lunedì 10 luglio 2017

Recensioni in serie: Rebel. Il deserto in fiamme / Rebel. Il tradimento

Titolo: Rebel. Il deserto in fiamme.
Autrice: Alwyn Hamilton
Serie: Rebel #1
Casa Editrice: Giunti
Pagine: 272
Prezzo: 17.00€ (cartonato), 6.90€ (flessibile)
Dove acquistarlo: cartonato, flessibile, ebook

Amani non ha mai avuto dubbi: è sempre stata sicura che prima o poi avrebbe trovato una via di fuga dal deserto spietato e selvaggio in cui è nata. Andarsene è sempre stato nei suoi piani. Quello che invece non si aspettava era di dover fuggire per salvarsi la vita, in compagnia di un ricercato per alto tradimento. Tiratrice infallibile, per guadagnare i soldi necessari a realizzare il suo sogno Amani partecipa infatti a una gara di tiro travestendosi da uomo. Tra gli avversari, il più temibile è Jin, uno straniero sfrontato, misterioso e affascinante. Troppo tardi Amani scoprirà che Jin è un personaggio chiave nella lotta senza quartiere tra il sultano di Miraji e il figlio in esilio, il principe Ribelle. Presto i due si troveranno a scappare attraverso un deserto durissimo e meraviglioso, popolato di personaggi e creature stupefacenti: come i bellissimi e pericolosi Buraqi, fatti di sabbia e vento ma destinati a trasformarsi in magnifci destrieri per chi abbia l'ardire di domarli; i giganteschi rapaci Roc; indomite donne guerriere dalla pelle color oro e sacerdoti capaci di leggere i ricordi altrui nell'acqua... Quando Amani e Jin si troveranno di fronte alle rovine di una città annientata da un fuoco di calore innaturale capiranno che la posta in gioco è più alta di quanto pensassero. Amani dovrà decidere se unirsi alla rivoluzione e capire se davvero quello che vuole è lasciarsi alle spalle il suo deserto.




Titolo: Rebel. Il tradimento.

Autrice: Alwyn Hamilton
Serie: Rebel #2
Casa Editrice: Giunti
Pagine: 272
Prezzo: 16.00€ 
Dove acquistarlo: cartaceo, ebook

Amani, ormai consapevole dei poteri sovrannaturali ereditati dal padre, si è unita alle forze della resistenza in lotta contro il Sultano. Gli scontri stanno sfuggendo al controllo del principe Ahmed per evolvere verso una guerra che i ribelli non sono ancora pronti a vincere: quando in una remota città del deserto la filosofia della ribellione viene usata per giustificare un massacro, anche tra i seguaci di Ahmed scoppiano i primi profondi contrasti. Segreti e antichi rancori familiari, agguati, tradimenti, un susseguirsi di colpi di scena in un mondo in cui nulla è ciò che sembra: Amani arriverà a chiedersi se davvero il Sultano è un tiranno, come lo dipingono i ribelli, e non invece un sovrano che cerca disperatamente di difendere il paese che ama dall'invasione di un nemico straniero. Un mondo di passioni intense dove i padri sono pronti a uccidere i propri figli, ma anche dove l'amore è ardente come il deserto. 

Recensione.

"Non puoi giudicarmi per aver desiderato di essere qualcosa 
di più che un misero granello di sabbia nel deserto."


Una gara di tiro con la pistola, una serie di ubriaconi persi, uno straniero e il Bandito dagli Occhi Blu. Una serie di sfortunati incidenti che si concludono con una rissa e un incendio.
Il giorno dopo il Bandito dagli Occhi Blu è una ragazza di nome Amani, che sopravvive in una famiglia che non la vuole e che sta meditando di farla sposare con suo zio per fare in modo che il peccato di sua madre non influisca sulla sua vita. 
Peccato che Amani non abbia alcuna intenzione di sposare suo zio, nè nessun altro ragazzo che glielo chieda. Vuole essere libera per una volta in vita sua. 
E quando lo straniero si scontra/incontra nuovamente Amani, sembra un segno del destino. Lei lo aiuterà a nascondersi dalle guardie, ma lui deve portarla via da quella città in mezzo al deserto, una città che odora di sabbia e polvere da sparo. Una città che punta la sua economia sulla fabbrica di armi ed è per questo che Amani è così brava a sparare, perchè nella sua vita non ha tenuto in mano altro che pistole. 
Amani e lo straniero, Jin, stanno per fare un accordo, ma tutto va a rotoli quando un Buraqi arriva in città, un cavallo mistico che non è nè animale nè leggenda. Amani vede una possibilità di fuga reale, ma che finisce con una sparatoria e un salvataggio in extremis da parte di Jin, che riesce a portarla via da quella maledetta città.
Da qui prendono inizio le avventure della protagonista, che fra fughe dai treni, bussole che si cercano fra loro, segreti e bugie, riesce a stringere amicizia (o forse qualcosa di più con Jin), anche se lui non è del tutto sincero. 
Jin è un Traditore del Sultano, poichè appoggia il figlio di quest'ultimo, il Principe Ribelle, rinnegato dal padre, ma che avrebbe il diritto di diventare il Sultim, il nuovo Sultano alla morte del precedente.
Il Principe Ribelle, Ahmed, vuole un mondo diverso, un mondo nuovo, dove non è necessario l'aiuto di altri popoli o di cedere parti del proprio territorio a estranei. 


"Una nuova alba. Un nuovo deserto."

