venerdì 2 agosto 2013

Recensione: Shadowhunters - Città di Vetro.

Titolo: Shadowhunters - Città di Vetro.
Titolo originale: The Mortal Instruments - City of Glass.
Autrice: Cassandra Clare
Saga: The Mortal Instruments #3
Casa Editrice: Mondadori Best Sellers
Pagine: 574
Prezzo: €10.50

Clary era convinta di essere una ragazza come mille altre, e invece non solo è una Shadowhunter, una Cacciatrice di demoni, ma ha l'eccezionale potere di creare rune magiche. Per salvare la vita di sua madre, ridotta in fin di vita dalla magia nera di suo padre Valentine, Clary si trova costretta ad attraversare il portale magico che la porterà nella Città di Vetro, luogo d'origine ancestrale degli Shadowhunters, in cui entrare senza permesso è proibito. Come se non bastasse, scopre che Jace, suo fratello, non la vuole laggiù, e Simon, il suo migliore amico, è stato arrestato dal Conclave, che non si fida di un vampiro capace di sopportare la luce del sole. Con Valentine che chiama a raccolta tutti i suoi poteri per distruggerli, l'unica possibilità de Shadowhunters è stringere un patto con i nemici di sempre: i Figli della Notte, i Nascosti e il Popolo Fatato. E mentre Jace si rende conto poco a poco di quanto sia disposto a rischiare per Clary, lei deve imparare a controllare al più presto i suoi nuovi poteri. L'amore è un peccato mortale... forse, e i segreti del passato rischiano di essere fatali.

RECENSIONE (possibili spoiler, quindi attenzione).
Una battaglia estenuante, ecco dove avevamo lasciato i nostri adorati personaggi in Città di Cenere. La battaglia sulla nave di Valentine è terminata e non c'è stato alcun vincitore. Sì, Valentine è fuggito e non è riuscito a portare a termine il rituale, però fra le schiere degli Shadowhunters e in quelle degli alleati ci sono state molte perdite umane e molti feriti. Eppure c'è qualcosa di nuovo: Jace si rende conto di avere un'agilità fuori dal comune (più di quanto ci si potesse aspettare), Simon riesce a stare alla luce del sole nonostante la sua nuova natura e Clary ha un dono straordinario, quello di conoscere rune antiche quanto gli angeli, rune sconosciute dai poteri sorprendenti. 
La battaglia è terminata, ma non la guerra. E l'entità della battaglia è stata così forte che i Lightwood decidono di partire per Alicante e rendere conto al Conclave di ciò che è successo così che si possa trovare una soluzione. Anche Clary vuole andare con i Lightwood e con Jace a Idris. Deve trovare il mago Regnor Fell, l'unico che può risvegliare sua madre, Jocelyn, dallo stato di coma in cui si trova. Jace però non ha alcuna intenzione di far sì che la sua amata sorella lo segua. Ovviamente Clary non ha alcuna intenzione di stare agli ordini di Jace, come al solito.


«Potresti chiuderti nella tu stanza, come Isabelle.»
«Non ci penso nemmeno.»
«Certo che no.» commentó Jace «Perchè tu vivi per tormentarmi, vero?»


Ad Alicante i due fratelli conoscono nuovi personaggi, come ad esempio la bella Aline e suo cugino Sebastian, che fin da subito sembra essere interessato a Clary. Il nuovo Inquisitore, la sorella di Luke e molti altri Shadowhunters. Incontreremo anche vecchie conoscenze che aiuteranno i nostri protagonisti a capire qualcosa di più di ciò che sta succedendo. Clary e Jace cercano nuovi alleati contro Valentine, ma cercando nuove soluzioni per riuscire a sconfiggerlo si scopriranno segreti vecchi quanto loro. 
Anche Valentine non è da solo e il suo alleato è molto potente, soprattutto ha la grande capacità di insinuarsi nella vita altrui senza che nessuno faccia domande. Ma prima o poi tutte le bugie vengono alla luce e quando ciò accade tutti i presenti ne pagano il prezzo, soprattutto gli innocenti. 
Dopo varie battaglie è il momento della guerra vera e propria, dell'ultima e grande battaglia, quella definitiva, che determinerà il destino di tutti. Vincerà Valentine con la sua assurda visione del mondo oppure Clary e Jace riusciranno a mandarlo all'altro mondo? Ma soprattutto, nel farlo saranno costretti a stare vicini, molto vicini. Riusciranno a non cedere alla tentazione?

