domenica 5 gennaio 2014

Recensione: Due di troppo, Tre e sei morto, Non dire quattro, Batti il cinque.

Titolo: Due di troppo
Titolo originale: Two for the Dough
Autrice: Janet Evanovich
Saga: Stephanie Plum #2
Casa Editrice: TEA
Pagine: 352

Irresistibile, magnetica, divertente, Stephanie Plum, l’investigatrice più sexy e simpatica del mondo, torna con la sua seconda avventura. Questa volta è alle prese con un caso di omicidio. Ma col suo straordinario fiuto per i guai, le cose in breve si complicano tremendamente, suo malgrado. Tanto più quando, nel corso delle indagini, si imbatte niente meno che in Joe Morelli, poliziotto dal discutibile passato e dalla libido costantemente su di giri, con la cattiva abitudine di immischiarsi negli affari di Stephanie. Anche se in questo caso viene il dubbio che sia lei a finirgli tra i piedi, rendendogli il lavoro difficile e dando alla sua vita quel brivido in più, che certo non gli mancava. Non è professionale, ma è molto convinta, non è bella però è sexy, più che coraggiosa è assolutamente incosciente: Stephanie Plum è un’antieroina a cui ci si affeziona da subito.


Voto:


Titolo: Tre e sei morto
Titolo originale: Three to get Deadly
Autrice: Janet Evanovich
Saga: Stephanie Plum #3
Casa Editrice: TEAPagine: 342

Dov’è finito il vecchio Mo Bedemeier, accusato di porto abusivo d’armi e libero su cauzione? Compito ingrato per la cacciatrice di taglie Stephanie Plum, visto che il latitante in questione non è un pericoloso spacciatore, bensì un gelataio innocuo e benvoluto da tutti. Tanto innocuo, però, Mo non dev’essere, perché le indagini portano a scoprire scenari insospettabili e inquietanti, in cui Stephanie si trova suo malgrado invischiata… A bordo di una mastodontica Buick blu del ’53 la nostra eroina riesce a destreggiarsi tra inseguimenti, sparatorie e appostamenti. Al suo fianco, l’esagitata Lula, ex prostituta dai modi spicci, il tenebroso Ranger e l’agente Morelli, che in Stephanie vede ben di più di una semplice cacciatrice di taglie…

Voto: 



Titolo: Non dire quattro
Titolo originale: Four to Score
Autrice: Janet Evanovich
Saga: Stephanie Plum #4
Casa Editrice: TEA
Pagine: 314

"Sally è una drag queen" spiegai a mia nonna. "Ma va'?" disse lei. "Volevo tanto conoscerne una. Mi sono sempre chiesta una cosa: dove lo mettete il dingdong quando vi vestite da donna?" "Bisogna indossare mutandine speciali per nasconderlo dentro." Guardammo tutte il rigonfiamento sul vestito di Sally, all'altezza del basso ventre. "Embe'?" disse Sally. "A me fanno venire il prurito". E una calda estate a Trenton, soprattutto per Stephanie Plum, cacciatrice di taglie, non bella ma sexy, non coraggiosa ma incosciente: un'antieroina con un fantastico fiuto per i guai. E questa volta di guai in cui ficcarsi ce ne sono fin troppi, anche se il caso sembra piuttosto semplice. E sparita una ragazza, Maxine Nowocki, libera su cauzione dopo l'accusa di aver rubato la macchina del fidanzato. Sembrerebbe una banale lite tra innamorati, se il fidanzato non cominciasse a ricevere messaggi minatori cifrati... Per fortuna Stephanie può contare sull'appoggio di Lula, ex prostituta mastodontica con una predilezione per le armi di grosso calibro, e di Salvatore alias Sally Sweet, un chitarrista transessuale, grande esperto di enigmistica. Peccato però che l'agenzia di recupero cauzioni abbia deciso di assumere anche Joyce Barnhardt, storica rivale di Stephanie, specialista nel rovinare matrimoni. Proprio ora che l'agente di polizia Joe Morelli sembrava deciso a dare una svolta alla sua storia con Stephanie...


