mercoledì 24 giugno 2015

Recensione: Le streghe di Ashtor High.

Titolo: Le streghe di Ashtor High
Autrice: Brittany Geragotelis
Saga: Life's a Witch #2
Casa Editrice: Piemme
Pagine: 306
Prezzo: €16.00
Dove acquistarlo: Amazon (€13.60)

Hadley è la discendente della più potente strega di tutti i tempi nonché la ragazza più popolare del liceo Astor High. Quando sua madre viene uccisa dalla stessa congrega di streghe che assassinò la sua antenata durante i processi di Salem, Hadley decide di farla finita una volta per tutte con la minaccia che tormenta la sua famiglia da secoli, e dà vita a una battaglia epica, che sconvolgerà il mondo della magia per sempre. Peccato però che Hadley, malgrado la sua determinazione, si innamorerà del ragazzo sbagliato…

L'AUTRICE.
Brittany Gerargotelis vive a New York con il fidanzato e due gatti, Murray e Cohen. Le streghe di Astor High è il suo primo romanzo che, prima di essere pubblicato su carta, è stato letto online da diciannove milioni di persone.

RECENSIONE.
Hadley Bishop è l'ultima erede di una lunga stirpe di streghe molto potenti, ma questo non le interessa affatto: essere sempre perfettamente truccata, avere i vestiti più di tendenza ed essere a capo delle queen bee della scuola; questi sono gli unici obiettivi della sua vita.
Certo, è all'ultimo anno di liceo e si sa, tutte vogliono essere perfette per essere ricordate così negli anni a venire. 
La magia? Non le importa più di tanto, l'unica cosa positiva dell'essere una strega è poter fare incantesimi che la aiutino nel suo obiettivo di ragazza perfetta; delle lezioni pomeridiane che di tanto in tanto si svolgono a casa di altre streghe non le importa poi molto.
Soprattutto non le importa degli altri membri del Cleri, la congrega di cui lei e la sua famiglia fa parte da generazioni e generazioni, fin dai tempi di Bridget Bishop, morta dopo essere stata condannata per stregoneria, dopo una soffiata da parte di Samuel Parrish, amico di Bridget, che però l'ha tradita per avere tutto il potere. 
Lo stesso Samuel Parrish da cui si dice discendano gli Sterminatori, i nemici giurati delle streghe, soprattutto del Cleri. 
Ad Hadley queste cose non importano, soprattutto perchè gli Sterminatori sono una leggenda, una specie di "uomo nero" che i genitori continuano ad usare per far sviluppare ai figli le capacità magiche; ma saranno decenni se non secoli che uno Sterminatore non si vede in giro. 
" - Oh, andiamo. Non è mica un romanzo di Harry Potter. 
Possiamo chiamarli come vogliamo. Sterminatori. Barbari.
 Assassini. Non fa differenza per quanto ne so. -
- Hadley... - Si stava innervosendo, ma ero stufa marcia 
di fare sempre la stessa conversazione.
- Credo solo sia una perdita di tempo - sbottai esasperata."
Copertina originale
Ma noi sappiamo come funziona la storia dell'uomo nero o del lupo cattivo. E' proprio quando inizi a pensare che non esista o che sia una finzione che lui arriva, più cattivo che mai. Infatti gli Sterminatori arrivano e, come preannuncia il loro nome, sterminano gran parte del Cleri. 
I ragazzi rimangono da soli ed è questo il momento in cui capiscono che quelle lezioni pomeridiane in fondo non erano così stupide e che dovranno mettere da parte i loro battibecchi adolescenziali, perchè quello con cui hanno a che fare non è affatto il tipo problema dei ragazzi della loro età.
Hadley è la maggiore e di conseguenza è a lei che spetta il ruolo di capo/guardiano degli altri; un ruolo che lei non vuole affatto, soprattutto quando si rende conto che non è quello che sperava per la sua vita e che forse non si possono risolvere tutti i problemi con la magia.
Nella storia però non può mancare il bell'imbusto, il ragazzo che farà battere il cuore alla nostra protagonista, che fino a due secondi prima diceva che i ragazzi non facevano per lei, sono solo degli esseri umani stupidi e senza cervello (sto parafrasando, ma non ci sono andata molto lontana).
"E, per dirla breve, era uno schianto.
Non era soltanto bello da togliere il respiro. 
Sembrava appena uscito dal servizio di moda di qualche rivista patinata. 
Aveva i capelli così neri da sembrare blu, 
con qualche ciocca spettinata che gli dava l'aria da cattivo ragazzo. 
Poi lo guardai negli occhi e mi sentii mancare il fiato."
Quindi fra un ragazzo strafigo e una battaglia alle porte fra streghe buone e Sterminatori, la vita di Hadley si complica leggermente.
Partiamo dal presupposto che questo romanzo è stato scritto per ragazzine, quindi può considerarsi normale che io, una ragazza di 23 anni, non l'abbia totalmente apprezzato. Dai, ci sta. 
L'immaturità della protagonista però non ha una fine e nemmeno un minimo di riguardo per l'intelligenza umana. Vediamo le caratteristiche di Hadley.
Bella 
Perfetta 
Magra 
Capace di combattere 
La vogliono tutti ma lei non si fila nessuno 
Amiche che si strapperebbero i capelli se solo lei glielo chiedesse 
Tutti vogliono darle ragione 
Victoria Justice, che online è la favorita
come volto per Hadley Bishop.
Insensibile come un mollusco 
Cammina con i tacchi alti anche durante la seconda guerra mondiale nel deserto o nella ghiaia (si fa per dire, ma il senso è quello) 
Le ha tutte, non è vero? E' la classica protagonista dei libri per ragazzi di oggi, che ti spingono a sbattere la testa contro il muro perchè loro sono sempre perfette anche durante un bombardamento, mentre tu anche quando vai dalla parrucchiera e dall'estetista continui a sembrare la nonna di Frankenstein. La odi, per forza di cose. Io non l'ho sopportata nemmeno un po', mi veniva voglia di picchiarla ogni tre per due. Il ragazzo, non parliamone. Non c'è un personaggio che mi sia piaciuto, ma neanche il cane del vicino (che non esiste nel libro, ma si fa per dire).
Cosa salvo di questo libro? Innanzitutto lo stile di scrittura dell'autrice, probabilmente se avesse scritto qualsiasi altra cosa con più spessore l'avrei lodata, perchè il romanzo si legge in fretta e il suo stile non ti fa annoiare o pesare l'invertebratezza (lo so che non esiste) della protagonista. 
I colpi di scena? Nì, diciamo che alcuni erano ovvi come che la neve è fredda, ma altri proprio non ci ero arrivata.
In conclusione, quante stelline gli dò?
Voto: 

