martedì 31 dicembre 2013

Top & Flop 2013: Girls.

Cari amici, siamo qui riuniti oggi... ho sbagliato inizio, decisamente. Ok, ricominciamo.
Il 2013 è alla fine e il 2014 è in procinto di piombarci addosso. Speriamo e vi auguriamo un 2014 pieno di amore, felicità e libri bellissimi. 



Dopo questi salamelecchi vi spiego in cosa consiste questa inziativa/tag/comevoletechiamarla che ci è venuto in mente quest'estate a noi ragazze, durante una riunione sul web alquanto delirante. Il nome è Top&Flop e consiste nell'enunciarvi i nomi dei personaggi (anche secondari) migliori e peggiori, per ogni categoria scelta da noi (girls, boys e couples), dei libri letti da noi nel corso dell'anno che sta finendo e quindi del 2013. 

Come prima categoria vogliamo parlarvi delle Girls





Ma la domanda fondamentale è: prima i Top o prima i Flop? Direi di partire con le peggiori e poi andare in salita con le migliori. 


Flop Girls 2013.
  • Claire Aoki in Goddess: pessima, decisamente. Sia io che Effy siamo state d'accordo nell'inserirla in questa categoria. Si è rivelata una pessima amica per Helen e una pessima persona. Siamo entrambe rimaste molto deluse dalla scarsa fiducia dimostrata da Claire, che come amica avrebbe dovuto sostenere Helen. Purtroppo, Claire non si è dimostrata all'altezza ed è un peccato. Recensione di Charlie here e di Effy here.
  • Helen Hamilton in Goddess: Effy aveva un problema di fondo con il romanzo e Helen, no, non le è proprio piaciuta. Personaggio che non si evolve affatto e non dimostra segni di sviluppo, nè positivamente che negativamente. Helen è piatta e vuota, agisce con reazioni e non ha nessuno spiccato senso in... nulla. Insomma, una protagonista decisamente insipida. A Giav era bastato il primo capitolo della saga per capirlo.
  • Meghan Chase in The Iron King: credo che Effy in questa recensione abbia detto tutto. Meghan è semplicemente insopportabile. Testarda e sorda, il suo perbenismo di facciata la rende tanto superficiale quanto poco interessante. 
  • Nora Grey in L'ultimo angelo: qui Effy definisce Nora "arrogante, infantile, meschina, presuntuosa, aggressiva, semplicemente insostenibile". C'è bisogno di qualche altro aggettivo per descriverla?
  • Tessa Gray nella saga The Infernal Devices: l'eterna indecisa, colei che se all'inizio sembra non avere dubbi sul proprio amore sembra poi affogare in un bicchier d'acqua e impantanarsi in due centimetri di fango. Per quanto abbiamo adorato la saga.. Bocciata! Recensione de L'angelo e de La Principessa.
  • Charlotte e Glenda Montrose nella saga delle Gemme: solo a sentire il loro nome mi viene voglia di mettermi ad urlare. Insopportabili! La Gier è riuscita  a creare in maniera impeccabile due antipatiche parenti per la nostra povera Gwendolyn! Recensione qui di RedBlue e Green).
  • America Singer in The Selection: Giav non l'ha proprio digerito questo libro e ha trovato inconsistente non solo la trama e il setting, ma anche la psicologia dei personaggi, persino della protagonista. Trovate la recensione qui.
  • Dee Black in Obsidian: finta, decisamente. Da un lato è quasi tenera, ma dall'altro sembra una psicopatica. Recensione here.
  • Lissa Dragomir in Vampire Academy: per quanto io ed Effy siamo innamorate di questa saga Lissa non ci piace, affatto. Se la protagonista della saga è semplicemente fantastica, lei fa venire la voglia di staccarle la testa, davvero. Purtroppo, Lissa è un personaggio che peggiora sempre di più. Ad ogni volume della saga è peggio: infantile, capricciosa ed egoista. Il ruolo della principessina sembra averle dato alla testa!