Gli altri due libri precedenti della saga li ho letteralmente divorati, mentre con questo ci ho messo più tempo. Non perchè mi sia annoiata o non mi sia piaciuto, semplicemente sapevo che in questo libro si sarebbero dipanati tutti i dubbi e non volevo che tutto finisse. 
Questo libro, a mio parere, è migliore dei due precedenti, forse perchè si risolve tutto e tutti i nodi vengono al pettine. 
Lo stile della Clare è semplicemente sensazionale, riesce a coinvolgere il lettore fin dalle prime righe e non risulta mai pesante, anzi le parole scorrono veloce sotto gli occhi, tanto che si procede con molta velocità, grazie anche alle battute divertenti che i personaggi sono soliti fare.

"Se fai soffrire Clary, è capacissima di ucciderti da sola. Se possibile con un'ampia varietà di armi."

Questo libro vi farà ridere e vi farà piangere. Eventi inaspettati giungono alla nostra attenzioni, eventi per cui odierete profondamente Cassandra Clare. Eppure dopo qualche minuto vorrete abbracciarla per il risvolto che la situazione prenderà. 
In questo romanzo ci viene mostrata Alicante, di cui abbiamo tanto sentito parlare e rimarrete esterrefatti. E' una città meravigliosa, certo di invenzione, eppure l'autrice riesce a renderla reale con le parole. Ed è proprio ad Alicante e dintorni che la storia ha luogo, una storia che migliora ogni volta che si va avanti. 
Nel corso dei due precedenti romanzi sorgono molti dubbi, ci si domanda cosa accadrà, se Valentine avrà la meglio e se Jace e Clary riusciranno a risolvere la situazione imbarazzante in cui si trovano e qui troviamo le risposte e molto di più. 

- La tua città è sotto assedio. - disse - Le difese so o state abbattute e le strade pullulano di demoni. E tu vuoi sapere perché non ti ho chiamato? - 

I personaggi che già conosciamo crescono con il procedere della storia, nonostante ciò che accade nei tre libri avviene in pochissimo tempo per quanto riguarda la concezione temporale, eppure ognuno di loro cresce minuto per minuto. Ognuno di loro sarà costretto a fare delle scelte, chi dovrà decidere se continuare a mentire a tutti o rivelare la propria natura, chi dovrà scegliere se sacrificare sé stesso o decine e decine di persone e ognuno di loro dovrà affrontare le conseguenze delle proprie scelte, conseguenze che portano con loro un peso non indifferente. 
Semplicemente meraviglioso, non so cos'altro dire se non leggete questa saga. Questo romanzo, nonostante sembra concludere le avventure di Clary e Jace, non è l'ultimo della saga
Voto: 5 stelline.

L'AUTRICE.
Cassandra Clare è nata a Teheran e ha vissuto i primi anni della sua vita in giro per il mondo con la famiglia trascinandosi sempre dietro bauli di libri. Dopo aver lavorato come giornalista tra Los Angeles e New York, ora si è fermata a Brooklyn, dove, per non farsi distrarre dai suoi gatti e dalla TV, scrive libri nei caffé e nei ristoranti. Per Mondadori ha pubblicato anche Shadowhunters - Città di Cenere, Shadowhunters - Città di Vetro,Shadowhunters - Città degli angeli caduti,Shadowhunters - Città delle anime perdute,Shadowhunters - Le origini - L'angelo e Shadowhunters - Le origini - Il Principe, che hanno appassionato tutti gli amanti dell'urban fantasy.

Charlie.

4 commenti:

  1. quanto adoro questa saga!! :)
    bella recensione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi non ha letto questa saga dovrebbe essere fustigato (e fino a poco tempo fa io ero una di queste persone). Ormai ho letto tutti i libri pubblicati dalla Clare, sto leggendo "La Principessa" e poi attenderò in lacrime il nuovo romanzo. Cielo Cassie, perchè ci odi?

      Elimina
  2. davvero bella recensione c:
    secondo me è questo è il libro più bello della saga, ne sono sempre stata innamorata, non so perché.
    bellissimo asdf.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di questi primi tre.. forse è anche il mio preferito. Sinceramente li ho adorati tutti e tre. Vedremo con il seguito, che presto leggerò!

      Elimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)