mercoledì 18 novembre 2015

Panic Blogtour #10.


Buongiorno a tutti!
Eccomi qui con la mia tappa relativa al blogtour di "Panic", libro di Lauren Oliver che oltreoceano ha avuto numerose critiche positive, diciamocelo, è stato adorato!
La mia tappa è un po' diversa dalle altre: se le altre blogger hanno parlato e parleranno del libro, io invece farà qualcosa di differente. Il tema fondamentale del romanzo, così come viene detto nel titolo del libro è il panico e quindi ho pensato di organizzare la mia tappa proprio su questo: quali sono le paure più comuni al mondo?
Quindi questa tappa mi piacerebbe chiamarla "momenti da Panic in the world". Sì, i titoli non sono il mio forte, ma vediamo un po' quali sono.


L'organizzazione YouGov UK ha condotto un 'indagine relativamente alle maggiori fobie diffuse fra le persone e ce ne sono 13 che sono saltate fuori con maggior ripetizione.

"Al primo posto si piazza la paura delle altezze, o acrofobia con la maggioranza delle persone che ha dichiarato di sentirsi insicura quando si trova in alto, che sia su una scala, un balcone e via discorrendo.
Al secondo posto c’è l’atavica paura dei serpenti, o ofidiofobia. Il rettile strisciante è ancora e da sempre temuto dalle persone, specie di sesso femminile.
Al terzo posto, la paura di parlare in pubblico, o glossofobia, che paralizza molte persone.
Il quarto posto, se lo aggiudica la paura dei ragni, o aracnofobia, con la maggioranza di donne che ne soffrono – ma anche gli uomini non si tirano indietro. Le otto zampette, specie se pelose, fanno ancora rabbrividire molti.
La paura dei piccoli spazi, o claustrofobia, è al quinto posto tra le fobie delle persone che, al solo pensiero di restare chiusi da qualche parte già iniziano a sentire che manca loro il fiato.
Se qualcuno ha per un attimo pensato che ci si fosse dimenticati dei simpatici (per qualcuno) topolini, be’, non è così. La paura dei topi, o musofobia, si è piazzata al sesto posto
Che dire poi della paura degli aghi? La cosiddetta belonefobia – magari poco conosciuta – si piazza al settimo posto, facendo tremare molte delle persone che si devono, per esempio, far fare un’iniezione. Ma non solo, questa fobia fa rabbrividire al solo pensiero o vista di un oggetto appuntito come un ago, uno spillo, ma anche coltelli e simili che possono provocare punture o ferite sanguinanti.
All’ottavo posto si trova la paura di volare, o pteromeranofobia quando la paura riguarda tutte le forme di volo. Se la paura è riferita soltanto al volare in aereo, è definita aerofobia, che è poi la più diffusa. In questo caso, il timore è quello di restare vittima di un incidente.
Al nono posto troviamo una fobia ben nota: quella degli spazi aperti, o agorafobia. Le persone che soffrono di questa fobia spesso temono di non potersi rifugiare immediatamente in un luogo ritenuto sicuro, e che gli spazi aperti non possono offrire. Allo stesso posto c’è la paura della folla, o enoclofobia, che mette a serio disagio le persone che si trovino in mezzo a tanta gente.
Un’insolita paura è quella che troviamo al decimo posto: la paura dei clown, o coulrofobia, che si riscontra spesso tra gli adolescenti e gli adulti. Questa paura, secondo alcuni, potrebbe essere stata anche alimentata dai film horror che avevano come protagonista proprio un clown.
Altra fobia vecchia come il mondo è la paura del buio, o nictofobia, che si guadagna tuttavia soltanto l’undicesimo posto. Di questa paura c’è poco da dire perché almeno una volta nella vita ne hanno sofferto praticamente tutti.
Al dodicesimo posto si piazza la paura del sangue, o emofobia. Questa paura fa fare giacomo giacomo alle gambe di chiunque ne soffra al solo nominare il sangue.
La ben nota paura dei cani, o cinofobia, occupa l’ultima posizione. Un posto in classifica che forse mostra come il rapporto con l’amico dell’uomo sia migliorato nel tempo, per cui si è meno timorosi. "


Personalmente parlando condivido alcune di queste paure, come la paura dei serpenti (non che mi sia mai capitato di vederli, ma tutti gli esseri striscianti mi inquietano) e dei ragni (vade retro ragno!). 