  • Ava in The Goddess Testqui ho parlato di lei dicendo che era assolutamente superficiale, no, non mi è piaciuta affatto.
Top Girls 2013.
  • Clary Fray in The Mortal Instruments: recensioni onetwo and three. Clary è combattiva e forte. E soprattutto è vera, non come le classiche protagoniste dominatrici, che non hanno paura di niente. No, lei è reale.
  • Gwendoyn Sheperd nella saga delle gemme: (recensione qui di RedBlue e Green), se Charlotte e Glenda sono insopportabili, Gwen è fantastica, viene facile volerle bene. L'aggettivo migliore per descriverla è "spontanea". Gwen è divertente, ingenua, umile ed è facile comprendere i suoi gesti, immedesimarsi in lei e trovarla un'ottima protagonista, meno wonder woman delle altre.
  • Tally Youngblood di Beauty: Effy l'ha adorata, potete capire il perchè qui. Tally è piena di difetti. E' insicura e facilmente manipolabile ma la peculiarità di Tally è che, per quante volte possa sbagliare, condizionata da una società dura e selettiva, quando comprende la strada da seguire, Tally diviene estremamente tenace e competitiva. Potrebbe davvero realizzare qualsiasi cosa. 
  • Katy di Obsidianqui la recensione. Katy è una bookblogger, come si fa a non amarla, dai! E poi riesce a tenere testa a Daemon, già questo fa guadagnare punti!
  • Isabelle Lightwood in The Mortal Instruments: recensioni onetwo and three. Izzy è fantastica, è carina e può sembrare innocua, ma poi può staccarti la testa senza versare un goccio di sudore. Isabelle è senza ombra di dubbio il personaggio con una maggior crescita. Da ragazzina capricciosa comprende che le emozioni non sono un ostacolo e dimostra la sua sensibilità e la sua intelligenza. Si apre al lettore anche nella sua insospettabile fragilità, rendendosi più profonda e credibile, dal quarto ma soprattutto nel quinto volume (recensioni di Giav qui e qui). Bella e brillante, meglio di così?
  • Zuzana in La città di sabbiaqui Effy vi spiega il perchè. Zuzana risplende nel suo ruolo di "amica della protagonista". E' disponibile e coraggiosa, senza contare che ha uno spirito fuori dal comune. Pronta a tutto per Karou, Zuzana ha l'anima di una vera eroina.
  • Calla Tor in Nightshadequi trovate la recensione. Calla è forte, un lupo alfa, ma femmina. Ha un percorso predestinato e sa qual è il suo ruolo, eppure, per il bene comune potrebbe fare ogni cosa.
  • Rose Hathaway in Vampire Academy: è una badass e per questo la amiamo profondamente. 
  • Allison Sekemoto in Immortal Rules: credo di averla elogiata anche troppo qui.
  • Stephanie Plum nella saga a lei dedicata: se pensate che non ci sia fine al peggio.. beh, c'è. Nella vita di Stephanie ne capitano di tutti i colori e quando pensi che più in basso di così lei non possa andare, lei ti sorprende. Non fraintendetemi, non è una cosa negativa! Anzi, lei è divertente e semplicemente straordinaria.
  • Kate Winters in The Goddess Testqui ho elogiato Kate, dicendo che era una ragazza fantastica, estremamente forte e ama sua madre sopra ogni cosa, per lei farebbe di tutto e anche altruista.
  • Nonna Mazur nella saga di Stephanie Plum: beh, è parente di Stephanie e questo dovrebbe dire tutto. 
E per questa puntata è tutto! Fateci sapere cosa pensate di questo tag (o come diavolo volete chiamarlo) e ritenetevi tutti taggati. Rifatelo nel vostro blog oppure rispondete qui sotto. 
Felice 2014!
Charlie, Effy e Giav.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)