martedì 2 aprile 2013

From Book to Screen: The Mortal Instruments - City of Bones.


Salve, salvino.
Oggi, a causa di una crisi d'astinenza dal blog, ho deciso di dedicare una puntata a questa cosa che probabilmente ben presto tramuterò in rubrica ufficiale - considerando la frequenza con cui diritti cinematografici di opere letterarie vengono acquistati - : la Froom Book to Screen.
E ora parliamo di quanto sia originale e affascinante il nome da me scelto.
Come mostra la card a inizio articolo, oggi tratterò dell'upcoming City of Bones, in Italia edito da Mondadori sotto il nome Shadowhunters, Città d'Ossa.

I fan della saga sono considerevoli, e io e Giav siamo delle vere malate di sifilide demoniaca.
Cassie ti veneriamo.
A tal proposito vi ricordo recensioni e roba varia cliccando qui.
Tu ignaro lettore non sai di cosa io stia parlando? Don't worry! 
La saga firmata Cassandra Clare The Mortal Instruments si esplica in sei romanzi, cinque dei quali già pubblicati sia in Terra Benedetta (also known as USA), sia, beh, qua (also known as Italia).
Vi riporto un comodo elenco che la maggior parte di voi starà odiando e salterà.

  • Città d'Ossa (City of Bones)
  • Città di Cenere (City of Ashes)
  • Città di Vetro (City of Glass)
  • Città degli Angeli Caduti (City of Fallen Angels)
  • Città delle Anime Perdute (City of Lost Souls)
  • City of Heavenly Fire - in uscita nel 2014
Specifico che, al momento, la Clare ha pubblicato due saghe trattanti il mondo degli Shadowhunters, la seconda delle quali, The Infernal Devices, è ambientata nella Londra vittoriana e negli States si è appena conclusa con l'uscita del terzo e ultimo volume. - Che qui da noi vedremo probabilmente per Pasqua... La prossima -
Probabile scena casalinga di Effy tra 40anni
In cantiere, l'instancabile Cassandra Clare ha altre settordicimila saghe, tra cui siamo a conoscenza di The Dark Artifices, probabilmente in pubblicazione per l'anno venturo - O per il 2015. Perdonatemi, ma ho già ben chiaro il quadro di io 70enne in attesa dell'ennesima saga della Clare. In felice attesa, coi miei sedici gatti e l'orribile tappezzeria -
Senza indugiare oltre vi riassumo la trama di Città d'ossa: 
Le vicende hanno luogo a New York e la nostra protagonista è la quindicenne Clarissa "Clary" (Adele) Fray che una sera, in un locale dal nome Pandemonium, assiste all'assassinio di un giovane da parte di tre ragazzi; il principale problema è che sembra essere l'unica che riesce a vederli, dato che il suo amico Simon Lewis appare indifferente alla cosa. La situazione si complica quando Jocelyn, la madre di Clary, viene misteriosamente rapita. Clary verrà dunque a conoscenza degli Shadowhunters, uomini il cui sangue è mescolato a quello dell'angelo Raziel, il cui compito è uccidere demoni e salvaguardare il mondo degli umani.
Tentare di spiegare un libro della Clare a un pubblico ignaro non è semplice. Cassandra è un'autrice che magistralmente riesce a mescolare elementi fantastici, con passione e talento, farcendoli di significati e insegnamenti. Una lettura superficiale di TMI porterebbe a realizzare solo i fatti che si susseguono nella storia, ma il libro tratta molto di più e dona una visione del mondo in ogni sua sfaccettatura, senza censurare tabù o elementi non facili da digerire.
Probabilmente il perno più significativo su cui ruota il romanzo è il tema della diversità intesa come elemento di distinzione, che la maggior parte delle volte diviene causa di discriminazione e incomprensione. 
La sessualità, l'accettazione e l'estremismo sono basi fondamentali di queste storie, che alla fine parlano più di noi stessi e del nostro rapporto con gli altri che di semplice fantasia.
Considerato da alcuni acerbo poichè romanzo d'esordio, Città d'Ossa resta, tuttavia, uno dei miei libri preferiti, mai lento nè noioso, arricchito da misteri e azione ad ogni capitolo e con una profonda e irresistibile caratterizzazione dei personaggi.
Senza contare che la Clare è una delle migliori autrici nel descrivere tensione amorosa, le relazioni intense e passionali tra i personaggi, i sentimenti espressi e i pensieri mai detti, quei brividi custoditi gelosamente dentro di noi che possono essere intravisti solo dal luccichio che traspare dai nostri occhi.
Questa è Cassandra Clare: amore, disperazione, dramma, lotte, mistero, magia, ansia, rabbia, coraggio, paura, intimità, segreti, sogni e speranze.