Per quanto riguarda la paura dei cani... beh è una lunga storia, ma vorrei parlarvene come il mio #momentodaPanic.
Avrò avuto quattro anni ed ero da mia nonna materna a passare il pomeriggio con mia madre. Mia nonna e mia madre erano nell'altra stanza a fare qualcosa (non saprei dirlo con esattezza) e io ero nel salotto a guardare la televisione. Ad un certo punto è entrato il cane di mia nonna con il quale avevo un bel rapporto, cioè non lo vedevo spesso ma non c'erano mai stati problemi fra di noi. 
Lo stavo accarezzando sulla testa quando all'improvviso ha fatto un gesto veloce con il muso e mi sono ritrovata con il mio braccio dentro la bocca del cane. L'istinto solitamente dice di tirare via il braccio, ma io non l'ho fatto, anzi sono rimasta lì ferma come uno stoccafisso. Non ho emesso un fiato. Quando mia nonna è venuta nel salotto e "ha visto me dentro al cane", come mi piace dire, ha fatto un urlo e il cane è scappato via di corsa. 
Voglio dire che il cane non stava stringendo i denti, non ho mai avuto segni sul corpo di questa "aggressione" ma mi ha davvero scosso. Probabilmente lui voleva giocare.
Da quella volta mi bastava vedere un cane o un gatto o qualsiasi animale (anche a distanza di metri e metri) e istintivamente mi portavo le mani al petto per proteggerle e iniziavo a balbettare. Ho balbettato per almeno un paio di anni, poi sono riuscita a sistemare questo problema, ma ho continuato ad avere il terrore degli animali, dei cani sopratutto. Non potevo andare a casa dei miei amici se avevano un cane o al massimo dovevano metterlo in giardino perché iniziavo a respirare a fatica. Sono stati anni bruttissimi perché di solito ai bambini e ai ragazzi piace stare con gli animali, io invece ne ero terrorizzata.
Poi lo scorso 18 dicembre (due giorni prima del mio compleanno) mio padre ha comprato un cane e siamo andati a prenderlo all'allevamento. In un primo momento mi nascondevo dietro mia cugina (e il cane aveva 2 mesi e mezzo, non è che fosse un bestione!) poi in auto però non avevo più via di scampo poiché l'avevo vicino a me. Il terrore più puro.
Alla fine Sunny, così si chiama il cane, mi ha fatto passare la mia paura per gli animali e adesso non posso fare a meno di rompere le scatole a tutti i cani o ai gatti che vedo perché devo coccolarli. 
Io ho superato il mio #momentodaPanic, e voi?
(Okay, okay. Non è proprio un avvenimento spericolato dove abbia messo in gioco tutto il mio coraggio, ma per me è più che sufficiente.)


Per partecipare al giveaway dovrete seguire queste semplici regole: 
- Iscrivervi come lettori fissi ai blog partecipanti che trovate nell'immagine qui sopra
- Seguire la pagina Facebook e/o Instagram di Safarà Editore
Lasciare un commento in ogni tappa del tour
- Lasciare un commento con il vostro #momentodaPanic nella tappa dell'11 Novembre sul blog We found wonderland in books

E' possibile avere punti extra in questo modo:
- Potete scattare una foto ispirata al vostro ‪#‎momentodaPanic‬ e condividerla su Facebook, Instagram o Twitter
Potete seguire i blog sulle loro pagine Facebook

Io fossi in voi non mi farei scappare l'occasione, anche perché in palio ci sono cinque copie, se non avessi già la copia che sto leggendo ci farei un pensierino!


Restate sintonizzati sul blog perché presto leggerete la mia recensione e non perdetevi le successive tappe del blogtour, perché è vero che finora le tappe sono state interessanti, ma anche le successive non scherzano affatto!
Un bacio e... un po' di Panic a tutti.
Charlie.

