venerdì 21 novembre 2014

(Mini)Recensione: Poirot a Styles Court.

Titolo: Poirot a Styles Court
Autrice: Agatha Christie
Editore: Mondadori Oscar Bestsellers
Pagine: 206
Prezzo: €9.00
Durante la Prima guerra mondiale, un giovane ufficiale inglese, ferito al fronte, viene invitato da un vecchio amico a passare la convalescenza nella sua residenza di campagna. Il soggiorno nella lussuosa dimora sarà però tutt'altro che tranquillo. La padrona di casa, matrigna dell'amico, ha infatti sposato un uomo di vent'anni più giovane di lei, e i figliastri, scavalcati nell'eredità, sembrano tramare qualcosa. La governante di casa è sicura che presto gli avvenimenti precipiteranno e, in breve, la profezia si avvera. La padrona di Styles Court viene avvelenata e i sospetti si accentrano subito sui membri della famiglia. Fortunatamente, nel paese c'è qualcuno che di delitti se ne intende: un buffo profugo belga dai grandi baffi. Fa così la sua prima apparizione Hercule Poirot, un personaggio destinato a rimanere alla ribalta della narrativa poliziesca per oltre mezzo secolo. Pubblicato per la prima volta nel 1920, Poirot a Styles Court mostra tutta la straordinaria inventiva di una scrittrice che, fin dal suo esordio, rivela una mano esperta e sicura. 

Primo volume della saga su Hercule Poirot, un belga dall’accento marcato e un insieme di celluline grigie da far invidia a chiunque. Poirot è uno dei detective più famosi per chi come me ama i libri gialli, ideato da quella mente geniale di Agatha Christie, che su di lui ha scritto numerose storie.
La storia comincia con il capitano Hastings, che si ritrova per casualità a incontrare un suo vecchio amico che lo invita a passare qualche giorno a Styles Court, la villa di proprietà di sua madre e di quindi della sua famiglia. Incontriamo così una serie di personaggi molto strani e allo stesso tempo assistiamo a comportamenti sospetti e voci di corridoio messe in giro da non si sa chi.
Il capitano Hastings è colui che scrive il libro, una specie di diario per raccontare ciò che è successo e sarà estremamente preciso nei dettagli.
Sfortuna vuole che la padrona di casa muoia di notte per un attacco di convulsioni e, se per tutti si tratta di morte naturale, per qualcun altro invece si tratta di avvelenamento. Mentre è in atto l’autopsia della signora, il dottor Hastings contatta Hercule Poirot, un suo amico belga investigatore privato, che il caso vuole fosse proprio in città in quel periodo.
Hercule Poirot si fa innanzitutto raccontare tutto ciò che è successo e inizierà ad indagare su questo omicidio, parlando con tutti i presenti in casa, osservando la scena del crimine e facendo prove per verificare le sue teorie.
Si scopriranno intrighi, segreti, ripicche e vendette che non hanno però a che fare con il delitto. Chissà quali altri misteri celano le mura di Styles Court.
Hercule Poirot con la sua genialità riuscirà a capire chi è l’assassino della signora e potrà così assicurarlo alla giustizia.
In televisione danno spesso dei film e telefilm su questo personaggio e non me ne perdo mai uno. Purtroppo spesso e volentieri questi si rivelano noiosi ed ero convinta che anche i libri della Christie fossero così. Grande errore. Agatha Christie è una scrittrice che nonostante fosse di un’epoca non proprio moderna è riuscita a descrivere un delitto e la sua risoluzione in maniera chiara e senza alcun momento noioso, anzi, la lettura era molto incalzante e non riuscivo più a staccarmene, anche perché volevo vedere se il mio sospetto era quello corretto.

Una trama che si infittisce pagina dopo pagina, ma che la brillante mente di Hercule Poirot riuscirà a schiarire facendo venire alla luce la verità. 
Voto:


Charlie.

1 commento:

  1. Ciao! So che avevo detto che sarei stata assente per un pò ma alla fine ho ceduto.... e infatti vorrei invitarti ad un BlogTour con ben 5 premi in palio.
    Se passerai, ti ringrazio! ^^
    http://emozionidiunamusa.blogspot.it/2014/11/il-volo-della-falena.html

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)