domenica 21 luglio 2013

Recensione: Red.

Titolo: Red
Titolo originale: Rubinrot
Autrice: Kerstin Gier
Saga: saga delle gemme #1.
Casa Editrice: Corbaccio
Pagine: 329
Prezzo: €16.60

Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all'altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l'aiuto dell'inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all'altezza del nome dei Montrose. E poi c'è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l'umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante... Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo...

RECENSIONE.
Giav mi ha stressato fino allo sfinimento ed Effy, beh, anche lei me l'ha consigliato. Non ho idea di perché non abbia seguito il consiglio fin da subito, forse perché sono testarda e nella mia testa mi ripetevo sempre "Lo leggerò, ho tempo. Niente fretta."
Ebbene devo ammetterlo: non snobberò mai più un consiglio delle ragazze e, di conseguenza, spero non lo facciate nemmeno voi; lo dico per voi.
La nostra protagonista è Gwendolyn Sheperd, una ragazza sedicenne, facente parte di una famiglia un po' strana, quella dei Montrose. Abbiamo Lady Arisa, la nonna, che sembra vivere ancora nel secolo scorso; Glenda, la zia che non fa altro che dirle quanto sia inadeguata; la figlia Charlotte, cugina di Gwen, la perfetta ragazza dai capelli rossi e dai modi da principessa; Grace, l'amorevole madre di Gwen e poi i piccoli (mica tanto) Nick e Caroline, i fratelli della protagonista. Non dimentichiamoci la zia Maddy, la pazza visionaria. Volendo si può aggiungere anche Mr. Bernhard, il maggiordomo, che sembra sempre comparire dal nulla. La stranezza della famiglia non deriva dalla descrizione che ho appena fatto di loro, ma dal fatto che nella famiglia Montrose, da secoli, si tramanda lungo la linea femminile, un gene speciale, il gene dei viaggiatori del tempo. E Charlotte è la predestinata, tutti ne sono convinti, persino Gwendolyn. Eppure, quando lei si ritrova in un secolo completamente diverso da quello in cui vive, capisce che si sono sbagliati. Il gene non è stato ereditato da Charlotte, bensì da lei e questo cambia tutti i giochi. 
Charlotte, infatti, fin da bambina è stata addestrata per essere una viaggiatrice e non c'è il tempo per insegnare a Gwen ciò che è stato insegnato alla cugina. Il tempo stringe e quindi Gwen è costretta ad affrontare il suo dono senza un addestramento, ma le viene dato un aiuto: l'altezzoso, l'arrogante e il meraviglioso Gideon de Villiers, che con i suoi occhi verdi ha fatto tremare il cuore sia di Charlotte che di Gwendolyn. 
Qual è il compito dei viaggiatori del tempo? Come accadono questi viaggi? Come viene decisa la destinazione? Tutte domande che Gwendolyn si pone e a cui vuole una risposta e, nel cercare le soluzioni però le si pongono davanti ostacoli e altre domande. 

Red è un libro dalla trama originale, è palese. Mi era capitato solo una volta di leggere un libro che parlava di viaggi nel tempo, ma la modalità del viaggio e il mondo che la Gier ha creato attorno a questo è semplicemente fantastico. La Gier ci parla di una tradizioni antiche, di una linea di sangue che sembra essere la soluzione a tutto, sangue che sembra portare solamente ad altro sangue e ad altri misteri. Misteri che riguardano sì quella tradizione plurisecolare, ma che hanno anche a che fare con Lucy, la cugina di Gwen, scomparsa prima della sua nascita, che è accusata di furto di un cronografo, lo strumento che serve ai viaggiatori per decidere quando e a che tempo viaggiare.
L'autrice ha la capacità di farci entrare nel romanzo, sembra infatti, grazie alla descrizione di Londra, di essere proprio lì. Con questo romanzo si ha l'occasione di vedere Londra e non solo nel secolo odierno, ma anche la Londra del passato e di conoscere personaggi esistiti secoli fa.
I personaggi sono ben caratterizzati, Gwendolyn mi piace molto, come poi mi è piaciuta molto la sua migliore amica Leslie, sua confidente e, diciamo, assistente; proprio come Batman e Robin. Il personaggio più odiato in assoluto è la zia Glenda, che è semplicemente insopportabile e, dicendo ciò, è farle un complimento, come se, tra l'altro, Charlotte non fosse da meno. Gideon de Villiers, invece, non potrete che amarlo fra una voglia e l'altra che avrete di ucciderlo. 
In conclusione, leggetelo. Fatelo e basta. Io ora come ora sto già leggendo Blue, il secondo volume della saga. Giav, in una recensione precedente scrisse che questa saga creava dipendenza ed è vero. 
Voto: 4 stelline e mezzo.
Non ho dato il punteggio pieno solo perchè ho visto prima il film e quindi mi aspettavo già cosa sarebbe accaduto (anche se le differenze fra libro e film non sono poche). 

Cari followers e non, fra un paio di giorni vedrete pubblicata la recensione di Blue, il seguito di questo stupendo romanzo e poi, due giorni dopo, anche quella di Green. Restate sintonizzati se volete sapere altro su questa saga.

Charlie.

6 commenti:

  1. Ciao!! :)
    Nuova follower :)
    Ho amato alla follia l'intera saga!!:)
    Quando ho incominciato a leggere il primo ero un pò titubante, ma poi mi ha conquistata!! :)
    Se non ti dispiace prelevo il banner :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ti ringrazio. Preleva pure, senza problemi :)
      Per la saga.. io ho fatto dannare le mie collaboratrici, letteralmente. Fortunatamente abitiamo ai poli opposti dell'Italia o mi avrebbero fatto ingoiare a forza tutta la trilogia. Poi l'ho letta e mi sono innamorata.

      Elimina
  2. Ah, questa saga è bellissima! L'ho letta in soli tre giorni e tutta d'un fiato. Ovviamente ottima recensione. Alla prossima :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ylenia :) Anche io l'ho letteralmente divorata.

      Elimina
  3. Voglio iniziare a leggere questa saga! Ne parlano tutti benissimo e.. Sono troppi curiosa! Conplimenti per la recensione! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti innamorerai della saga, puoi scommetterci, quindi prepara a lasciare il cuore in questa saga. grazie mille per i complimenti.

      Elimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)