18 commenti:

  1. Interessante questo post!
    Io sono leggermente claustrofobica, cioè nel mio caso non è tanto il pensiero dello spazio chiuso, mi preoccupa più il fatto che questo spazio chiuso sia piccolo e pieno di persone >.<

    RispondiElimina
  2. Devo dire che prima non avevo molte fobie e alcune si sono "sviluppate" una volta diventata più grande, però quella dei ragni l'ho sempre avuta. Che siano grossi e pelosi o invisibili vado comunque in panico. Ogni volta che ne vedo uno, mi fa così tanta paura che non riesco nemmeno a schiacciarli! E ogni volta mi vien voglia di dar fuoco alla casa perché nella mia testa questi ragni hanno deposto le uova e presto invaderanno casa mia XD
    acrofobia è una paura che ho scoperto di avere soltanto di recente. Non al pari dell'aracnofobia, ma quando sono in un posto alto e guardo in basso immagino i peggiori scenari, mentre prima non mi facevo problemi! Stessa cosa per quanto riguarda la claustofobia. Non vado nel panico se sono in ascensore, ma se questo è affollato, inizio ad andare un po' in panico c.c

    RispondiElimina
  3. Direi che condivido con le fobie ai primi posti. Anch'io ho la fobia delle altezze, tendo a non affacciarmi nemmeno sul balcone! per il resto sto cercando di superare la fobia degli aghi ;)

    RispondiElimina
  4. Interessantissimo post! Io ho il terrore dei topi (ho scoperto ora che si chiama musofobia xD) e di api/vespe :(
    Riguardo il tuo #momentodaPanic, chissà che paura! Anche io ho avuto un'esperienza bruttina da piccola con un cane di grossa taglia, infatti, se da una parte vorrei tanto prendere un cane (piccolino), dall'altra non so se riuscirei a gestirlo!

    RispondiElimina
  5. Premessa che non centra niente con il BT: la tua grafica. La ADORO. Darcy. <3 <3 A mia sorella sono venuti gli occhi a cuore, quindi complimenti anche da parte sua! ^-^
    Dunque, quelle paure..... l'altezza a volte mi fa paura, ma non posso dire di essermi mai trovata in situazioni "alte", quindi in realtà non mi tocca particolarmente...
    I serpenti li trovo affascinanti, ma li lascio volentieri nel loro habitat.. :-P Degli aghi invece non ho paura, però le volte in cui ho fatto le analisi sono svenuta, quindi...ehm.. non sono così sicura da esserne immune!!
    Per i ragni invece potrei urlare a squarciagola e fuggire a km di distanza....mi fanno proprio orrore!

    RispondiElimina
  6. soffro leggermente di a acrofobia, riesco ad affacciarmi ad un balcone ma ne ho il terrore! Mia nonna stende i panni e se mi chiede di prenderli io l'aiuto solo con la fila più vicina!

    RispondiElimina
  7. io ho il terrore dei serpenti, basta soltanto nominarli e mi vengono i brividi! mi dispiace che tu abbia avuto paura degli animali per tutta la tua infanzia e adolescenza, io gli adoro! sono contenta che tu abbia superato la tua fobia, spero di riuscirci anch'io un giorno.

    RispondiElimina
  8. Ma che figa questa tappa :D io tra queste ho soltanto la paura delle altezze! Poi avrei la fobia riguardo gli insetti in generale o.o non proprio per i ragni, ma solo per quelli che volano e sono bruttini Y.Y tipo cavallette, api, vespe, cimici... eccetera :s aiuto!

    RispondiElimina
  9. Bello conoscere le paure più comuni. Davvero molto, molto interessante.

    RispondiElimina
  10. E' proprio bello sapere che due delle fobie che ho sono fra le 13 più diffuse e, quindi, si potrebbe dire molto normali.
    Sono aracnofobica solo da qualche anno, prima i ragni mi facevano solo molto schifo ma non saltavo in aria o mi immobilizzavo solo a vederne uno. Invece, da qualche anno è così che succede. Io e un ragno non possiamo stare nella medesima stanza. Poi dopo averne trovato uno di quelli grossi e pelosi su una anta della finestra, ora controllo sempre prima di chiudere o aprire. La paura dei clown, invece, si è sviluppata dopo la visione di IT ma ho sempre avuto angoscia alla loro vista.