P.S. Penso di non aver mai dato un voto così basso a un libro finora e se avete letto attentamente la recensione avete notato quanto io provi repulsione per questo libro, quindi non potevo fare diversamente.
Charlie.


12 commenti:

  1. Devo scrivere la recensione di questo libro anche io e ti giuro che mi sono sentita in imbarazzo per l'autrice mentre lo leggevo! Una cosa assurda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me dispiace per l'autrice perchè alla fine lo stile non mi dispiaceva..

      Elimina
  2. Me ne terrò alla larga... adoro le storie sulle streghe quindi non sopporterei un libro in cui i poteri magici vengono utilizzati per sistemare le sbavature del rossetto. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sistemare il rossetto non proprio, ma far sparire le occhiaie sì, e ho detto tutto.

      Elimina
  3. A me è piaciuto in generale, solo che ho odiato la protagonista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispetto il tuo parere, anche perchè se fossimo tutte uguali sai che noia! Comunque la protagonista è insopportabile e siamo tutti d'accordo :)

      Elimina
  4. Peccato adoro i libri con streghe :3 sembrava interessante ma credo che adesso mi terrò alla larga xD

    RispondiElimina
  5. Avevo adocchiato questo romanzo quando era uscito, ma già dalla trama avevo capito che non faceva al caso mio. Le diverse recensioni negative che ho letto, compresa la tua, mi hanno convinta a stare proprio alla larga ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non avevo letto altre recensioni, ne ho solo vista una su youtube dove non ne parlava poi tanto male, quindi alla fine ho pensato di essere un parere contrastante e invece a quanto pare non è così

      Elimina
  6. La storia non è malvagia alla fine .. cosa cmq giá vista però ci sta.. lei veramente è una cosa assurda l ho appena finito di leggere e non vo nego che avrei preso la protagonista a sprangate sul muso ogni 2 nanosecondi...
    che poi voglio dire SPOILER
    -dici al tipo che sei una strega lui non batte ciglio un minimo di sospetto no?
    -la battaglia è imminente e lei sta in camera col suo bello ..ma ce la fai ...
    -si sceglie l outfit per andare a combattere..aui proprio tocchiamo il fondo del barile...
    -" la libertá è potere" palesemente presa da Catwoman originalitá zero ...

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)