Voto: 



Titolo: Batti il cinque
Titolo originale: High Five

Autrice: Janet Evanovich

Saga: Stephanie Plum #5

Casa Editrice: TEA

Pagine: 330


Il lavoro scarseggia per Stephanie Plum, cacciatrice di taglie di Trenton, New Jersey. Ma in famiglia c'è un problema: lo zio Fred, detto il Tirchio, sembra sparito nel nulla. Unico indizio: problemi con l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti. Non che zia Mabel sia particolarmente addolorata della scomparsa del marito, ma quello che potrebbe sembrare solo un fastidioso disguido amministrativo si trasforma ben presto in una faccenda piuttosto seria, almeno a giudicare dalle foto inquietanti che lo zio Fred nascondeva in un cassetto. Questa volta Steph è spalleggiata da Randy Briggs, nano programmatore di computer, e tallonata da un oscuro angelo custode, Bunchy, sedicente allibratore a caccia, pure lui, di Fred. Persino Joe Morelli, poliziotto e fidanzato storico della nostra eroina, sembra avere qualcosa da nascondere. Fra sparatorie, una serie di strani suicidi e un pugile maniaco che attenta alla sua vita, Stephanie deve affrontare, oltre ai consueti problemi di capelli, di linea e di automobili che non fanno il loro dovere, le spericolate iniziative dell'inossidabile nonna Mazur e le attenzioni sempre più esplicite di Ranger, tenebroso e affascinante collega...

Voto: 



RECENSIONE.
Janet Evanovich sa esattamente quello che fa quando scrive di Stephanie Plum. 
Avevo parlato in maniera molto positiva del primo volume "Bastardo numero uno", che avevo recensito qui e non posso fare altro che parlare positivamente anche di questi altri libri della saga. L'autrice sa parlare di eventi catastrofici (e fidatevi, ce ne sono un'infinità) in maniera divertente e state certi che riderete a crepapelle, non potrete farne a meno.
I personaggi sono una mistura chimica che vi farà divertire, sorridere e lasciarvi a bocca aperta, ma soprattutto vi farà innamorare. Abbiamo Stephanie, la protagonista, una calamita per i guai. Stephanie fa sempre il contrario di ciò che le si dice e per questo riesce sempre a svelare il mistero e a trovare il suo uomo, anche se nel farlo fa esplodere un paio d'auto, fa incavolare un sacco di criminali pericolosi, si fa sparare addosso e mangia come se non lo avesse mai fatto in vita sua. In tutto questo deve rimanere sexy per Morelli, il poliziotto con il quale quando erano adolescenti aveva perso la verginità. Morelli vuole portarsela a letto, è più che chiaro, ma Stephanie ci è già cascata una volta, quando era una ragazza e non vuole che, come quella volta, lui non la richiami più. Farsi desiderare diventa una parola d'ordine, anche se è difficile come non mangiare una fetta di torta alla panna. 
C'è poi Ranger, il mentore di Steph, che riesce a uccidere chiunque prima ancora che questo riesca a vederlo, anche se sembra che lui voglia qualcosa dalla protagonista, oltre che insegnarle il mestiere.
Poi i genitori di Steph, semplicemente fantastici, anche se non hanno un ruolo fondamentale, ma fanno morire dal ridere anche loro. Non parliamo di Nonna Mazur, lei è la degna compagna di sua nipote. Non so perchè ma se immagino Stephanie anziana me la vedo come Nonna Mazur. La nonna è fragile, un po' pazza e va sempre in giro con la sua pistola a canna lunga. 
C'è poi Lula, prostituta che ha cambiato lavoro che ora lavora nell'agenzia di recupero cauzioni per cui lavora anche Steph, anche se Lula fa solo l'archivista. A volte, però, aiuta Steph nel suo lavoro, ma con pessimi risultati.
Personaggi semplicemente fantastici che non vorrete più lasciare.
Anche i misteri sono interessanti e faranno conoscere a Steph personaggi assolutamente strani e bizzarri, oltre che pericolosi. Leggendo questi libri mi sorge un dubbio fondamentale: veramente in New Jersey sono tutti così? Perchè se la risposta è sì.. voglio andarci!
Cari lettori, leggete questa saga. Non lasciatevela scappare, perchè è semplicemente fantastica.

Charlie.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)