale opera di involuzione. Non so come la cosa sia possibile, eppure in questo libro è stato possibile. Dopo un momentaneo numero di pagine che mi aveva fatto sperare che il tanto amato Travis avesse acquistato un po' di sanità mentale, sono stata folgorata dalla consapevolezza che non era così.
Travis Maddox è uno dei peggiori protagonisti maschili presenti nel patrimonio culturale letterario.
E' la rappresentazione vivente della repressione femminile.
Io non voglio offendere nessuno, questo è sottinteso, ma leggere di donne che desiderano un tizio così mi ha mandato ai matti. 

cover del secondo romanzo
(ovvero la stessa inutile storia dal POV di Travis)
A cosa servono anni di lotte per l'indipendenza e i diritti femminili se poi ci ritroviamo con la bava alla bocca leggendo di personaggi che sotterrano queste conquiste? Si parla tanto di mobbing sulle donne e femminicidio e poi ci riduciamo a certi livelli? Con gli occhi a cuoricino per un ragazzo melodrammatico, un'alcolista, un donnaiolo. Uno che incenerisce con lo sguardo ogni individuo maschile nel raggio di un miglio dalla sua non-ragazza! E che minaccia e picchia a sangue ragazzi che si baciano con la tua non-ragazza?
Io sono la prima che prenderebbe a sberle i ragazzetti immaturi che sparlano a sproposito, ma ci troviamo in una società con delle regole e ciò vuol dire che non puoi andare in giro a scazzottare gente perchè ti infastidisce il modo in cui ha salutato la ragazza per cui credi di provare qualcosa.
Dico credi perchè il rapporto tra Abby e Travis - e lei stessa lo conferma in una parte del libro - è malato. Fidanzarsi con una persona non annulla l'identità dell'altra. Non esistono cose come "sono tuo" o "ti appartengo", l'essere umano è libero e consenziente.
Io non voglio che gli sforzi di donne del passato vengano vanificati con libri del genere.
Io non dico che Uno splendido disastro sia un libro brutto. Come diceva Wilde: non esistono libri morali o immorali . I libri sono scritti bene o sono scritti male.
Evidentemente, Uno splendido disastro appartiene alla seconda categoria. E tutto perchè trasmette comportamenti e messaggi assolutamente sbagliati.
La protagonista, Abby, è ancora un tasto dolente. Gran parte del mio disprezzo verso il libro deriva dal suo orribile personaggio e dalle sue scelte che, ne sono certa, erano state intraprese solo per allungare il brodo del racconto e far sospirare milioni di donne durante la lettura.
Non credo si meriterebbe neppure che io spenda parole su di lei, ma è un modello assolutamente errato.
E' pur vero che nei momenti in cui lei riacquistava un po' di lucidità la figura di Travis, da perfetto stalker e psicopatico, la confondeva e demoralizzava, però insomma... Sono davvero stufa di protagoniste vergini che si concedono con così tanta leggerezza. Non dico: arrivate vergini al matrimonio (non lo dico a tutti, in verità) ma propinarci la verginità come mezzo a disposizione della donna è una cosa che disgusto. Una strumentalizzazione del sesso e un'umiliazione del genere femminile.
No, non sono credente quindi non vi sto facendo la morale religiosa.
Questo romanzo è una perdita di valori in tutta la sua durata. Sono rimasta completamente sconcertata dall'assenza di istituzioni e presenze adulte e mature.
Nessuno cacciava fuori dall'università Travis per aver mandato all'ospedale gratuitamente una dozzina di persone?
Probabilmente Uno splendido disastro è una critica alla società moderna, alla depravazione giovanile, alla mancanza di rispetto verso la donna e i più deboli, all'assenza di figure di riferimento di rilievo, alle associazioni a delinquere e al nichilismo nella sua interezza.
Se vogliamo vederla così è un conto.
Ma certamente non la si può definire "una bellissima storia d'amore".


voto 2 stelline e mezzo:




Il romanzo all'inizio ti incuriosisce, è pur vero, ma è ugualmente vero che è un incentivo a un sacco di vizi dell'uomo, senza alcun senso.

effy. 

10 commenti:

  1. ahahaahaha leggere la tua recensione mi ha fatto sorridere. Purtroppo, ho adorato questo libro e sono di parte :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che le mie parole non scatenino risse o altro xD Credo che il libro sia una forma d'arte come una canzone o un quadro e in quanto tale la sua piacevolezza è strettamente correlata ai gusti di chi legge. Il mondo è bello perchè vario v.v

      Elimina
  2. Effy, e dire che tu non vedevo l'ora di leggerlo. Bella fregatura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ti direi di leggerlo perchè ognuno deve formarsi un suo parere, ma possibilmente non spenderci soldi xD

      Elimina
  3. A me è piaciuto! Certo Travis in alcuni punti (ok, in molti) l'avrei proprio preso a sassate in testa però ripeto a me è piaciuto. La recensione è stupenda xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio xD Io avrei preso a sassate anche Abby, tra i due non so chi possa vincere più sassate v.v

      Elimina
  4. Effy, bellissima recensione. Concordo con te su tutta la linea. Sono stati i miei stessi pensieri quando l'ho letto. Ho pensato..."questa è ossessione, non certo amore!". Come lo si può scambiare per amore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah io speravo che alla fine del romanzo entrasse loro un po' di sale in zucca,
      *SPOILER*
      -
      -
      -
      poi Travis se l'è caricata in spalla e contro la sua volontà, l'ha portata a casa sua e dopo ciò... Non cè stata possibilità di ritorno.
      Lei ha assunto comportamenti alla 'Anastasia Steele', con quel ridicolo 'Ti voglio, ti prego, dirò e farò tutto ciò che vorrai' e ho temuto seriamente anche per la mia sanità mentale.

      Elimina
  5. Sono assolutamente d'accordo con te, l'entusiasmo iniziale suscitatomi dalle recensioni e dalla trama sono sparite con la stessa velocità con cui sono nate!!
    La parte più sconcertante è stata quando lei gli dice "insegna a quello stronzo un po' di buone maniere" e Travis riempie di botte quello che teoricamente avrebbe dovuto essere un suo amico... sono rimasta allibita!! ma stiamo scherzando?!? peggio degli animali... e dire che la scrittrice lo descrive come geniale e primo della classe.. e meno male!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In certi comportamenti si comprende la maturità di una persona. Ed è la riprova che il voto scolastico non rispecchia necessariamente l'intelligenza di una persona.

      Elimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)