    RispondiElimina
  11. Cavoli quante paure che esistono! Io non rientro e nessuna di queste però XD Forse un pò la paura del buio, ma credo sia la paura leggera che hanno tutti, nulla di che :)

    RispondiElimina
  12. Tra queste soffro molto della paura dell'altezza e a volte anche di claustrofobia, dipende dalle situazioni.
    Non sono un'amante dei ragni, ma mi fanno meno effetto di uno strapiombo!!

    Come diceva Giusy in un commento sopra, le mie fobie sono cresciute con me. Una volta non ne avevo così tante! Molte di quelle che ho sono irrazionali e mi vergogno a scriverle sinceramete xD

    Per quanto riguarda il buio, a me fa paura solo se lo ho alle spalle. So che è strano ahhaah

    RispondiElimina
  13. Oddio. Io sono un caso grave!
    Ho paura dell'altezza, degli aghi, del sangue, dei rettili (non solo dei serpenti), degli insetti (specialmente quelli che volano) e faccio parte di quella categoria di persone che, non si sa bene come sia possibile, ha paura sia dei luoghi troppo stretti che quelli troppo spaziosi...
    Insomma, la gente fa davvero fatica a starmi appresso XD

    RispondiElimina
  14. Anche io ero cinofobica, ero terrorizzata dai cani. Mi è passata da adolescente, ma posso dire di averla totalmente superata da tre anni a questa parte, da quando ho il mio cane, Noel. Da allora mi lascio fare qualsiasi cosa da qualsiasi cane, e, soprattutto con il mio, non ho alcun problema a ficcargli le mani in bocca se devo AHAHAH
    Per quanto mi riguarda, invece, sono ancora emofobica. Purtroppo svengo alla vista del sangue anche se è minima, e non ti dico i problemi quando vado a fare i prelievi!
    Ho anche paura degli aghi, ma non al livello fobico, insomma :)

    Interessantissima questa tappa!!

    RispondiElimina
  15. Bellissima tappa Charlie! Io sono aracnofobica da quando ne ho memoria! È una paura davvero incontrollabile perché non riesco a darmi un contegno nemmeno di fronte a persone che non conosco! Vado totalmente nel panico e ci vuole un bel po' di tempo prima che mi tranquillizzi! Inoltre non molto tempo fa sono riuscita a dare un nome alla mia paura per la profondità del mare, e cioè la bathofobia! Voglio precisare che io adoro il mare ma ho una paura tremenda delle profondità marine e quindi del fatto che non riesco a vedere cosa ci sia sotto di me! Infatti quando mi capita di guardare dei documentari sugli oceani o addirittura sugli abissi, riesco a guardarli per un minuto poi vado letteralmente nel panico come se mi trovassi li da sola! Aiuto mi fa paura solo il pensiero!

    RispondiElimina
  16. Bellissima tappa io ho paura dell'altezza e mi riconosco sicuramente al primo posto per questa paura c'è sicuramente da dire che soffro anche di vertigini quindi sicuramente la mia paura dell'altezza è legata soprattutto al fatto che quando guardo giù poi vado in panico perchè la testa comincia a girarmi e perdo i punti di riferimento e quindi mi riconosco al primo posto ahahah.
    Forse è per questo che questo libro mi attrae tantissimo la sua cover con quella scogliera a precipizio quel ragazzo che si tuffa da un'altezza impressionante insomma tutta la mia solidarietà e la mia ammirazione
    condiviso su
    https://twitter.com/streghetta6831/status/668447663298334720
    https://www.pinterest.com/pin/566609196848672581/
    https://www.facebook.com/stefania.mognato/posts/10205465830460992?pnref=story
    https://plus.google.com/u/0/113323159535376562702/posts/NoTzehiT3yG

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  18. Bellissima questa tappa!
    Le fobie citate le ho sentite tutte nominare...peccato, speravo di trovare qualche fobia un po' più bizzarra xD E' comunque curioso scoprire di cosa hanno paura le persone.

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)