mercoledì 16 aprile 2014

In libreria in edizione speciale CANTI DELLE TERRE DIVISE

Canti delle Terre Divise. Inferno
Francesco Gungui

FABBRI EDITORI
pp. 432
Euro 5,00
Aprile 2014

Fin dove ti spingeresti per salvare chi ami? Saresti disposto ad attraversare l’Inferno? Il primo volume di una trilogia fantasy che si ispira alla Divina Commedia.
Se sei nato a Europa, la grande città nazione del prossimo futuro, hai due sole possibilità: arrangiarti con lavori rischiosi o umili, oppure riuscire a trovare un impiego a Paradiso, la zona dove i ricchi vivono nel lusso più sfrenato e possono godere di una natura incontaminata. Ma se rubi o uccidi o solo metti in discussione l’autorità, quello che ti aspetta è la prigione definitiva, che sorge su un’isola vulcanica lontana dal mondo civile: Inferno. Costruita in modo da ricalcare l’inferno che Dante ha immaginato nella Divina Commedia, qui ogni reato ha il suo contrappasso. Piogge di fuoco, fiumi di lava, gelo, animali mostruosi rendono la vita impossibile ai prigionieri, che spesso muoiono prima di terminare la pena. Nessuno sceglierebbe di andare volontariamente a Inferno, tranne Alec, un giovane cresciuto nella parte sbagliata del mondo, quando scopre che la ragazza che ama, Maj, vi è stata mandata con una falsa accusa. Alec dovrà compiere l’impresa mai riuscita a nessuno, quella di scappare con lei da Inferno, combattendo per sopravvivere, prima che chi ha complottato per uccidere entrambi riesca a trovarli...



Canti delle terre divise - Purgatorio
Francesco Gungui
pp. 350
brossura con alette
Euro 14,90

Aprile 2014


Il secondo volume di una grandiosa trilogia fantasy italiana.
Alec e Maj sono scappati da Inferno, creando così una frattura nel mondo strettamente controllato da eserciti e tecnologia. Hanno dimostrato che opporsi è possibile e hanno dato il via a tanti piccoli focolai di rivolta. Per questo l’Oligarchia deve trovarli ed eliminarli al più presto. Intanto i due ragazzi hanno raggiunto un’isola che l’Oligarchia non sa nemmeno esistere. È Purgatorio, rifugio dei Ribelli, gli uomini e le donne che negli anni sono scappati alle grinfie del controllo e che progettano di rovesciare il sistema. A capo di tutto c’è l’architetto che ha costruito Inferno e che è stato il suo primo prigioniero, il padre che Alec ha sempre creduto morto…

2 commenti:

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)