Magari si è percepita la mia adorazione v.v
E dunque, alla luce di ciò, non posso che avere aspettative altissime per la pellicola, aspettative che si sono viste deluse già all'inizio, con la scelta del cast.
*scuote il capo*

Lo so, sono una guastafeste!
Da sinistra: Robert Sheehan per Simon Lewis - lui mi sta benissimo; in quanto grande fan di Misfits sono consapevole del suo talento e pure fisicamente è okay. Unica cosa: perchè è più grosso di Jace? Think about it. - 
Jamie Campbell Bower per Jace Wayland - no. E non fatevi ingannare da questa foto, dove è carino. Nel trailer non mi ha convinto. E qualcuno tagli la testa al suo parrucchiere, for Godsake! - 
Lily Collins per Clary Fray - non si poteva fare altro per i capelli? Insomma, una tinta rossa decente. Ma possiamo accettarla -
Kevin Zegers per Alec Lightwood - possiamo parlare dei ventotto anni di quest'uomo? E' lecito? Ne ha dieci in più del personaggio, e si vede. Me lo farei andare bene ai tempi di Air Buddy non ora. Una sfilza di truccatori per cosa? arg. -

Jemima West per Isabelle Lightwood - forse mi odierete, o magari no. Lei mi piace *unbelieveble*. Despite l'età è i centimetri mancanti, credo riuscirebbe a incarnare a perfezione il personaggio di Isabelle, che a prima vista potrebbe sembrare frivolo e superficiale, ma ha una grande crescita nel corso dei romanzi, fino a divenire uno dei personaggi con un'introspezione più bella e, perchè no, uno dei miei preferiti.
Il cast vanta anche bei figlioli come Jonathan Rhys Meyers per Valentine, Lena Headley per Jocelyn, Aidan Turner per Luke e Jared Harris per Hodge.
Sapete qual è il lato positivo di ciò? I poster. Fantastici. 



E dopo ciò che vi dico? Nient'altro. Vi piazzo i trailer e attendo che mi odiate in silenzio perchè sono l'unica che non è soddisfatta del progetto v.v


Questo primo trailer non mi aveva fatto impazzire. Ve lo posto doppiato così vi sembrerà doppiamente orribile: caotico, semplicemente pacchiano. L'avevo trovato semplicemente orribile.

Il secondo trailer, uscito poche ora fa, è tutto dire. La splendida interpretazione di Lena Headley e chiarimenti sulle scene della trama mi hanno portato ad apprezzare progressivamente la visione, probabilmente anche a causa di sentimenti orribili come la rassegnazione. Insomma, mi sto abituando all'idea - e quelli che si sentono nel trailer sono i Radiohead, non so se mi spiego. -



effy.

2 commenti:

  1. Non ti preoccupare, non sei l'unica a cui non ispirano il trailer ed i personaggi!!!
    Ma perché Jamie Campbell Bower? E' uno scricciolo di ragazzo!!! Jace lo immaginavo decisamente più "in forma"!! Qualche muscolo in più no? (sembra uno zombino con 'ste guance scavate!... fatelo mangiare!!!!)
    E Alec? VENTOTTO anni???? Ma che c'è, penuria di ragazzi a 'sto mondo? Si vede che è "vecchio" per quel ruolo (io ne ho 29 non lo dico perché sono una giovine ragazzina)...
    E poi Clary... dove diavolo sono finiti i capelli rossi??? quella è la sua caratteristica fisica più evidente! quel colore è decisamente un castano (magari con riflessi rossi ma castano)... con le sopracciglia nere???? (ma boia!)
    Se avessero usato i ragazzi che compaiono nelle copertine americane sarebbe stato decisamente meglio!!!
    Speriamo solo che non rovinino troppo il libro con questo film... sigh ;_;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona per aver espresso la tua opinione *-*
      sono daccordissimo! E' vero che un attore si giudica dall'interpretazione, ma anche l'occhio vuole la sua parte e sembra che qui non si siano proprio impegnati per migliorare il progetto. Una tinta migliore alla Collins non sarebbe stato meglio? Chiudere Jamie in palestra e sistemarlo meglio non sarebbe stato meglio? Un trucco che ringiovanisse Alec, poi? Non voglio fare la polemica e continuare a dire che il cast non mi soddisfa, ma almeno potevano cercare di aggiustare tratti che proprio non vanno.

      Elimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)