domenica 5 gennaio 2014

Recensione: Sei nei guai.

Titolo: Sei nei guai.
Titolo originale: Hot Six
Autrice: Janet Evanovich
Saga: Stephanie Plum #6
Casa editrice: TEA
Pagine: 304

Trenton, New Jersey. Un palazzo di proprietà dei Ramos, noti trafficanti d'armi, va a fuoco. Tra le fiamme - ma con una pallottola in mezzo alla fronte - muore Homer Ramos, rampollo di famiglia. Il tenebroso Ranger pare coinvolto, e la nostra eroina, la cacciatrice di taglie Stephanie Plum, ha l'incarico di ritrovarlo. Affiancata dalla fida compagna Lula, una robusta ex prostituta dai modi spicci e dal grilletto facile, Steph rimane coinvolta nella rivalità fra la mafia locale e gli scagnozzi dei Ramos. Anche questa volta, dopo aver distrutto - tra le fiamme, come sempre - l'ennesima auto, Stephanie deve ricorrere alla Balena Azzurra, la solenne e inossidabile Buick del '53 ereditata dallo zio Sandor. Fra pericolosi appostamenti, pedinamenti, sequestri e, soprattutto, problemi con la linea e un enorme brufolo che le deturpa il viso, Steph trova il tempo per fare da dog-sitter al simpatico - e famelico - Bob, suo nuovo assistente a quattro zampe, e per ospitare l'incontenibile Nonna Mazur, ultraottuagenaria in cerca di un fidanzato e aspirante automobilista. E sul fronte sentimentale? Be', l'agente Joe Morelli e Ranger hanno tutte le carte in regola per contendersi le grazie di Steph, fino a una svolta improvvisa quanto determinante.

RECENSIONE.
Steph è perennemente nei guai, quindi non sarei stata sorpresa se lei fosse stata sospettata di omicidio (anche se non riuscirebbe a sparare a niente nemmeno a dieci centimetri di distanza); ma in questo libro è Ranger che è nei guai fino al collo. E' stato l'ultimo a vedere vivo Homer Ramos e, dove si erano incontrati, poche ore dopo Homer è stato trovato morto. Tutto è contro Ranger e la polizia lo ha arrestato, ma Vinnie gli ha pagato la cauzione. Peccato che poi Ranger sia sparito. Joyce, l'arcinemica di Steph, è incaricata di ritrovarlo e Stephanie per una volta non è arrabbiata con lei, sa benissimo che nessuno riuscirà a trovare Ranger, solo una persona potrebbe riuscirci, ma è Ranger stesso. Lui è l'uomo del mistero, infatti nessuno sa dove abita, nessuno sa niente di lui, tranne quello che lui vuole che gli altri sappiano.
Stephanie non è intenzionata a trovarlo, anche perchè non può credere che abbia davvero ucciso Homer Ramos, che oltretutto è il figlio di uno dei più famosi boss delle armi dello Stato. Ha altro a cui pensare, fra cui degli MA da catturare e il fatto di seminare gli scagnozzi di un boss della mafia della città che vuole trovare Ranger, per poi ucciderlo sicuramente. 
Come se questo non bastasse, uno dei poliziotti gli fa un tiro mancino e gli lascia il suo cane mangiatutto Bob. L'unica cosa che potrebbe tirarle su il morale sarebbe del sano (mmm) sesso con Morelli, ma il destino le è contro: la nonna si è trasferita a casa sua e non ha intenzione di tornare a casa. 
Fra sparatorie, brufoli abnormi sul volto, un cane che mangia ogni cosa a portata di mano (anche sedili dell'auto, per la cronaca), una nonna che alla sua veneranda età vuole ritrovare l'indipendenza, un MA che vuole tagliuzzarla e darle fuoco, un boss delle armi che la prende per una tassista, Ranger che sta dichiarando le sue intenzioni con lei e Morelli che sembra prendere la loro relazione seriamente, Steph deve riuscire a sopravvivere.
Lo stile della Evanovich è sempre lo stesso: divertente, pieno di dettagli e che riesce a tenerti attaccato al libro finché non arrivi alla fine. Il ritmo degli avvenimenti non lascia il tempo di annoiarsi o anche solo pensare di poterlo fare. 
Ho parlato fino all'infinità dei personaggi di questa serie e non vorrei ripetermi, ma sono tutti personaggi stupefacenti e, sono quasi sicura, sotto effetto di stupefacenti. Sono così assurdi che potrebbero anche risultare quasi veritieri, ribadisco il quasi. 
Non gli dò un punteggio pieno solo perchè speravo di vedere più interazione Ranger/Steph e Morelli/Steph. E il finale.. oh santa pace. Ho rischiato un infarto, davvero.
L'avrò già detto in 97 lingue diverse, ma leggete questa saga. 
Voto: 

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)