lunedì 26 agosto 2013

Recensione: Beauty - La Trilogia (Brutti/Perfetti/Speciali)

Beauty (Brutty, Perfetti, Speciali)
Scott Westerfeld

editore Mondadori
pagine 1014
prezzo 22.00 euro

Tally è una ragazza normale. Ma essere normali, nel suo mondo, equivale a essere brutti. Brutti solo fino a sedici anni, fino a quando non si è sottoposti per legge a un'operazione di chirurgia estetica che rende bellissimi e uguali a tutti gli altri 'perfetti'. Ecco perché Tally non vede l'ora di compiere sedici anni. Ma poco prima del giorno fatidico incontra Shay, che le fa scoprire il brivido dell'imprevisto il fascino dell'imperfezione e la mette al corrente di un'inquietante versione dei fatti. Tally adesso non vede l'ora di conoscere la verità. E sarà più difficile e pericoloso di un'operazione...

O forse, in un mondo di persone tutte con lo stesso aspetto era logico aspettarsi che tutti pensassero anche allo stesso modo.

Tally Youngblood è una ragazza quindicenne che attende i suoi sedici anni da tutta la vita per un semplice motivo: il giorno del suo compleanno subirà finalmente l'operazione che la renderà Perfetta.
Nel mondo distopico di Tally ogni ragazzo è Brutto fino ai sedici anni; ha brufoli, capelli crespi, labbra sottili, occhi piccoli, grasso in eccesso, e ha decisamente poca considerazione, finchè una complessa operazione chirurgica non rimodella il suo sistema scheletrico, rinforza i muscoli, trasforma la sua pelle, e Tally brama da sempre il momento in cui verrà condotta sull'Isola dei Perfetti a festeggiare e divertirsi assieme agli altri Neoerfetti, nella sua forma Perfetta, con tutte le qualità che la renderebbero una ragazza non più nella norma, una ragazza migliore, una ragazza con gli occhi grandi e non più strabici, le labbra carnose e le gambe più lunghe.
Da quando Peris, il suo migliore amico, ha subito l'operazione ed è stato trasferito sull'isola dei Neoperfetti, Tally è più sola che mai, finchè un giorno incontra Shay, una brutta come lei che le insegna a guidare librelle, la conduce in gite sfrenate fino alle Rovine Rugginose e le parla di un mondo, fuori dalla sicurezza e dalla comodità della città, in cui nessuno è Perfetto, tutti sono Brutti a vita.
Tally ne è terrorizzata: dopo che il sogno di una vita è a un passo da lei, dopo che manca così tanto all'essere belli e Perfetti, non le interessa rischiare tutto per vivere in un mondo di imperfezioni. Così, quando Shay parte per unirsi ai Fumosi e rimanere Brutta a vita, Tally non è intenzionata a seguirla. Eppure, circostanze speciali, capovolgeranno l'esito di questa decisione...
Beauty è stata una delle migliori letture di quest'anno.
In una comoda edizione che accorpa i volumi della trilogia (e di questo ringrazio il genio della Mondadori!) ho potuto godermi per intero e senza inutili interruzioni, la meravigliosa storia di Tally, attraverso un futuro che è paurosamente troppo vicino e con brecce a un passato spaventoso poichè attuale.
Probabilmente, la trilogia di Westerfeld è una delle migliori distopie young adult in circolazione, e mi rammarica il fatto che non abbia raggiunto il successo strameritato, probabilmente perchè si concentra su così tanti temi da non essere completamente compresi, e perchè presenta una protagonista che non è un'eroina, ma solo un'adolescente capricciosa ed egoista che nel corso della storia matura e, grazie al percorso che dovrà compiere da Brutta a Perfetta a Speciale, riuscirà a portare alla luce i difetti e le meschinità dell'umanità, oltre che a trasformare completamente se stessa.
Tally Youngblood è una delle migliori protagoniste del panorama young adult.
Anche se la maggior parte dei suoi gesti sono reazioni ai gesti di Shay, che sono avventati e sconsiderati, Tally mostra una sorta di equilibrio tra giusto e sbagliato, morale e immorale, bene e male, qualità che non la abbandonerà neppure alla fine, e persino l'ultimo capitolo risentirà dell'imperfezione di Tally, imperfezione che, in quella società, viene erroneamente amputata a un fattore estetico, mentre è componente fondamentale dell'essere umano.
Beauty è una storia meravigliosa, che prosegue non in linea retta ma con una forma tondeggiante,  poichè la protagonista ritorna incessantemente al punto di partenza, espresso attraverso un luogo puramente fisico, da Westerfeld.
Le tematiche sono semplici, eppure di grande impatto: l'influenza sociale e il controllo delle menti da parte di Media e delle Istituzioni, la spersonalizzazione e la conformità, la chirurgia plastica in forma estrema, il disagio sociale, l'importanza della natura e la sua forza, la pericolosità dei pregiudizi e degli stereotipi e quanto sono radicati nella società, il libero arbitrio, la superficialità per quanto concerne l'aspetto estetico, la vita e la morte, l'accettazione sia collettiva che individuale, l'inquinamento e i suoi pericoli, la dipendenza dell'uomo dalla tecnologia... etc.
Molto belli sono i continui riferimenti ai "rugginosi" (ovvero... noi) e a come Westerfeld li descrive in modo realistico e spietato, tanto da suscitare nel lettore la consapevolezza dell'assurdità e dell'egocentrismo della nostra società odierna, sia per quanto riguarda cose poco rilevanti come le sigarette, sia per quanto riguarda la brama di potere e l'importanza planetaria del petrolio, che ci renderebbe sicuramente più miserabili se scomparisse del tutto.
Inoltre, onnipresente e co-protagonista è certamente il paesaggio rurale.