Ahmed è un uomo buono, che apprezza l'aiuto di chiunque stia dalla sua parte, ma che non vuole sacrifici inutili. Un uomo che cerca di salvare i figli dei Djinni, che hanno poteri straordinari, da suo padre. Un uomo troppo buono per diventare Sultano? 
Amani scopre che la sua vita è stata vissuta solo a metà prima di far parte dell'esercito ribelle e ora ha uno scopo vero e capisce perchè il deserto che ha sempre accompagnato la sua vita  sia così importante per lei, una parte di lei. 
Una straordinaria piega degli eventi fa sì che Amani venga allontanata dai ribelli e finisce dritta nelle grinfie del malvagio Sultano. Nella reggia scopre altre verità, altre cose su sè stessa che la completano giorno dopo giorno. Verità che sembrano andare contro ciò che credeva sui ribelli.
Il Sultano è così malvagio come credeva? Ahmed è degno di tutti i sacrifici che i ribelli stanno facendo per lui? Sarà Amani in grado di vedere oltre le bugie e i segreti?


Poi arrivò una ragazza. Una ragazza chiamata Bandito dagli Occhi Blu, nata tra le sabbie e plasmata dal deserto, con il fuoco che le ardeva nelle vene. 
E per la prima volta il Principe Straniero comprese cosa suo fratello amava del deserto.


Non ci troviamo davanti ad una classica storia young adult, una di quelle dove la ragazza è in pericolo e arriva il bello e impossibile a salvarle la vita. Qui non ci sono damigelle che necessitano dell'aiuto di nessuno, qui c'è Amani, che ha sempre dovuto cavarsela da sola, che sa che non esistono principi che la verranno a salvare quando sua zia la picchia o che verrà a rapirla prima che suo zio la sposi e la porti in salvo. Amani sa che c'è solo una persona che la può salvare da questa vita fatta di stenti, una sola persona su cui può contare: sè stessa.
Amani è una ragazza forte, decisa, che sa esattamente cosa vuole e che non ha paura di niente per ottenerlo. Se le ragazze vengono educate solo al rispetto, all'educazione e al servizio; Amani sembra andare controcorrente con i suoi pensieri, essere fuori dalla cultura in cui è nata e cresciuta. E' un personaggio che non si può non amare, con la sua lingua tagliente, la sua caparbia e la sua determinazione.


"Tu sei questo paese, Amani." disse a voce più bassa. "Sei la cosa più viva che ho incontrato in questo posto. Tu sei fuoco e polvere da sparo, il dito sempre pronto a premere il grilletto."

Amani ci fa scoprire attraverso le sue descrizioni del paesaggio e delle leggende una cultura fantastica, con leggende antiche più del mondo; ci fa conoscere storie molto diverse dalle nostre, storie che narrano di principi, principesse, Djinni, Buraqi, amori oltre il tempo e lo spazio. Storie e descrizioni che fanno venire voglia di prenotare immediatamente un volo per quei posti fantastici, pieni di misteri, leggende e deserto. Storie che affascinano e che ti entrano dentro. 

Questo libro mi ha trasportato in spazi immensi dove solo la sabbia ne è la padrona, in terre lontane che non ho mai visto, ma che vorrei tanto vedere.
Un libro che sa sicuramente raccontarti di caldi afosi, di sabbia che ti entra nella pelle.

Il protagonista maschile, invece, è Jin, un ragazzo straniero, che conosce molte lingue e che dopo aver incontrato Amani non può non pensare di proteggerla, di stare al suo fianco e difenderla da tutto ciò di malvagio che c'è nel mondo. Un ragazzo che se nel primo libro mi aveva affascinato, mi aveva conquistato; nel secondo volume invece ha un ruolo quasi marginale e che, a mio parere, ha perso punti. 
Incontreremo molti personaggi nei due volumi, personaggi che vi affascineranno, ognuno in modo diverso. Persone che hanno storie, ideali e capacità che vi faranno restare a bocca aperta.
Personaggi che impareremo a conoscere nel primo volume e senza rendercene conto impareremo ad amare di più nel secondo. E così farà Amani, si affezionerà a ognuno di loro e per questo cercherà di fare di tutto per proteggerli, per tenerli al sicuro. 

"Un Buraqi, un cavallo del deserto. Per un attimo sembró un normale cavallo. L'attimo dopo era solo sabbia. Passava dall'oro accecante al rosso violento, fuoco e sole in un deserto spazzato dal vento. Fui attraversata da un brivido d'eccitazione, una sensazione che affondava le radici nell'antico retaggio del popolo del deserto."

Fuoco, sabbia e sole: questi sono i punti fondamentali di questi volumi, insieme all'amicizia, all'amore, il rispetto e alla volontà di cambiare, di rendere un paese migliore di quanto lo sia mai stato. 
L'autrice ha uno stile di scrittura che intriga, ti rapisce e ti trasporta in quei fantastici luoghi; ti fa amare una cultura, uno stile di vita diverso dal nostro. Ti corteggia, ti delizia e fa in modo che tu non possa più lasciare andare questi libri.
Ho amato profondamente questi due volumi, ma entrambi hanno delle pecche. Nel primo volume ho avuto l'impressione che alcune parti fossero troppo frettolose, come se l'autrice lanciasse il sasso e tirasse indietro la mano, come se nonostante avesse molte cose da dire alla fine non lo faceva.
Il secondo volume invece... è stato un po' noioso in alcune parti, ma il finale si è ripreso alla grande, con un colpo di scena che mi ha fatto gridare "Oh. Mio. Dio." per cinque minuti. 
Non vedo l'ora di scoprire come andrà avanti la storia, e voi?

-Charlie.

2 commenti:

  1. Devo dire che io non sono molto intrigata da letture di questo genere e ammetto ae che se avessi letto solamente la trama del libro... beh, sicuramente sarei passata al successivo scaffale in libreria! Ma invece, come sempre, tu non fai altro che allungare la mia bookslist... maledizione! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andrebbe letto anche solo per le leggende, l' atmosfera e i paesaggi. Poi la storia.. ti intrigherà!

      Elimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)