"Alla natura non servivano operazioni per diventare perfetta. Lo era e basta."

Una parte del libro recita "la natura,crudele e selvaggia, aveva già ripreso il sopravvento" e tale citazione viene riproposta similmente nel terzo romanzo, parlando non di distruzione ma di morte. Ebbene, anche il concetto della morte viene inteso da Westerfeld come volere della natura, che non si preoccupa di fermarsi a guardare, non blocca il suo continuo operato in occasione della morte di qualcuno. La natura va semplicemente avanti, anche se l'uomo vuole ostacolarla, anche se l'uomo vuole sopprimerla, la forza della natura non va sottovalutata, porta con sè continue rinascite, continue conseguenze.
Il concetto mi ha riportato alla mente il "Dialogo della Natura e di un Islandese" di Leopardi.
(Niente, volevo fare il mio riferimento letterario colto)



La trilogia di Beauty non è solo una storia morale su quanto stiamo messi male (eh) ma è anche un'avventura meravigliosa, alla scoperta del mondo e di se stessi, e contiene uno dei triangoli amorosi che mi hanno fatto più sospirare e portata allo stremo dell'indecisione della mia povera esistenza. 



In definitiva, anche se partono - tutti e tre, probabilmente è una componente stilistica dell'autore - abbastanza lentamente, vi consiglio di non abbandonare questa saga e concluderla, amarla, strapparvi i capelli, farvi domande e turbe filosofico-esistenziali e realizzare che in un libro c'è, ci deve essere, molto di più che un amore impossibile e dolci al cucchiaio (perchè qui, signori e signore, abbiamo gli SpagBol!)

"What you do, the way you think, makes you beautiful.”

effy - che ha amato questo romanzo.

5 stelline. Come commentato dal New York Times: Superbo.

7 commenti:

  1. Ho letto il primo ed è stata una bella lettura, anche se certi termini non mi sono piaciuti come sono stati tradotti -_- Ora sto aspettando, che tramite scambio, mi arrivi il secondo.
    Peccato che il terzo si trovi solo insieme agli altri due :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è stata la nota negativa di questa edizione, che la casa editrice non abbia deciso di di pubblicare prima il terzo volume!
      In effetti, la traduzione e la libertà che si sono presi lascia parecchio a desiderare, ma purtroppo in Italia dobbiamo rassegnarci ._.

      Elimina
  2. Ce l'ho in libreria che mi aspetta v.v devo solo decidermi LOL

    RispondiElimina
  3. Io non ho mai fatto a caso a questo libro e alla trilogia!
    Ora leggendo la tua recensione mi sono incuriosita!!
    Metto in lista!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero proprio possa piacerti : D

      Elimina
  4. no, non hai affatto amato questo libro ù.ù mi toccherà leggerlo anche a me, mi sa U___U
    spettacolo le gif xDDD

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)